fbpx
Arrow

Arrow – 1.03 Lone Gunmen

“My name is Oliver Queen. To my family I am the brother and son who just returned home after being lost at sea 5 years ago. They don’t know I came back with a mission, to bring justice to our city, and the never can. The men and women I’ve targeted are dangerous, corrupt, a virulent cancer… But cancers can be fought and conquered. All it takes is surgeon and the right instrument”.

Continua la lotta al crimine del nuovo supereroe approdato sul network americano CW, anche se i produttori della serie non amano definirlo tale. “Questo non è lo spettacolo di un supereroe. Freccia Verde non è sovrumano ma un normale essere umano in circostanze straordinarie”. Ha affermato in un’intervista il produttore esecutivo Marc Guggenheim.
Decisamente straordinarie, direi. Ma in fondo è vero, per quanto le scene d’azione che coinvolgono il nostro vigilante siano sorprendenti (grande merito a Stephen Amell), Oliver Queen non è qualcuno con dei superpoteri ma un uomo profondamente danneggiato che combatte la sua personale crociata per riscattare non solo se stesso ma anche la memoria del padre che, in punto di morte, gli confessa di non essere colui che tutti, e soprattutto il figlio, credeva. Un uomo le cui cicatrici sul corpo sono come una mappa che sembra indicarci un percorso, quello da lui intrapreso, raccontando una storia; ciò che è realmente accaduto su quell’isola e che attraverso i flashback ci viene, a piccole dosi, svelato. Le storie sono, infatti, due: una ambientata nel presente e una sull’isola – per nulla deserta – dove Oliver è rimasto per cinque anni, trasformandosi in Arrow. E comunque, avevamo avuto il sospetto che il nostro protagonista non avesse trascorso cinque anni in completa solitudine; poco credibile che un viziato figlio di papà riuscisse a sopravvivere su un’isola deserta, contando soltanto sulle proprie forze e diventando, per giunta, una perfetta macchina di vendetta.
E mentre il passato di Oliver sull’isola è ancora un mistero, in quanto sappiamo soltanto che ha avuto un mentore e che non erano i soli a trovarsi lì; nel presente lo vediamo destreggiarsi tra il recitare la parte del playboy e ragazzo senza uno scopo, che non è più, e le sue retate notturne per ripulire Starling City dalla corruzione che l’affligge.
Tra i molti nomi presenti sulla sua agendina, in questo episodio, il nostro vendicatore mascherato punta il dito su quello di James Holder, pezzo grosso la cui società ha installato rivelatori di fumo difettosi in appartamenti economici, causando molti incendi… e troppi funerali. E che, a quanto pare, è anche l’obiettivo di qualcun altro, che non solo non persegue i suoi stessi nobili fini ma è un killer spietato dal modus operandi piuttosto stravagante, visto che non usa proiettili normali ma al curaro, un potente veleno, e da cui il nome Deadshot (meglio conosciuto come lo storico arcinemico di Batman). Le cose si complicano quando Oliver scopre che nel mirino del pericoloso mercenario ci sono alcuni uomini d’affari che parteciperanno ad un’asta per una società che produce energia, dove sarà presente anche la sua famiglia, e per proteggere i suoi familiari e fermare Deadshot, si vede costretto a chiedere aiuto, nei panni del suo alter ego, al detective Lance. Alla fine, tutto si risolve anche troppo facilmente e questo grazie anche alla mira infallibile del nostro arciere, che mette fuori gioco uno dei suoi tanti antagonisti; ce ne saranno altri da fronteggiare, e visto che l’action drama è basato sulla storia di Freccia Verde, conosciamo già i nomi dei potenziali cattivi che proveranno ad ostacolarlo. Tuttavia, questo non ci rovinerà certo il divertimento.
Ammetto che questo show è il mio nuovo guilty pleasure, ha tutto quello che io ricerco in una serie: l’eroe cupo e solitario con una missione da compiere che porta una maschera (e non mi riferisco a quella del costume), intense scene di combattimento, un dramma familiare, segreti da scoprire e per finire un triangolo amoroso, giusto per complicare un po’ le cose tra il bel protagonista e la sua ex.
Sono una ragazza, adoro queste cose.
Episodio all’altezza dei precedenti, secondo il mio punto di vista. Non è mancata quella perfetta miscela di azione, dramma e colpi di scena, promessi da questa fortunatissima serie che sta regalando alla piccola CW degli ottimi e meritati ascolti.
Diggle, la guardia del corpo, scoprirà il segreto di Oliver? Dubito che accadrà, non era lucido in quel momento, ma è un tipo sveglio ed un sospetto che potrebbe ben presto trasformarsi in certezza non potrà non farsi strada nella sua mente.

Comments
To Top