Arrow

Arrow: Recensione episodio 3.10- Left Behind

Come è possibile scrivere una puntata di Arrow senza che il vigilante appaia mai sullo schermo? Può riuscire un episodio chearrow-310-13 interrompe lo iatus invernale a essere esaltante se Oliver Queen non indossa mai la calzamaglia? Queste domande sicuramente sono quelle che gli sceneggiatori di Arrow hanno avuto per la testa quando hanno iniziato a scrivere questo episodio. Dopo che il povero Ollie era caduto giù dal K2 due erano le strade da intraprendere, far trascorrere del tempo e aprire la seconda metà di stagione con il suo ritorno a Starling City, oppure riprendere la narrazione da dove si era interrotta, sacrificando per un po’ di episodi la figura del vigilante. “Left Behind” percorre questo secondo binario, affiancando al recupero di Oliver tra le nevi, la disperazione dei suoi compagni che cercano di portare avanti il suo lavoro, e il solito flashback a Hong Kong (che sembra più Boston…). Se poi aggiungiamo, il nuovo cattivo di stagione Brick (o Garret di Galavant se preferite) Laurel che diventa Canary, Malcom Merlyn e la genesi di Atom, allora capirete come questa scelta risulti azzardata.

Probabilmente gli sceneggiatori hanno pensato che per supplire all’assenza di Arrow fosse necessario mettere tanta carne al fuoco e raccontare in maniera singhiozzante tante cose che si svilupperanno in questa metà di stagione. Il risultato è un primo episodio amaro, che risulta molto emozionante nella parte dedicata a Felicity (chissà perché) e a Diggle, ma che disperde questa tensione in tutte le altre microstorie presenti. Il lutto che piano piano si diffonde in Felicity, Diggle e Roy è gestito molto bene, i dialoghi sono ottimi, mai scontati e pieni di pathos ma se sono seguiti da Oliver che si spiaccica su una finestra o da Tea che gioca ad essere un moschettiere del re, risultano quasi stonati.

Arrow-Footage-4Per la prima volta da quando vedo Arrow mi sono ritrovata a chiedermi a cosa servisse questo episodio, oltre a introdurre in nuovo villain di stagione. Infatti niente sembra procedere, ma tutto resta fermo e quelle che dovevano essere le emozioni capaci di trainare l’episodio vengono sacrificate da scene troppo didascaliche. Qualcuno di voi nutriva dei dubbi sulla sopravvivenza di Oliver o sul fatto che fosse stata Katana a salvarlo? Da quando il suo personaggio ci è stato presentato sapevamo che sarebbe stata qualcosa di più di una semplice moglie e madre, e chi altro poteva essere presente alla corte di Ras’al’Ghul se non la moglie di Maseo Yamashiro?Io avrei preferito vedere sostituita Hong Kong con la montagna innevata, ambientando lì i flashback di episodio per un po’ di settimane, così da scoprire gradualmente chi e come aveva salvato Ollie. Anche perché ormai della vacanza cinese del signor Queen sembra essere rimasto molto poco da raccontare.

Se c’è una cosa però che questo episodio fa bene è introdurre il cattivissimo Brick, che nei fumetti è un super cattivo, meta-umanodownload che darà molto filo da torcere ad Arrow. Vinnie Jones è come al solito bravissimo nell’interpretare il duro spietato e picchiatore, ma soprattutto nel risultare antipatico e temibile molto più di Slade lo scorso anno. Interessante poi che abbia deciso di costruire un esercito di malviventi obbligando la polizia a rilasciarli a causa del furto delle prove (quando si dice la giustizia). E questo fa di Brick un cattivo non solo immortale ma anche intelligente e capace di mettere sotto scacco il concetto di “vigilante”.

Un ritorno sotto tono per Arrow, che introduce una serie di episodi in cui Oliver Queen non sarà così presente come al solito e questo non sembra essere particolarmente interessante. Inoltre la spaccatura all’interno del Team Arrow e le trame di Merlyn potrebbero risultare un po’ troppo ripetitive, in una serie che ha fatto dell’adrenalina emozionante la sua specialità. Arrow deve farci sobbalzare dalla sedia, deve farci urlare, piangere, ridere, farci esclamare “Fuck Yah!” non farci sentire allo sbando.

Good Luck!

Angolo della Vipera:

  • Olicity del mondo piangete insieme a me…

  • Diggle con il costume era inguardabile

  • Se Roy si da all’alcol come Laurel l’anno scorso io vado via…

  • Thea Queen vince il premio come genio dell’anno, e pensare che gestisce da sola un locale

  • Ray Palmer mi propongo come sostituta di Felicity!

Per restare sempre aggiornati su Arrow, con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per You can inspire people.ϟ ARROW & the FLASH ϟ

Comments
To Top