fbpx
Boris

Boris: festeggiamo 10 anni in 10 citazioni epiche

Boris

Boris è senza dubbio una delle serie TV italiane più divertenti che puoi vedere. Un consiglio: è su Netflix, se non gli hai ancora dato una possibilità ti consigliamo di dargli un’occhiata.

La serie segue il set di una fiction – Gli Occhi del Cuore – dichiaratamente una satira a tutti i cliché che circondano la produzione italiana in TV. Tre stagioni e un film andati in onda su FOX ci accompagnano a conoscere Alessandro (Alessandro Tiberi), un appassionato di spettacolo che trova un lavoro come stagista sul set di Gli Occhi del Cuore 2.

Qui conosce il regista René Ferretti (Francesco Pannofino), un uomo sanguigno che ha la capacità di gestire tutti i componenti del team e, ogni tanto, manipolare gli attori per convincerli ad abbandonare i capricci da diva per fare una scena. René ha anche questa passione per i pesci rossi, e per ogni progetto si fa accompagnare da un pesciolino diverso. In questo caso da Boris.

Al fianco del regista ci sono un direttore della fotografia con problemi di droga – Duccio Patanè interpretato da Ninni Bruschetta – la pigra segretaria di edizione Itala (Roberta Fiorentini), il capo elettricista della Roma Augusto Biascica (Paolo Calabresi) e gli attori senza talento Stanis La Rochelle (Pietro Sermonti) e Corinna Negri (Carolina Crescentini).

Immancabile anche la donna che tiene la proverbiale barca pari: l’assistente alla regia Arianna (Caterina Guzzanti).

Non dimentichiamo il delegato di produzione taccagno Sergio (Alberto Di Stasio), il delegato della rete Lopez (Antonio Catania) e il Dottor Cane, capo della rete televisiva.

LEGGI ANCHE: Cosa vedere su Netflix: Guida Galattica-Capitolo settimo: il meglio d’Italia

Festeggiamo 10 anni di Boris – la serie con 10 citazioni

La qualità c’ha rotto il cazzo!

Il nostro povero René ha provato ad aggiungere un po’ di qualità al suo lavoro. Puoi immaginare come sia andata a finire.

Stiamo cercando un attore per il ruolo faccia di merda

Ok, non è una serie fine. In compenso si dicono le cose come stanno. Vedere per credere: alcuni preferiscono la chiarezza.

Chiudi con lei…basita

Se hai visto Boris, hai sicuramente provato uno strano rispetto per gli sceneggiatori della serie. Chi non vorrebbe lavorare così?

Voglio la roba tua, un tanto al chilo. La roba tua di una volta, voglio che apri tutto. Voglio che smarmelli!

Un must di Duccio è “Biascica, apri tutto”, creando una fotografia diciamo super luminosa, senza sforza.

Qui c’è un altra battuta ricorrente sul fatto che il povero stagista della fotografia sia lo stagista schiavo detto anche Il Merda.

Credo che bisogni partire – dai, che bisogna – però aspetta René si dice che bisognerebbe

Durante una riunione è sempre importante essere tutti sulla stessa pagina ed essere concentrati.

Mi sembra che l’unico fra noi due che sta facendo uno sforzo per evitare che io ti meni sono sempre io, la stessa persona che prima o poi ti menerà, mi capisci?

Corrado Guzzanti interpreta il famoso Conte all’interno della serie Gli Occhi del Cuore. Peccato sia un pazzo violento che se la prende spesso con Alessandro. Un uomo le cui minacce devono essere seriamente.

Cagna…Cagna maledetta

A onor del vero, ci sono un paio di volte in cui chiama Cane Maledetto anche gli uomini. Certo, Corina è approdata sul suo set a causa della sua tresca con il Dottor Cane e non per la sua espressività.

Se mi permetti, a cazzo di cane, non ci crederai, ma funziona sempre

Lo stesso regista non ha molta stima della serie che sta girando. Per questo ha adottato una metodologia recitativa che segua la scelta creativa della serie.

Dai, dai, dai

René Ferretti ha due battute che non possono mancare: ueeeee e dai, dai, dai.

Con quella C aspirata e quell’umorismo da quattro soldi, i toscani hanno devastato questo paese

Stanis è sempre dalla parte del proletariato, ma non dei toscani.

Certo, 10 sono davvero poche, ma per augurare Tanti Auguri a Boris ci siamo accontentati.

Comments
To Top