fbpx
Recensioni Serie Tv

Arrow: recensione dell’episodio 2.17 – Birds of Prey

Birds of Prey è una piacevole parentesi che va ad interrompere, momentaneamente, il ciclo di episodi incentrati sulla vendetta di Slade ai danni della famiglia Queen. Scrivo momentaneamente perché a fine episodio Slade ricompare con le peggiori intenzioni e il titolo del prossimo episodio fa pensare che i riflettori saranno puntati quasi esclusivamente su di lui. Ma il tema della vendetta percorre anche questo episodio con il ritorno a Starling City di Helena Bertinelli, decisa più che mai a vendicarsi del padre Frank reo di averle ucciso l’amato fidanzato. Arrow 108 b

Non ho fatto i salti di gioia quando sullo schermo si è ripresentata ai miei occhi di Helena Bertinelli. Anche nella prima stagione gli episodi che la riguardavano non erano certo i migliori e il suo personaggio pecca di scarso carisma e profondità. Un character troppo debole per incentrarci di nuovo un intero episodio che anche a livello di scrittura lascia un po’ a desiderare. Sono tante le forzature che incontriamo in Birds of Prey, dal ritorno (sfigato) di Laurel in tribunale proprio quando Helena fa un blitz prendendo in ostaggio chi si trova all’interno o la storia con sempre più venature da teen-drama (siamo pur sempre sulla CW) di Roy e i suoi complessi da mirakurato. Appare così scontata la scena nel quale vediamo Roy tradire Thea con una giovane bionda nella soffitta del Verdant, un tradimento sofferto e dovuto (anche sotto consiglio di Oliver) per non mettere in pericolo la vita di Thea.

Il flashback, per certi aspetti, appare poco più interessante di quello che accade nel presente, perché mette al centro il personaggio di Sara che di episodio in episodio convince e piace sempre di più. Sara si trova costretta a prendere una difficile decisione. Slade vuole lasciare l’isola con la nave ma uno dei motori è fuori uso e necessita della riparazione da parte di un meccanico che, grazie alla fuga dell’episodio precedente, era riuscito a mettersi in salvo, insieme ad altri, con Sara. Se il meccanico non tornerà entro breve sulla nave a riparare il guasto, Slade ucciderà Oliver, suo prigioniero. Sappiamo bene che non sarà così ma Oliver verrà torturato con delle scariche elettriche lasciandogli sul corpo quelle cicatrici che ben conosciamo. ARROW

L’episodio, come spesso accade, ha i suoi ottimi momenti d’azione che, lo ricordiamo fin troppo poco, sono sempre ben diretti e montanti, cosa non affatto scontata per un canale molto spesso bistrattato (anche da noi) come la CW. Ma se togliamo questi momenti dal giudizio finale, di Birds of Prey rimane ben poco da ricordare se non un finale che fa crescere smisuratamente l’attesa per il prossimo episodio.

Il nome Birds of Prey non mi era nuovo e, facendo una piccola ricerca, ho scoperto che si tratta di una serie di fumetti che vedevano protagoniste, tra le altre, i personaggi di Black Canary (Sara) e The Huntress (Helena Bertinelli). La CW (ai tempi WB), nel 2002, trasse dai fumetti una serie tv che però ebbe poche settimane di vita. In tal caso sarebbe interessante vedere con che dati di ascolto la serie ha floppato, ma questo è un altro discorso.

2.17 - Birds of Prey

A volte ritornano

Valutazione globale

User Rating: 2.67 ( 1 votes)

Daniele Marseglia

Il cinema e le serie tv occupano gran parte della mia giornata. Nel tempo libero, vivo.

Articoli correlati

2 Commenti

  1. Concordo… episodio sciatto.

    Inevitabile quando ci metti al centro non solo Laurel ma pure la Huntress. Due personaggi che rompono tanto ma che dicono poco.

    Pure la scrittura in sè mi ha ricordato i primissimi episodi un po’ ridicoli. Con Laurel che afferra la bottiglia nel momento più insensato possibile e i discorsi profondi come una pozzanghera tra lei e la sorella mascherata (ma Sara la adoro!!).

    I momenti migliori sono quelli delle battute di Felicity e di Oliver che chiamato da Lance finge che sia sua madre XD

  2. Sufficiente questa puntata.
    Ritorna Helena sempre dediderosa di vendetta nei confronti del padre, intanto Laurel (che stà frequentando gli alcolisti anonimi) viene riassunta dall’assistente procuratore Donner, che gli chiede di lavorare sul caso Bertinelli, ma scopriamo che Donner ha usato Laurel solo come caprio espiatorio/esca, intanto Helena prende in ostaggio Laurel e per liberarla chiede uno scambio alla pari con suo padre, Oliver e Sara si presentano con il padre di Helena e dopo un acceso combatttimento tra le due ragazze, il padre di Helena viene ucciso accidentalmente da un proiettile sparato dalla SWAT, Lauerl e libera mentre Helena viene arrestata da Quentin.
    Oliver impone a Roy di non veder più Thea e lui lo fà facendosi sorprendere a baciare un altra ragazza.
    Donner viene licenziato per il suo comportamento, mentre il procuratore Kate decide di riassumere permanentemente Laurel alla procura dopo che quest’ultima “minaccia” di andare alla stampa per rivelare come la procura l’abbia usata nel caso Bertinelli.
    Nei flashback dell’ isola Slade (che comincia davvero a rompere!) continua a torturare Oliver, nel presente infine Thea incontra Slade che le offre un passaggio a casa e lei sale nella sua macchina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio