fbpx
Better Call Saul

Better Call Saul: lo show è rinnovato per una quarta stagione

Better Call Saul

Pur non rischiando la cancellazione (anche se di questi tempi non si può mai sapere), il rinnovo di Better Call Saul non era mai stato annunciato ufficialmente. Fino ad oggi, quando con una nota proveniente direttamente dagli studi AMC è stato reso noto che la quarta stagione si farà.

La notizia arriva in ritardo. Mentre era ancora in onda la seconda stagione, già fu annunciata la terza: si capisce quindi perché molti fan siano comunque rimasti preoccupati quando lo scorso martedì, dopo l’ultimo episodio, il network AMC che produce il sequel di Breaking Bad non aveva proferito parola al riguardo. D’altronde non poteva proprio finire così la storia, non con quella scena. Dobbiamo sapere se (attenzione, spoiler in arrivo, siete avvisati) Chuck McGill è davvero morto carbonizzato nella sua casa. Il coronamento della terza stagione è infine arrivato proprio negli ultimi minuti. La terza è stata la serie migliore finora, quella che ha impresso una sterzata decisa alla vita di Jimmy portandolo sempre più vicino alla persona che sarà Saul Goodman. Persino il nome è venuto fuori negli ultimi episodi, con tanto di descrizione su come esso sia nato nella mente di Jimmy.Bob Odenkirk and Rhea Seehorn in Better Call Saul

LEGGI ANCHE: La recensione del finale della terza stagione di Better Call Saul

Per chi non lo sapesse (c’è ancora qualcuno che non conosce questa serie? Davvero?), Better Call Saul è ambientato un tot di anni indefiniti prima di Breaking Bad. Narra l’ascesa, anzi la trasformazione di Jimmy McGill in Saul Goodman: una trasformazione lenta e indolore, che dopo trenta episodi ancora deve essere ultimata. E questo non è certo un difetto della serie, ma un pregio.

Nel 2018 dunque altri dieci episodi per Better Call Saul: la storia ha ancora tanto da dire. Vince Gilligan e Peter Gould non deluderanno le aspettative. Finora non le hanno mai deluse.

Comments
To Top