fbpx
Arrow

Arrow: Recensione 4.09 – Dark Waters

Arrow 409a

Sapevamo di dover arrivare alla fatidica resa dei conti, sapevamo di dover scoprire chi riposa in quella tomba; forse una parte di noi era consapevole anche che si trattasse proprio di lei, ma è ovvio non voler cedere al pensiero.

Un finale di metà stagione molto sentito per Arrow, che ormai sembra averci promesso lacrime ogni anno. Con la sola differenza che, mentre l’anno scorso era facile scommettere sul futuro del protagonista, su Felicity siamo abbastanza sicuri del contrario.

Arrow - Dark WatersIl conto alla rovescia per la vita della brillante informatica è partito nel preciso istante in cui Oliver ha affrontato a volto scoperto Darhk, con un plateale incontro con la stampa. Quello che infatti colpisce dell’episodio è la velocità con cui scorre e il numero di cose che accadono. C’è moltissimo da dire, finalmente, questa settimana, a partire da Darhk che si è definitivamente esposto con il rendez-vous, confermando le parole di Oliver che altrimenti sarebbero potute rimanere delle illazioni contro una delle persone più in vista della città. Devo ammettere che questo dettaglio cambia non poco le carte in tavola nel panorama della serie; gli autori si erano adagiati per tre stagioni sulla struttura classica, in cui il nemico agisce nell’ombra fino alla fine e lo scontro finale avviene solo negli ultimissimi episodi. Quest’anno invece lo schema subisce una piccola variazione, e per fortuna direi; inevitabilmente l’epilogo sarà lo stesso, con scontro finale in ultima battuta, ma ho comunque apprezzato questo piccolo plot twist a movimentare leggermente la vicenda.

A cambiare di molto lo status quo è anche Quentin, che esce allo scoperto e affianca il team Arrow nell’assalto al covo degli Spettri. Anche lui ora è piuttosto esposto e probabilmente le minacce di Darhk non sono parole vuote, non sappiamo cosa possiamo aspettarci da lui.

Restando sull’attacco al covo, ho trovato un po’ troppo forzato che sia dovuto intervenire Malcom per scoprire dove fosse la base operativa di Darhk; è la perfetta messa in scena del deux-ex-machina, e la trovo un’idea un po’ vecchia e scontata. Forse sarebbe stato più credibile se a scoprire tutto fosse stato proprio il suddetto Quentin, l’avrei apprezzato di più se non altro. Tuttavia ad un punto si doveva pur arrivare e, nonostante la banalità del percorso, il fulcro della vicenda si snoda in modo impeccabile.

Arrow - Dark WatersFino al momento cruciale: Felicity sembra morire tra le braccia di Oliver, uccisa da uno dei tantissimi colpi sparati dagli scagnozzi di Darhk nell’ennesimo botta e risposta dell’episodio. Certo, non l’abbiamo vista morire davvero, la scena si oscura proprio in quel momento, e the Walking Dead c’insegna che a volte l’ambiguità premia (non senza abbandonare del tutto la credulità e la credibilità), ma direi che in questo caso fare 2+2 ci sia concesso. Abbiamo già visto la tomba e le condizioni in cui versava Oliver di fronte ad essa; non metto in dubbio che possa essere affezionato a Quentin, ma dubito possa reagire in quel modo per lui.

È stato un durissimo colpo di scena, che i fan manderanno giù a fatica; e tuttavia, senza troppi giri di parole, l’ho trovato perfettamente ben posto. In un certo senso credo che Felicity purtroppo abbia fatto il suo corso come personaggio; non metto in discussione la sua utilità all’interno del team, ma è stata, in un certo senso, la causa dello snaturamento del personaggio di Oliver. Lo ha reso felice come mai ed è proprio nel momento più alto che colpisce un addio del genere. In questo senso, quindi, è stata più utile per un colpo di scena del genere invece di vedersela trascinare nella serie senza avere niente da dire. Ora dovremmo assistere all’ascesa del Green Arrow del fumetto, un personaggio che fino ad oggi si è rivelato molto distante da quello interpretato da Stephen Amell.

Ancora però non è ben chiaro il movente di Darhk; continuiamo a vedere frammenti che ci chiariscono i suoi intenti: vuole chiudersi sottoterra (lui, una cerchia ristretta di persone e solo il granturco a sfamarli) e gasare il resto del mondo perché ‘ogni tanto l’umanità ha bisogno di essere resettata’. Mi sembra leggermene debole come motivazione, spero insomma che ci sia altro sotto, che non sia tutto qui. Fino ad ora ho intessuto lodi su Damien proprio perché sembra un cattivo che ha qualcosa da dire, sarebbe molto deludente scoprire che vuole solo ucciderli tutti per fare un po’ di pulizia.

Questa volta però dovremo aspettare più del dovuto per ritrovare il nostro affezionatissimo team, la serie riprenderà solamente il 20 Gennaio sul canale CW.

In attesa del prossimo episodio e delle prossime recensioni ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema

4.09 Dark Waters
  • Ottimo colpo di scena
Sending
User Review
3.33 (6 votes)
Comments
To Top