fbpx
News Serie TV

Buffy the Vampire Slayer: Charisma Carpenter accusa Joss Whedon di “aver abusato del suo potere” sul set

Buffy the Vampire Slayer: Charisma Carpenter accusa Joss Whedon

“Per quasi due decenni, ho tenuto a freno la lingua e ho trovato scuse per certi eventi che mi traumatizzano fino ad oggi”.

In una lunga ed emozionante dichiarazione pubblicata mercoledì, su twitter, Charisma Carpenter ha accusato Joss Whedon di aver abusato del suo potere durante il tempo in cui lavoravano insieme a Buffy the Vampire Slayer, raccontando di ripetute minacce di licenziamento e tentativi di “isolarla” anche dai suoi colleghi, aggiungendo una consistente dose di stress  mentre  l’attrice era incinta, lasciandola con quella che lei chiamava una “condizione fisica cronica” innescata dal trauma.

Charisma Carpenter accusa Joss Whedon

Per quasi due decenni, ho tenuto a freno la lingua e ho trovato scuse per certi eventi che mi traumatizzano fino ad oggi”,

ha esordito Carpenter. “Joss Whedon ha abusato del suo potere in numerose occasioni mentre lavoravamo sul set di Buffy the Vampire Slayer e Angel. Anche se lui trovava divertente la sua cattiva condotta, questo clima servì solo a intensificare la mia ansia da prestazione e ad allontanarmi dai miei colleghi, gli incidenti hanno innescato una condizione fisica cronica di cui soffro ancora. È con il cuore pesante  dico di aver affrontato tutto da  sola e, a volte, in modo distruttivo “.

Carisma Carpenter ha interpretato il ruolo di Cordelia Chase in Buffy the Vampire Slayer  dal 1997 al 1999 e poi nello spin-off  Angel  fino al 2004.

L’attrice, 50 anni, ha affermato che Josh Whedon, 56 anni, lanciava regolarmente “minacce passivo-aggressive di licenziarla” e faceva commenti pubblici e denigratori sul suo peso di fronte ai colleghi.

Era cattivo e pungente, denigrava apertamente gli altri e spesso metteva le persone l’una contro l’altra per portarli a competere per avere la sua attenzione e approvazione”, ha affermato.

In particolare, la Carpenter si è soffermata sul momento in cui era incinta, Whedon le avrebbe chiesto se aveva intenzione di “tenere” il bambino appena aveva appreso che era incinta, per poi licenziarla subito dopo il parto.

“Ha continuato ad attaccare il mio personaggio, deridere le mie convinzioni religiose, accusarmi di sabotare lo show, e poi senza tante cerimonie mi ha licenziato la stagione successiva una volta che ho partorito”, ha affermato.

LEGGI ANCHE: Buffy The Vampire Slayer: 27 cose che forse non sai!

Ray Fisher Vs Joss Whedon e i fatti sul set di Justice Leauge

La Carpenter ha detto di aver deciso di parlare dopo che l’attore Ray Fisher si è fatto avanti, accusando Whedon l’anno scorso, sostenendo che il regista “era volgare, offensivo, non professionale e completamente inaccettabile” mentre lavoravano insieme a Justice League nel 2017. 

Le affermazioni di Fisher avevano portato ad un’indagine interna, che si è conclusa nel dicembre 2020. WarnerMedia aveva  dichiarato all’epoca dei fatti che “era state prese misure correttive”.

“Con le lacrime agli occhi, provo un grande senso di responsabilità nei confronti di Ray e degli altri per aver mantenuto il riserbo riguardo alla mia esperienza con Joss e alla sofferenza che mi ha causato”,

ha scritto Carisma Carpenter, aggiungendo che anche lei ha partecipato alle indagini sul regista.

“È abbondantemente evidente che Joss ha persistito nelle sue azioni dannose, continuando a creare rottami sulla sua scia.”

“Ci è voluto così tanto tempo per raccogliere il coraggio di rilasciare questa dichiarazione pubblicamente”, ha scritto. “In quanto madre single la cui vita familiare dipende dal mio mestiere, ho paura”.

“Non posso più restare in silenzio”, ha aggiunto. “Questo, anche se in ritardo è necessario. È ora.”

Ray Fisher ha risposto su Twitter , definendo Carpenter “una delle persone più coraggiose che conosca”.

“Le sarò per sempre grato per il suo coraggio e per aver prestato la sua voce alle indagini della Justice League. Leggi la sua verità. Condividi la sua verità. Proteggila a tutti i costi.”

Solidarietà e conferme anche dal resto del cast di Buffy The Vampire Slayer

E anche un’altra star di Buffy , Amber Benson, ha parlato a sostegno di Charisma Carpenter.

“Buffy era un ambiente tossico”, ha twittato l’attrice, 44 anni, che ha interpretato Tara Maclay nello show. “@AllCharisma sta dicendo la verità e io la appoggio al 100%. Ci sono stati danni durante quel periodo e molti di noi li stanno ancora elaborando, vent’anni dopo. #IStandWithRayFisher # IStandWithCharismaCarpenter.”

Anche Sarah Michelle Gellar ha detto la sua su Instagram:

Michelle Trachtenberg, che nella serie TV interpretava la sorella della Cacciatrice nella serie Buffy – L’ammazzavampiri, ha condiviso la dichiarazione della collega sottolineando:

“Ora che sono una donna di 35 anni sono abbastanza coraggiosa da ricondividere questo post. Perché bisogna farlo e saperlo. Ero una teenager e il suo non era un comportamento appropriato”.

Un caso che immaginiamo porterà anche altri ad uscire allo scoperto, solo lo scorso anno era stato James Marsters a raccontare dei comportamenti poco rispettosi e inaccettabili di Whedon, qui puoi leggere l’articolo: James Marsters e il suo incontro/scontro con Whedon.

Comments
To Top