fbpx
Arrow

Arrow: Guggenheim parla di Constantine, del crossover con The Flash e di Batman

È stato praticamente un crossover quello tra Oliver Queen e John Constantine nell’ultimo episodio di Arrow andato in onda la scorsa settimana. I due eroi appartenenti all’universo DC hanno unito le forze nel tentativo, poi riuscito, di riportare in vita (spoiler in arrivo se non siete al passo con gli episodi) Sara Lance, che sarà un personaggio chiave del prossimo Legends of Tomorrow. Il personaggio di Constantine proviene dall’omonima serie televisiva, andata in onda nella scorsa stagione televisiva su NBC, che ha chiuso i battenti dopo soli tredici episodi a causa dei bassi ascolti e di recensioni non entusiasmanti. Uno dei tre creatori di Arrow, Marc Guggenheim, è stato intervistato da Deadline.com e ha rilasciato alcune dichiarazioni interessanti sull’ultimo episodio “Haunted”:matt ryan stephen amell

[Deadine]: Allora Marc, andiamo diretti al punto: vedremo ancora John Constantine in Arrow?

[Gugghenheim]: ‘Per ora no. Avevamo progettato una sola apparizione’.

[D]: Va bene, è dura da mandare giù. Come siete riusciti ad avere Matt Ryan sul set, dato che è impegnato a Broadway in Therese Raquin?

[G]: ‘È stato difficile proprio per questo. L’opera teatrale ci ha portato a fare un programma di riprese infernale, e che ci crediate o meno, stavamo iniziando a perdere le speranze di averlo sul set. Oppure, ad un certo punto, abbiamo pensato di averlo soltanto per un giorno. È stata una sfida’.

[D]: E come avete fatto a girare l’episodio lo scorso agosto?

[G]: ‘Innanzitutto, i copioni dovevano già essere pronti: sia dell’episodio quattro che cinque. A un certo punto, dopo, sono andato da Greg Berlanti [altro showrunner, ndr] e gli ho detto: “Ho questa pazza idea per far funzionare il programma delle riprese: cambiamo l’ordine degli episodi, giriamo prima il quinto poi il quarto!” In questo modo siamo riusciti ad avere Matt sul set per tutto il tempo che volevamo. E devo ringraziare tutti gli attori e tutto il cast che li supporta, perchè non è stato facile’.arrow 405a

[D]: Parliamo dell’episodio: oltre al ritorno di Sara da quello che è essenzialmente l’inferno, viene mostrato il flashback dell’incontro tra Constantine ed Oliver sull’isola di Lian Yu che è stato essenziale per la puntata. Inoltre abbiamo visto come Oliver si è procurato quel tatuaggio…

[G]: ‘Si, è stata un’idea dello sceneggiatore Brian Ford Sullivan. All’inizio avevamo piani diversi con quel tatuaggio, volevamo che nascesse in un contesto diverso e lontano dalla magia, nei flashback ambientati ad Hong Kong. È strano poi come cambino le cose, anche se facciamo 23 episodi ogni anno, uno potrebbe pensare che il problema più grande da affrontare sia riuscire a riempire quegli episodi. Noi abbiamo il problema opposto: abbiamo tantissime idee che spesso non riusciamo ad inserire in soli 23 episodi. Quindi il tatuaggio è rimasto in sospeso, all’epoca, finchè Brian è venuto con questa idea e ci è piaciuta. Inoltre non è l’ultimo tatuaggio con cui avremo a che fare. Anche l’isola è importante, non dimentichiamolo. Abbiamo scoperto la sua vera natura ed importanza adesso’.

[D]: Quello con Constantine non è stato e non sarà l’unico crossover: ci sarà a dicembre quello con Flash e poi quello con Legends of Tomorrow. Quali saranno le differenze tra il crossover di quest’anno e quello dell’anno passato con The Flash?

[G]: ‘Ci sono molte cose belle riguardo al crossover di quest’anno: sarà davvero una storia divisa in due episodi, non come lo scorso anno dove abbiamo avuto due episodi interconnessi, ognuno dei quali aveva un inizio, una metà e una fine. È un unico grande evento diviso in due partiflash_arrow_crossover, un solo cattivo, e sarà importante perchè lancerà Legends of Tomorrow. Non bisogna vederlo come un pilot di questa serie, sia chiaro, ma come un episodio di Flash seguito da uno di Arrow, dalla durata di due ore, che introdurranno dei personaggi che avranno un certo peso in seguito’.

[D]: A proposito, quale personaggio DC vorresti vedere il Arrow?

[G]: ‘Amo Batman. È il mio eroe DC preferito e amerei vederlo in Arrow: purtroppo questo non accadrà a breve. Resta un sogno. Ma ne abbiamo così tanti ancora da far avverare, che davvero non può essere un rimpianto quello di non vederlo nella serie’.

In attesa del prossimo episodio e delle prossime recensioni ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema

Comments
To Top