fbpx
News Serie TVSerie Tv

Better Call Saul: Raymond Cruz racconta come hanno tenuto nascosto il suo personaggio

54daf3c104fa9_-_better-call-saul-tuco-shareÈ stata sicuramente la sorpresa più grande. Dopo mesi (anni?) di clip, foto e note ufficiali in cui abbiamo conosciuto in anticipo quello che sarebbe stato il cast dello spin-off di Breaking Bad, nessuno di noi si aspettava che alla fine del primo sarebbe stato proprio Tuco a spuntare dietro la pistola che minaccia Saul Goodman, o meglio Jimmy Mc Gill.
Rotten Tomatoes ha intervistato Raymond Cruz, volto e voce di Tuco Salamanca. L’attore ha raccontato di come in questi mesi Gilligan, Gould & company abbiano tenuto nascosto il suo ritorno nella nuova serie.

“È stato per rispetto nei confronti di Vince che non ho detto niente” ha raccontato Cruz “Non volevano che lo dicessi a nessuno. Quando giravamo, mi tenevano nascosto sotto l’ombrello. Quando andavamo sul set, dovevo sdraiarmi nel furgone. In albergo ero sotto falso nome. Mi sentivo come nel programma di protezione testimoni. Nessuno sapeva che ero lì tranne lo staff – e tutti hanno giurato di mantenere il segreto.
L’attore ha saputo che avrebbe partecipato allo show quasi a giochi fatti. “Ho sentito che stavano facendo un prequel di Breaking Bad e che sarebbe stato ambientato cinque o sei anni prima, ma non sapevo che avrei fatto parte dello show fino a quando la serie era già in produzione. Quando si stavano preparando per girare, mi hanno contattato e mi hanno chiesto se volevo farlo ed io ho risposto che non sapevo se volevo tornare a riprendere quel personaggio. È davvero difficile fare Tuco. Mia moglie odiava Tuco. Ma io non ho mai pensato a lui come ad un ragazzo cattivo. Ci sono un sacco di persone che pensano che lui sia terribile, che sia il male. Non ho mai guardato al personaggio in quel modo. Non mi piace giudicare. Guardo solo quello che fa e come lo fa. Lui è molto appassionato. 55665f75ca2741bdc1983c370bed5b00Non è un ragazzo intelligente, ma possiede comunque un’ intelligenza di strada. Quasi come un cane. Con un sacco di personaggi, cerchi di costruirli dandoti dei parametri. Non ne ho mai trovati per Tuco, né emotivi né mentali. In Breaking Bad, il suo comportamento era alterato dalla metanfetamina.”

Il Tuco che si vede in Better Call Saul è però differente in alcuni aspetti dal Tuco di Breaking Bad. Anche qui ama cucinare ed è fortemente legato alla famiglia, ma in lui possiamo anche vedere una sfaccettatura comica. “Ho sempre visto Breaking Bad come una dark comedy. Anche Better Call Saul è un dramma, ma è divertente. È divertente perché ti sente a disagio, per via delle situazioni e dei personaggi” ha aggiunto Cruz “Sento che Tuco è un personaggio diverso per via di Bob Odenkirk e del suo approccio alla scena. Tuco è fuori di testa, ma Bob reagisce. È terrorizzato e cerca di alleggerire le cose per portare la situazione a suo favore e Tuco è divertito da questo. È stata la stessa cosa in Breaking Bad con i personaggi principali. Era sempre divertito dai modi in cui cercavano di manipolarlo. È come un gatto che gioca con un topo.”

A questo link la recensione della premiere di Better Call Saul

Valentina Marino

Scrivo da quando ne ho memoria. Nel mio mondo sono appena tornata dall’Isola, lavoro come copy alla Sterling Cooper Draper Price e stasera ceno a casa dei White. Ho una sorellastra che si chiama Diane Evans.

Articoli correlati

Back to top button