fbpx
Better Call Saul

Better Call Saul: recensione dell’episodio 2.06 – Bali Ha’i

Better Call Saul

È ormai chiaro come la seconda stagione di Better Call Saul abbia preso una strada completamente diversa dalla prima, ampliando l’orizzonte narrativo nei confronti di chi era poco più che comprimario. È diventata a tutti gli effetti una serie corale. Al momento non c’è nessuno personaggio che prevarica su un altro. Paradossalmente Jim, colui che dovrebbe essere il protagonista della serie, e in fin dei conti lo è, in questo episodio ha uno scarso minutaggio a disposizione. Ma tutto ciò, essendoci dietro un autore geniale come Gilligan, non credo sia frutto di un caso o, ancora di più, di qualche passo falso in fase di scrittura.
Better Call SaulSe Jimmy è meno protagonista del solito è perché rispecchia in tutto e per tutto il periodo che sta passando, ovvero il sentirsi messo un po’ da parte. Ad inizio episodio lo vediamo inquieto, insonne, nervoso. C’è qualcosa in lui che non va, dai rapporti incrinati con il fratello e Kim ai problemi che ha causato allo studio legale dove presta servizio. Ecco che allora cerca di ritrovare il suo equilibrio tornando nello sgabuzzino del salone di bellezza che un tempo sfruttava anche come ufficio. La routine in cui era finito gli stava stretta: vuole continuare ad essere un battitore libero e questo lo fa presente anche nel bel dialogo finale con Kim.

È un episodio, Bali Ha’i, dove ognuno vuole tenersi ancorato al suo porto sicuro. Anche Kim che viene messa alla prova ricevendo un’allettante offerta di lavoro presso uno studio legale, se all’inizio sembra essere incline ad accettare la proposta alla fine si intravede in lei la voglia di non lasciare la HHM in questo preciso momento nonostante Jim la convinca del contrario. Ma forse è proprio Jim la causa del non voler lasciare la HHM perché i due, legati da affetto reciproco, si somigliano più di quanto uno possa credere e credo proprio che Kim sarà disposta a ricorrere ai metodi à là Saul pur di andare avanti e vincere la causa legale nella quale si è buttata da capo a piedi.

A Vince Gilligan piace vincere facile, questo è chiaro. Dopo che nel precedente episodio è entrato in scena Hector Salamanca, ecco che in Bali Ha’i fanno il loro ingresso i gemelli Salamanca direttamente. Ma Gilligan – passatemi l’espressione un po’ all’acqua di rose – non è certo uno che frigge mica con l’acqua inserendo personaggi conosciuti in Breaking Bad solo per creare un effetto nostalgia e accaparrarsi più pubblico possibile. Tutto questo è propedeutico per preparare il terreno a quegli eventi che abbiamo già avuto modo di conoscere nella serie madre.

Se qualche recensione fa lamentavo uno scollegamento un po’ troppo marcato tra le vicende di Jim e quelle di Mike, adesso questo gap non si fa sentire più di tanto perché Ehrmantraut, così come Kim, cammina sulle proprie gambe senza aver bisogno di un incontro/scontro con il protagonista della serie. Vuoi perché è entrato in scena un personaggio di spicco come Tio, vuoi perché vediamo Mike all’opera con uno stratagemma di astuta intelligenza reso possibile grazie ad uno zerbino.

Better Call Saul 2X06 - 2Mike è un personaggio mastodontico. Alla luce di come si è evoluto all’interno di Breaking Bad e quello a cui è andato incontro, in questa serie lo si riesce ad apprezzare ancora di più. Apprezziamo la sua dignità di uomo, la devozione verso la famiglia, il self-control che mantiene anche mentre due brutti ceffi sul tetto minacciano di uccidere la sua nipotina se i patti non verranno rispettati. Chapeau a Gilligan per aver costruito un personaggio del genere.

Mancano solo quattro episodi al termine della seconda stagione e chi lamenta che il colpo di scena tardi ad arrivare, gli consiglio di aspettare. Non sarà un colpo di scena eclatante, “rumoroso”, che sconquasserà l’equilibrio dell’intera serie perché Better Call Saul non è quel tipo di prodotto. Per chi invece, come il sottoscritto, non pretende chissà cosa per spezzare i ritmi lenti della serie, consiglio invece di continuare a godere di una serie sopraffina, con un’ottima regia e fotografia e che segue un suo preciso percorso nel migliore dei modi possibili.

Per essere sempre informati su Better Call Saul passate e mettete un like sulla pagina Better Call Saul – Italia e ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema.

2.06 - Bali Ha'i
  • Corale
Sending
User Review
4.67 (3 votes)
Comments
To Top