fbpx
Celebrità

Alessandro Borghi: Le 10 cose che non sai sull’attore di Suburra e Sulla Mia Pelle

alessandro borghi

Forse potevate avere ancora la scusa di non conoscere Alessandro Borghi qualche anno fa – adesso no.

L’attore romano, nato nel 1986, si è distinto per ruoli in film come Suburra, Napoli Velata, The Place Sulla Mia Pelle. Prossimamente lo vedremo in Il Primo Re di Matteo Rovere. Ma chi è davvero Alessandro Borghi?

Ecco 10 curiosità sull’attore che forse ancora non conoscete.

1 – Prima di diventare un attore, era uno stuntman

La carriera di Alessandro Borghi è iniziata grazie alla sua passione per le arti marziali. Uno dei suoi migliori amici era il figlio di un famoso stunt man. È stato lui a proporre a Borghi di lavorare a Cinecittà in un mestiere analogo, sapendo che il suo background di arti marziali, pugilato e full contact gli sarebbero stati utilissimo.

alessandro borghi

“È stata un’esperienza durata un’anno, ma solo una parentesi perchè non era il mio mestiere. – ha raccontato l’attore di origine romane ad OAC – Gli stunt girano scene pericolosissime.”. Ci vuole costanza, pratica e molta preparazione. Ma l’attore ha sentito che non era quella la sua strada, neppure la sua professione. Per questo si è lanciato in diversi ruoli televisivi, trampolino di lancio della sua carriera.

2 – “Padrino” alla Mostra di Venezia 2017

La tradizione vuole che la Mostra dell’arte Cinematografica a Venezia abbia una madrina. Attrici importantissime hanno ricoperto questo ruolo: Isabella Ferrari (nel 2006), Vittoria Puccini (nel 2011), fino a Sonia Bergamasco (nel 2016). Tutte attrici straordinarie, tutte donne.

LEGGI ANCHE: The Place – Recensione del film di Paolo Genovese

Nel 2017 Alessandro Borghi si è aggiudicato il primato divenendo il primo “padrino” della Mostra internazionale. Fino ad allora nessun attore aveva ricoperto il ruolo. È stato il primo ma non l’ultimo: nel 2018 è stato seguito da Michele Rondini.

3 – Ha una grande passione per Di Caprio

Ognuno ha un punto di riferimento durante l’infanzia. Fin da quando Alessandro Borghi ha iniziato ad interessarsi al mondo del cinema e della recitazione, il suo punto di riferimento è stato Leonardo Di Caprio. L’attore romano sognava, infatti, di diventare come lui, un giorno.

alessandro borghi

4 – È dimagrito per interpretare Stefano Cucchi

Uno dei ruoli più complessi e, senz’altro, difficili per Borghi è stato quello del geometra Stefano Cucchi. Quest’ultimo era morto sei giorni dopo essere stato arrestato per detenzione di stupefacenti. Netflix ha prodotto il film che racconta la sua storia, presentato nella sezione “Orizzonti” alla Mostra del cinema di Venezia nel 2018.

Per interpretare Stefano Cucchi, Alessandro Borghi è dimagrito di circa 17 chili. Dev’esser stato un compito non semplice, ma la ricompensa è stata un’interpretazione più che convincente. Magistrale.

LEGGI ANCHE: Sulla mia pelle: la recensione del film Netflix sugli ultimi giorni di Stefano Cucchi

5 – Ama i social

Non tutte le figure dello spettacolo amano i social. Alcuni li evitano proprio per via dell’eccessiva esposizione mediatica che impongono. Alessandro Borghi non sembra avere di questi problemi.

L’attore ha, infatti, una pagina su facebook, un account su twitter e un profilo instagram. Non è solito fare polemiche o esporsi (a meno che non si tratti di tematiche che gli sono molto care) ma preferisce condividere i suoi traguardi, momenti importanti. Foto della vacanza, o interviste, cover di riviste. Seguirlo su Instagram è come seguire un amico di lunga data – ed è meraviglioso!

alessandro borghi

LEGGI ANCHE: Devils: ecco la prima immagine di Patrick Dempsey e Borghi nella serie di Sky Italia

6 – È apparso nel videoclip dei The Giornalisti 

Accade a tutti gli attori, prima o poi. È matematico: ad un certo punto della loro carriera fanno da protagonisti in uno o più video musicali. Alessandro Borghi ha fatto da protagonista al video della canzone dei The Giornalisti – Questa nostra stupida canzone d’amore. 

Sul proprio instagram, Tommaso Paradiso (frontman della band) ha rivelato che Alessandro è “l’unica persona al mondo che si beve il gewurztraminer, non sa un cazzo di calcio e non apprezza Vasco. Ma nonostante tutto stiamo bene insieme.”. La caption era associata ad una foto dei due mentre ridevano di gusto.

Insomma, non sappiamo moltissimo della vita privata di Borghi ma potremmo rischiare un’ipotesi e dire che con Paradiso è nata una bella amicizia!

7 – Alessandro Borghi è fidanzato

Può essere una brutta notizia per chiunque nutrisse delle fantasie verso l’attore (che, ovviamente, è davvero un bel vedere!). Ma giù le mani, signore: Alessandro Borghi è fidanzato. Fidanzatissimo.

Grazie ad alcuni scatti su instagram sappiamo che è legato alla ballerina Roberta Pitrone, precedentemente conosciuta grazie alla trasmissione Amici di Maria de Filippi. Lei naturalmente estremamente consapevole di chi ha tra le mani. L’hashtag che ha usato per condividere la sua cover su Rolling Stones? #ilmiofidanzatobono. Eh si, lo è.

alessandro borghi

8 – Quattro Nominations ai David di Donatello

Dopo aver ufficialmente fatto il suo ingresso nello scenario cinematografico nazionale, Alessandro Borghi ha ricevuto più di un riconoscimento per i suoi ruoli. Nello specifico è stato nominato ai David di Donatello (il corrispettivo degli Oscar, soltanto nostrani) per ben due volte nel 2016 e altre due volte nel 2018. Nel 2016 la nomination era per Miglior Attore Protagonista in Non Essere Cattivo e Non protagonista in Suburra.

LEGGI ANCHE: Suburra e quello che sappiamo fare bene. Recensione prima stagione

Nel 2018, invece, le nomination erano per Attore Protagonista in Napoli Velata di Ferzan Özpetek e Non Protagonista in Fortunata. Anche se non ha ancora vinto nessun premio, è certo che sia ormai soltanto una questione di tempo. In fondo non gli auguriamo certo la fine del suo beneamino Leonardo di Caprio: lui si che ha aspettato parecchio il suo Oscar.

9 – Un ruolo “doppio”

Non capita spesso di interpretare lo stesso personaggio in due produzioni diverse. Eppure è proprio quello che è successo ad Alessandro Borghi in Suburra.

alessandro borghi

L’attore, infatti, ha interpretato il ruolo di Aureliano Adami nel film Suburra del 2015. In seguito, quando Netflix ha prodotto la serie tv omonima, incentrata sugli eventi precedenti a quelli del film, è tornano ad interpretare lo stesso ruolo anche nella serie tv.

10 – Ha dei tatuaggi

Grazie ad alcune foto del suo profilo instagram, sappiamo che l’attore ha alcuni tatuaggi sul corpo. Due si trovano sulle gambe, rispettivamente una scritta sulla gamba destra e una su quella sinistra. Inoltre ha un tatuaggio sul polso. Un altro tatuaggio si trova all’altezza delle costole.

Comments
To Top