Attori, Registi, ecc.

Alyssa Milano favorevole a una reunion di Charmed

Jarett Wieselman, giornalista del New York Post, ha avuto la possibilità di chattare con Phoebe Samantha Alyssa Milano relativamente al suo ruolo nel serial “Castle” a fianco di Nathan Fillion, alla possibilità di una reunion di “Streghe” e come mai l’attrice sia così felice che quasi mezzo milione di persone seguano sempre ogni sua mossa.

Come hai fatto a partecipare a “Castle”?
Lo show è stato così carino da offrirmi un paio di ruoli in differenti personaggi ma io ero in attesa di qualcosa di speciale, non volevo fare solamente la guest star.

Non volevi vestire i panni dell’assassino?
Esattamente! Gli altri episodi che mi avevano offerto erano incentrati sulle parti di serial killer oppure su quelle delle vittime. Così, quando mi è giunto questo script, scritto così meravigliosamente e con una trama così avvincente, ho deciso di accettare questo ruolo. All’epoca non sapevo che Nathan avesse una lista di attori ai quali proporre parti da guesta star e che io ne facevo parte.

Vi conoscevate prima di lavorare insieme in “Castle”?
La prima volta che ci siamo incontrati è stato nel 2001, credo. Ho visto Nathan in giro nel corso degli anni ed è sempre stato così affascinante e dolce.

Come è stato lavorare insieme?
Partecipare ad uno show come guest star è una questione delicata, perché si sta saltando su un treno in movimento. Ho fatto uno spettacolo per otto anni e so che le ore di lavoro sono veramente ma veramente lunghe. Ma Nathan è stato così ospitale. Mi ha dato l’opportunità di interpretare questa ragazza e approfondire il suo rapporto con “Castle”.

Dunque forse rivedremo Kyra anche in futuro?
Sarebbe grandioso!

Stai lavorando a stretto contatto con la ABC per un nuovo programma: “Romantically Challenged”. Cosa puoi dirci a riguardo?
E’ uno show difficile da descrivere. Racconta di un gruppo di amici che sono tutti romanticamente occupati. Si tratta di una sitcom tradizionale, nel senso che si tratta di un programma multi-camera, ma Ricky Blitt ha scritto per anni “Family Guy” e ha una sensibilità davvero stravagante verso la commedia. Quindi l’obiettivo è quello di adottare il formato tradizionale della sitcom per renderla più speciale e tagliente.

Stai cercando di tornare alla televisione con un prodotto da mezzora?
Fare “Charmed” per otto anni ti porta a lavorare 70-80 ore a settimana, nove mesi l’anno. C’è un aspetto in questo lavoro ovvero quello di perdere se stessi nel lavoro. Ma nonostante sia stato così meraviglioso lavorare in quello show e fare quell’esperienza, a questo punto della mia vita sono pronta per avere un po’ di tempo per me stessa. E le commedie sono prodotti che facilitano maggiormente il ritorno a casa ad un’ora ragionevole.

Come grande fan di “Charmed” devo chiederti cosa è più probabile tra un ritorno a “Melrose Place” e una reunion di “Charmed”.
Non credo che sia possibile anche se mi piacerebbe fare una reunion di “Charmed” perché penso che i fan la divorerebbero! Quindi diciamo che la reunion potrebbe essere lo scenario più probabile.

Tu e Nathan condividete anche l’amore per Twitter. Che cosa ti affascina in quei 140 caratteri?
Il suo immediato potere. Al mio 37 ° compleanno ho organizzato un’attività di beneficenza, la “Water campaign” per raccogliere fondi per le nazioni in via di sviluppo. Il mio obiettivo iniziale era di $ 25.000 e ho inviato un messaggio su Tweet. L’obiettivo è stato raggiunto in quattro ore e mezza! Se siete seguaci, siete delle persone leali e fiduciose, quello che sta succedendo ora è che Twitter sta diventando un trainante per la massa. Ho oltre 500.000 seguaci ma se si risponde, si raggiunge presto le 7 milioni di persone. È incredibile quanto velocemente viaggino le cose, come a quanto ammonti il numero di video virali che girano ogni giorno!

Comments
To Top