fbpx
Black Sails

Black Sails: Recensione dell’episodio 3.10 – XXVIII

black sails 3.10 toby stephens

Fine della corsa quest’anno per Black Sails. Tutto si chiude con un episodio strepitoso a conclusione di una terza stagione esplosiva, che getta le basi per la quarta: la posta in gioco sarà ancora più alta e chi è amico oggi, potrebbe non esserlo domani.

La battaglia finale viene introdotta e in un certo senso commentata da Flint e Silver: la loro chiacchierata notturna alla vigilia dello scontro è incastonata tra le sequenze che mostrano l’azione sulla spiaggia e le cannonate in mare, con le scene che si alternano in una danza perblack sails 3.10 toby stephen luke arnoldfetta senza la minima sbavatura. In fin dei conti i pirati vincono, proprio come avevamo sperato, ma ancora una volta in Black Sails quel che accade non è quello che si poteva prevedere, al di là del risultato finale. Tutto quel che succede ha un suo perchè e il finale è stato comunque imprevedibile: la scorsa settimana nessuno avrebbe mai potuto credere che Vane finisse a penzolare con un cappio al collo, mentre stavolta tutti eravamo fiuciosi nel piano del capitano Flint per sbaragliare la marina inglese.

Certo Flint ha vinto, ma il suo piano è andato a rotoli: la battaglia campale non avrebbe visto trionfare i pirati. Il colpo decisivo alla situazione lo ha dato il signor John Silver, mentre la morte di Charles Vane ha reso possibile l’arrivo di Teach e la conseguente vittoria in mare. Due cose nelle quali Flint, incredibile a dirsi, non ha avuto modo di metterci lo zampino. Silver è stato fermamente sicuro nel fatto che il suo uomo Dobbs non lo avrebbe tradito. Il cuore del problema stava tutto nelle motivazioni: Dobbs provava vergogna e non risentimento nei confronti di un superiore che gli aveva imposto una giusta punizione. In questo modo, Hornigold è stato eliminato prima che potesse causare troppi problemi. Il punto è che Flint non avrebbe mai incaricato Dobbs di quella missione, dati i suoi precedenti, ed è lo stesso capitano ad ammettere che il mondo sta davvero cambiando se uomini come Dobbs si comportano in questo modo. Adesso che tutto si è svolto come lblack sails 3.10 toby stephens 2ui non aveva previsto, dovrebbe ammettere che piuttosto è lui stesso a non riuscire a manipolare gli uomini come prima: non era riuscito a distinguere la vergogna dal risentimento. Potrebbe essere quindi un segno dell’inizio della sua fine? Il suo erede è designato, e anche se si dovesse arrivare ad uno scontro, cosa che io non credo né spero accada, Flint finora è sempre riuscito a sopravvivere.

Neanche l’aiuto di Teach era un qualcosa che Flint poteva sperare di ottenere. Billy ha visto questa possibilità soltanto quando Vane ha scelto di morire per la causa, ottenendo un effetto farfalla che è arrivato a smuovere Barbanera, personaggio intrigante ma da cui personalmente mi aspettavo di più, nonostante sia stata alla fine una pedina importante. Lo stesso Billy ci ha anche visto lungo proprio su John Silver: non è stato il caso a suggerirgli di usare quel nome nella sua crociata rivoluzionaria. Le scene legate proprio alla rivoluzione segreta a Nassau sono un altro tocco di classe: ci viene mostrato il modo in cui una rivolta nasce, come viene progettata e in che modo deve essere mandata avanti, toccando le corde giusto del popolo in modo da creare a tavolino una leggenda che possa mettere paura. Il tutto con leggerezza e maestria. Il nome di Long John Silver è destinato a terrorizzare Nassablack sails 3.10 clara pagetu, e le parole di Billy addirittura presagiscono un futuro da re dei pirati per l’uomo che ha iniziato la sua scalata al potere partendo dalle cucine.

E questo è un argomento che sta a cuore a Black Sails, ovvero la crescita dei protagonisti: l’evoluzione dei personaggi, anche quelli subalterni, è da tre stagioni a questa parte condotta con coerenza e intelligenza. Jack e Annie, ad esempio, sono davvero il “lascito” di ciò che resta di Charles Vane, e scommetto che nella prima stagione nessuno avrebbe pensato che lui potesse guidare una nave tutta da solo, e lei riuscire ad essere una donna totalmente indipendente. Ma si potrebbero fare altri mille esempi simili, rischiando di trasformare la recensione in un elenco di motivi per i quali Black Sails è probabilmente uno degli show migliori in circolazione.black sails 3.10 ray stevenson

Quindi, soltanto un appunto finale: molti show televisivi con un maggior bacino d’utenza di fronte a questa serie, di fronte ai suoi creatori, ai suoi sceneggiatori, ai suoi attori, dovrebbero prendere carta, penna e inchiostro, per poi iniziare a prendere appunti su come si trasforma una storia ben scritta e ideata in un capolavoro televisivo. Eppure in fin dei conti siamo contenti che Black Sails non abbia gli stessi spettatori di altri show: significa che può mandare avanti la propria storia nella maniera più indipendente possibile. E noi già adesso fremiamo nell’attesa della prossima stagione.

Per restare sempre aggiornati su news, immagini e seguire gli episodi vi consigliamo di passare per Black Sails Italy. Ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema.

3.10 – XXVIII - Il nostro giudizio
  • Capolavoro
Sending
User Review
4.86 (7 votes)
Comments
To Top