fbpx
Better Call Saul

Better Call Saul: Recensione dell’episodio 1.07 – Bingo

Karma 1

James Mc Gill 0

Dopo la parentesi tutta dedicata a Mike della scorsa puntata si torna a parlare del nostro avvocato preferito, il determinato e sfortunato James Mc Gill. Perché se è vero che da una parte James ha trovato la strada del successo facendosi spazio tra un catetere e una dentiera aspettando il funebre momento che accompagna l’odore dei soldi, in questa puntata purtroppo deve fare i conti con il karma, che sembra aver bussato troppo presto alla porta dello scantinato Schermata 2015-03-17 alle 16.54.51adibito a ufficio.

La famiglia più falsa e stereotipata d’America, dopo aver costruito un impero con i soldi rubati, si vede costretta a minacciare James per evitare una prigionia sicura. Non basta la proposta di patteggiamento di Kim per persuaderli a consegnare i soldi rubati scontando anche un anno di prigionia, i Kettleman sanno di avere il coltello dalla parte del manico e sanno anche che James non può far altro che alzare le mani e arrendersi alle loro minacce. Ed è proprio in questo momento, quando James viene messo alle strette che esce realmente per la prima volta Saul Goodman.

Richiuso nello scantinato, costretto ad appoggiarsi a codici civili per salvare i Kettleman, James guarda in alto e viene illuminato da una malefica idea che si concretizza in poco tempo in un diabolico piano per sottrarre i soldi rubati e restituirli al procuratore. E’ proprio Mike il braccio ideale per concretizzare il suo pensiero, riuscendo così a chiudere il debito che il suo futuro partner aveva tenuto in sospeso. L’infiltrazione notturna e tutta la preparazione del piano ricorda in tutto e per tutto la geniale ideSchermata 2015-03-17 alle 20.36.02a della settima stagione di Breaking Bad di utilizzare un enorme magnete per distruggere i dati contenuti nei computer del Dipartimento di Polizia. Anche in questo caso Mike eccelle nelle sue mosse e consegna senza scomporsi la borsa piena di soldi a Jim.

Ed è proprio davanti alla borsa colma di dollari e al piccolo scambio di battute che ammiriamo per la prima volta il perfetto duo che diventerà in futuro la mente e il braccio dell’illegalità. Ovviamente il paragone tra il duo Walter White e Jesse è scontato, e anche se sappiamo che purtroppo sarà per loro impossibile eguagliare i loro predecessori, di sicuro riusciranno ad uscire a testa alta da tutte le situazioni negative a cui andranno incontro. Ciò che Mike ha in più di Jesse è la fedeltà dettata forse dalla sua carriera nel corpo della polizia, pregio che James ha già apprezzato e che lo faciliterà ad assumerlo in futuro.

La nuvoletta fantozziana però continua a orbitare sulla testa di James che, oltre a vedersi costretto a riconsegnare i soldi, si vede chiudersi la porta in faccia da Kim, dopo la sua proposta di assunzione. Questo filone rosa che nelle scorse puntate si era manifestato a sprazzi tra una boccata di sigaretta e una pedicure, inizia a occupare sempre più spazio nelle puntate, incasinando un po’ la trama oltre che la testa di James. Kim costringe in maniera indiretta James a riconsegnare i Kettleman allo studio rivale, facilitando la carriera di Kim che era stata messa in dubbio dopo aver perso l’allegra coppia. Lo studio mastodontico Schermata 2015-03-17 alle 20.27.49con vista mozzafiato sembra così allontanarsi dai sogni di James, così come il pensiero di avere Kim al suo fianco nell’ufficio vicino.

La prima sottotrama di Better Call Saul si chiude con una sconfitta per il nostro protagonista, che si vede costretto a proseguire le sue sedute di bingo per continuare gli affari. Personalmente penso che in queste sette puntate sia mancato un villain più solido, una figura più concreta e pericolosa dei Kettleman. La puzza d’inganno delle prime puntate in cui hanno voluto mostrarci Nacho come possibile e temibile villain si è concretizzata quando il nemico si è allontanato velocemente dal nostro protagonista. Di sicuro Saul dovrà avere un’ascesa meno “fortunata” dei personaggi di Breaking Bad per evitare di arrivare troppo presto alla sua salita al potere, banalizzando troppo presto le trame.

Ciò che mi affascina però è la capacità tecnica di ripresa: partendo dalla conversazione di Mike con il detective dove il pannello dei ricercati sovrastava l’inquadratura fino ad arrivare alla ripresa di James nello studio usata in copertina non si può fare a meno di notare come questo sbilanciare l’immagtumblr_nlc9eq4viK1qzpxx1o1_1280ine crei un po’ di disturbo ma allo stesso tempo stupore. Dopo aver conosciuto come opera Gilligan non ci stupiamo se un rumore di pisciata fa da sottofondo alla telefonata di James, o se viene regalato troppo tempo a Mike per mangiarsi le mele attendendo il momento propizio per colpire, tutte queste perle nascoste sono studiate per creare disturbo all’azione e per creare tensione e perché no, qualche risata.

L’episodio si salva per il piano di James ma purtroppo non eccelle come gli altri. La figura di Kim ci crea un po’ di fastidio e non riusciamo ancora ad apprezzarla per bene. James dal canto suo non può fare a meno di essere ammaliato dalla bionda che lo porta a perdere tutto quello che aveva guadagnato. I ripetuti calci alla porta dello studio non bastano per ridare il sorriso allo sfortunato avvocato, saprà rialzarsi presto James e a trovare la combinazione vincente che gli farà esclamare Bingo?

Per essere sempre informati su Better Call Saul passate e mettete un like sulla pagina Better Call Saul – Italia

Comments
To Top