fbpx
Arrow

Arrow – 1.04 An Innocent Man

“You are fighting a war Queen, except you have no idea, what war does to you. You need someone to remind you who you are, not this thing you are becoming. “

Arrow con il quarto episodio continua il modus operandi ‘cattivo della puntata’ ma aggiunge nuovi tasselli a quella che si spera sia la trama orizzontale in arrivo. La puntata si concentra sul caso di un uomo Declan, condannato a morte per l’omicidio della moglie. Oliver scopre che dietro alla storia c’è un complotto ordito da un potente imprenditore farmaceutico, Broodwor, e decide di rivolgersi a Laurel per riuscire a scagionare l’uomo.

Nel frattempo raccoglie alcune prove indicative dell’innocenza dell’uomo, ma non bastano a convincere il giudice a rivalutare la sentenza del processo. La stessa Laurel viene presa sott’occhio dagli scagnozzi del vero colpevole, che provano a ucciderla nella prigione dov’è rinchiuso . E’ proprio qui che Arrow interviene, e perde il controllo,causando lo sdegno della sin troppo santarellina avvocatessa.

La puntata infatti ruota proprio intorno al tema del controllo: può Oliver continuare la sua missione senza cambiare, o per così diventare un vendicatore spietato e perdere così se stesso, la motivazione che l’ha spinto a iniziare la sua guerra?

E mentre nel corso della puntata Dig si dimostra riluttante all’idea di aiutare il milionario nelle sue imprese, è nel finale che decide di affiancarlo proprio per ricordare al soldato, chi era prima di iniziare questa guerra. Diventerà l’Alfred della situazione (giusto per non citare gli evidenti parallelismi con Batman)?

Non mi dispiace l’idea. Mi piace come stanno gestendo la questione dell’essere un vigilante: cosa comporta esserlo, quali sono le conseguenze e quali le precauzioni da prendere per iniziare ad essere un eroe. Un eroe nell’ombra.

Dall’altra parte trovo comunque interessanti, anche i plot twist che riguardano la famiglia del protagonista: pensavo che il patrigno fosse in combutta con la madre, ma a quanto pare no. E’ proprio lui che ritrova la barca affondata di Robert e capisce che qualcosa non va. Brevi questa volta i flashback, ma che con incisività ci hanno mostrato la prima volta in cui Oliver per sopravvivenza ha ucciso qualcosa. Sarò solo io a vederla così, ma trovo che il mistero che riguarda il passato del personaggio, sia a tratti più coinvolgente delle storie presentate negli episodi.

E il finale ci lascia con un bel cliffhanger, sicuramente inaspettato! Oliver è già stato scoperto? Come se la caverà stavolta? E sopratutto, ora il capitano della polizia ha la pulce nell’orecchio, Oliver/Arrow avrà più vita facile a Starling city?

Per ora quindi lo show continua a essere interessante, e solido dal punto di vista di storie e scene d’azione. L’unica cosa che sembra lecito sperare, è che come per il caro “compagno” di vendette, Revenge, prenda il largo la trama orizzontale creando quel giusto mordente e spessore, che a lungo andare è indispensabile.

Comments
To Top