fbpx
Better Call Saul

Better Call Saul: Gus Fring potrebbe tornare per più di una stagione

better call saul
Photo by Ursula Coyote/AMC - © AMC Networks Entertainment LLC. All RIghts Reserved.

Nell’ultimo episodio di Better Call Saul un personaggio caro ai fan di Breaking Bad, e di Saul Goodman ovviamente, ha fatto il suo ritorno sulle scene, Gus Fring.

In una lunga intervista a EW Giancarlo Esposito ha raccontato com’è stato tornare a lavorare con Vince Gilligan e Peter Gould e molto altro ancora. Ecco un breve estratto.

Hai affermato che la tua prima reazione all’idea di tornare in questo prequel è stata negativa. Questo perché Gus è realmente esploso nell’episodio di Breaking Bad Face Off ed è un momento impossibile da superare?
In realtà perché non sapevo davvero come Gus sarebbe entrato in uno show su Saul. Sapevo che Better Call Saul era stato concepito come una commedia, poi trasformatasi in dramedy. Amo la serie, amo quello che fa Bob ma non sapeva come Gus sarebbe potuto entrare in tutto questo. Così ho sentito dei rumors sul ritorno di Gus e ho ricevuto una telefonata: ero disposto a farlo?
Ero disposto a parlarne con Vince [Gilligan]. Poi sono passati altri sei o otto mesi e Vince e io abbiamo avuto una fantastica conversazione in cui mi ha chiesto se volevo tornare. Io ho risposto “Vince, hai tu creato il personaggio, io l’ho interpretata e portato in vita. Ho respirato la vita attraverso Gus.” Lui ha replicato: “No, tu hai creato questo personaggio perché hai incarnato questo ragazzo e ci ha ispirato. Allora ho risposto di si, perché ho molto rispetto di Vince, Peter Gould e tutti gli sceneggiatori che hanno contribuito a rendere Saul un successo a sé stante fuori da Breaking Bad. Mi ha assicurato che avrebbero trovato il modo di renderlo interessante e che sarei tornato per più di un episodio. Immagino che Vince stia pensando di portarci fin dove è  incominciato Breaking Bad, forse.

better call saul

LEGGI ANCHE: Better Call Saul: nuovo trailer con Gus Fring

C’è una trama specifica che Vince e Peter hanno creato per te?
Mia figlia Shayne Esposito mi ricorda sempre: “Non è il tuo show, papà! Non si tratta di te!” ma ho detto a Vince:” Preferirei avere uno show chiamato The Rise of Gus e vedere tutto il mondo di Gus … “. (…)
Ci siamo accordati su un paio di cose che credo siano importanti: Gus è principalmente un mistero, il che significa che il mistero deve svolgersi in modo lento. Naturalmente vogliamo saperne di più su Gus, trovare un equilibro con la storyline di Saul e penso che lo faranno brillantemente. Mi eccitava molto immaginare chi fosse Gus prima di incontrarlo (in Breaking Bad). Chi è questo tizio? Voglio inquadrare la sua ascesa in un modo più specifico. In altre parole vederlo più vulnerabile, meno maniaco ma ovviamente in controllo. È molto intelligente, è il grande cervello che ha creato quel business o diversi come questo. Mi incuriosiva trovare altri punti delicati di Gus da svelare al pubblico, e pensare alla reazione del pubblico.

Vedremo nuove sfumature di Gus?
È molto, molto compassionevole verso i suoi nemici. Ma dietro quella compassione, attraverso un incidente che si svolge in questa stagione, vedremo il suo grande piano per questo particolare personaggio. Penso sarà un momento affascinante per il pubblico e per Gus.

Mi pare di capire che sarai nelle stagioni 4 e 5 come personaggio fisso. Quindi è un impegno per più di una stagione?
Sarà un impegno multi-stagionale, il che mi impedisce di sviluppare un altro progetto che avevo in mente. In questa terza stagione scopriremo alcune cose, ma mi piacerebbe che nel corso della quarta ci siano rivelazioni più profonde e complicate sul passato di Gus che lo colleghino e lo portino al cartello.

Cosa puoi dirci sul primo incontro che tra Gus e Mike o Jimmy?
Sarà in uno spazio molto ampio all’aperto, sulla strada e sarà spaventoso, grande, esteso e western. È il momento in cui cercheremo di capire: Chi è il capo? Cosa sei disposto a fare se ti viene offerto qualcosa?  Per Gus è un “prendere o lasciare” perché potrebbe scacciare Mike ma capisce anche che la sua fedeltà e la sua sapienza di Mike potrebbero tornare utili, che potrebbe essere un partner. Sono eccitato per quel particolare incontro perché è il mondo in cui vivo. Questo è il mondo in cui gli scacchi si muovono e voglio che si muovano. E spero anche in qualcosa di veramente intelligente e brillante, in cui Gus può avere una conversazione con Saul circa il modo in cui fa quello che fa. Se questi ragazzi si avvicinassero sarei veramente impressionato. Perché ora abbiamo Jimmy McGill, non ancora Saul Goodman. Abbiamo Jimmy che sta lottando con tutti quegli elementi che lo faranno diventare Saul, quindi cosa lo spingerà a rivelare il vero Saul?

better call saul

LEGGI ANCHE: Netflix: Girlboss, Dear White People, Better Call Saul e le altre novità di aprile

Se dovessi usare un’analogia legata al mondo animale, come descriveresti il lavoro su Better Call Saul e quello Breaking Bad?
Breaking Bad era il leone, feroce e complicato, intelligente e inconfondibile. Saul potrebbe essere un giaguaro: è un po ‘più gentile, un po’ più piccolo, preciso, discreto, veloce e sorprendente. Con un leone sai esattamente cosa stai per ottenere. Sai cosa farà, non importa cosa ma lui ti mangerà. Non importa cosa ma sarai incollato al tuo televisore e non potrai smettere di guardarlo. Ma il giaguaro è intrigante e furtivo, si muove su percorsi diversi per sorprenderti, è molto più veloce di te e può ucciderti in un altro modo.

Puoi darci un indizio criptico su quello che impareremo in questa stagione su Gus?
Gus potrebbe un salvatore, chi lo sa?

Comments
To Top