fbpx
Awkward - Diario di una nerd superstar

Awkward – Diario di una Nerd Superstar: Ashley Richards e Brett Davern sulla premiere della terza stagione

Dopo una lunga attesa, Awkward – Diario di una Nerd Superstar è finalmente tornato con due episodi scoppiettanti, ‘Cha Cha Changers’ e ‘Responsible Irresponsible’.

Attenzione Spoilers!

Attenzione Spoilers, sconsigliamo la lettura a tutti coloro che non vogliono ottenere anticipazioni sui prossimi episodi della serie tv ancora inediti in Italia.

Attenzione Spoilers!

Con morti improvvise e sospette gravidanze, la serie targata MTV parte col botto e non possiamo che aspettarci una stagione entusiasmante e ricca di colpi di scena.

In un’intervista per The Hollywood Reporter, Ahley Rishards (Jenna) e Brett Davers (Jake) parlano della possibile gravidanza per Jenna e per Sadie, oltre che della morte di Ricky, ragazzo conteso, nelle scorse stagioni, dalla stessa Sadie e Tamara.

In merito alla possibilità che Jenna sia incinta, Ashley Richards dice: “La paura di una gravidanza è un qualcosa che Jenna sente tumblr_m6aitAshley Richards & Brett Davernmolto vicino, essendo anch’essa figlia di una gravidanza in età adolescenziale. Non lo dice a Matty perché è spaventata. Jake è lì per caso e la cosa viene fuori. Ma non c’è niente di malizioso, nè tanto meno di segreto. La gravidanza sarà un test per la relazione tra Jenna e Matty”.

Ma c’è un’altro possibile pancione in arrivo e questa volta per Sadie:  “Primo responso! questo è tutto ciò che posso dire. Sadie potrebbe essere incinta, ma solo il il test lo può sapere!”.

Per quanto riguarda, incede, l’altra notizia shoccante di questi primi due episodi, ossia la morte di Ricky, si sono espressi in merito sia Ashley Richards che Brett Davern. L’attrice è rimasta soddisfatta del modo in cui gli autori hanno trattato l’argomento: “Il tutto è affrontato in modo scherzoso, in pieno stile Awkward, ma comunque con gran classe che ha permesso da un lato di fare dell’ironia e dall’altro di mantenere grande onestà”. Daver dà una risposta molto più seria, dicendo che la morte di un proprio compagno di scuola è un qualcosa che molti ragazzi affrontano e che lui in prima persona ha vissuto: “E’ qualcosa che molti adolescenti vivono. A me è capitoto quando ero al liceo. E’ interessante vedere come i vari personaggi affrontano la cosa”.

Comments
To Top