fbpx
Recensioni Serie Tv

Agents of SHIELD: 1×16 End of the Beginning e 1×17 Turn, turn, turn

Gli ultimi due episodi di Agents of SHIELD cambiano definitivamente musica: già il titolo del sedicesimo episodio non poteva essere più esplicativo di così! Siamo alla fine dell’inizio, ossia, mettiamo le carte in tavola.

Finora c’era stata una lunga introduzione dei personaggi (con episodi anche tutto sommato filler) o fatti abbastanza male, ma erano serviti per farci familiarizzare con i protagonisti. Protagonisti dei quali, devo ammettere, la caratterizzazione era notevole. Per ognuno è stato creato un personaggio sfaccettato ed il loro background è stato ampiamente esplorato. In poche parole, ci sono diventati familiari.

Già dalla scoperta di T.A.H.I.T.I. si era capito che il vento stava cambiando ma è proprio in End of the Beginnings che iniziano ad aprirsi le crepe più profonde. Lo stesso SHIELD inizia a sgretolarsi.

Si comincia a giocare duro (mettendo le carte in tavola)

agents of shield 1x16 recensione
Agents of SHIELD, recensione episodio 1×16, Credits: ABC

Questo doppio episodio, che comunque si sostanzia in una storia praticamente unica, è anche una sorta di crossover. O potremmo meglio definirlo come un continuum temporale con il film Captain America: The Winter Soldier. Un continuum temporale perché le tematiche si sovrappongono, rispettando l’unitarietà dell’universo Marvel. Anche se poi, come accaduto nel caso di Thor, non ci sono vere e proprie interazioni.

LEGGI ANCHE: Agents of SHIELD contro Agent Carter: Guerra a suon di Dubmash per beneficenza

Tutto prende il via dalla caccia al Chiaroveggente, lo SHIELD sembra alla stretta finale e fanno parte del gioco tutti i membri del team Coulson. Ma anche i piani alti dell’organizzazione si mettono in gioco in prima persona, ricavandone anche delle belle botte. Nello specifico, al nostro vecchio amico Titus Welliver non va mai molto bene! In quello che poi scopriremo come un depistaggio, per il momento ci viene proposto come una scena decisamente ben riuscita, prodiga di rivelazioni, minacce e tensione.

Una scena alla fine della quale Ward spara al presunto Chiaroveggente e viene sospettato di essere agli ordini di qualcuno. Da questo punto inizia un cerchio narrativo che ci porterà, attraverso mille cambi di campo, depistaggi e falsi indizi, a concludere quanto sospettavamo, ormai da tempo: Ward è effettivamente manovrato da qualcuno.

Ward… quoque tu?

agents of shield 1x16 recensione
Agents of SHIELD, recensione episodio 1×16, Credits: ABC

Lo stratagemma non è sicuramente dei più nuovi, ma l’esecuzione devo dire che è molto buona, perché nel “patafrac” di tutto quello che succede in queste due puntate passiamo per molte emozioni e sospetti. Ma mai avremmo pensato di tornare al buon vecchio Ward! Almeno fino a poco dalla fine.

Tutto il resto invece puzzava da lontano: Victoria Hand troppo stronza per essere veramente la cattiva. Garrett troppo amicone per essere il buono (e si fa pure sgamare come il più pollo dei polli, ci mancava solo che gli si sbottonasse la camicia e facesse capolino sotto la T-shirt dell’HYDRA).

LEGGI ANCHE: Captain America – Winter Soldier: Recensione del cinecomic con Chris Evans

L’HYDRA, almeno chi ha visto o ha letto di Captain America, ce la aspettavamo un po’! Ma devo dire che è sicuramente una scelta vincente a livello narrativo, sia per il climax che ha portato alla sua rivelazione, sia perché è un organizzazione villain che ha notevole fascino soprattutto sul pubblico più fumettistico.

Poi c’è la disgregazione dello SHIELD e la decapitazione dei suoi vertici (anche se non mi ci addentro troppo per evitare spoiler a chi non avesse visto il film del Winter Soldier). Questo cambia improvvisamente tutto, rimescolano le carte e mettendo i nostri protagonisti in una situazione difficilissima per tutta la durata del doppio episodio e decisamente drammatica per il prosieguo di questa prima stagione.

Mix di azione e trame dai risvolti sconvolgenti

agents of shield 1x16 recensione
Agents of SHIELD, recensione episodio 1×16, Credits: ABC

Troviamo in queste puntate il giusto mix di azione con lo sviluppo molto spinto della trama orizzontale e le ottime performance in particolar modo di Clark Gregg e Bill Paxton, ma anche la Skye di Chloe Bennet si difende bene, cosi come una glaciale Saffron Burrows nei panni dell’agente Hand. Vedere Ward che le spara davanti ad un compiaciuto Garrett fa decisamente il suo effetto, anche se al momento ben più di qualche dubbio mi era venuto sull’effettiva conclusione della scena.

Ora, molte basi sono perdute, l’HYDRA è potente e la squadra dei nostri protagonisti è divisa e dovrà lottare per sopravvivere. Si preannuncia un finale di stagione scoppiettante e, finalmente, con un po’ di episodi di fila e non ridotti al terribile spezzatino televisivo che ne aveva fatto la ABC, mettendo spesso 3 settimane o un mese tra un episodio e l’altro.

Guarda il trailer del prossimo episodio: 1×18 – Providence

1.16 End of the beginning
1.17 Turn, turn, turn

Un nuovo inizio

Valutazione globale

User Rating: 3.68 ( 6 votes)

Articoli correlati

2 Commenti

  1. Un altra puntata dove è successo di tutto!
    Coulson riunisce gli agenti Hand, Sitwell, Garrett, Triplett e Blake per trovare il Chiaroveggente.
    Intanto Skye diviene ufficialmente un’agente dello S.H.I.E.L.D. a tutti gli effetti!
    Deathlock attacca e ferisce seriamente Blake.
    Convinti che Nash sia il Chiaroveggente, Coulson con il suo team e Garrett con delle squadre dello SHIELD rintracciano Deathlok, mentre la Hand, all’Hub con Simmons, coordina l’operazione.
    Durante un nuovo scontro con Deathlock/Peterson, questi riesce a fuggire, ma gli agenti si trovano faccia a faccia con Nash che, parlando tramite macchine, si arrende dichiarandosi il Chiaroveggente e che, anche se lo arresteranno, lui li osserverà sempre.
    Quando questi dice che vuole uccidere Skye per prenderle “qualcosa che possiede”, Ward gli spara e lo uccide e viene arrestato per essere giudicato da una commissione disciplinare.
    Coulson, parlando con Skye, capisce che il Chiaroveggente è in realtà un membro dello S.H.I.E.L.D. con un elevato livello di autorizzazione i cui “poteri” derivano dall’aver accesso a tutti i loro fascicoli.
    Fitz scopre la linea sicura di May e lo dice a Skye, che finisce per puntarle una pistola assieme a Coulson domandandole spiegazioni.
    Mentre essi parlano la Hand prende il controllo dell’aereo dirottandolo verso l’Hub ed ordina ai suoi uomini, non appena sarà atterrato, di uccidere ognuna delle persone a bordo tranne Coulson, di cui vuole occuparsi personalmente.

  2. Incredibile questa puntata !
    La linea sicura usata da May era quella del diretto contatto con Fury.
    Intanto Skye capta un segnale cifrato dallo S.H.I.E.L.D. che, una volta decifrato, rivela l’infiltrazione dell’HYDRA al suo interno.
    Il gruppo decide di recarsi all’Hub per liberare Simmons :blush: e catturare la Hand , che ritengono essere il vero Chiaroveggente.
    Coulson, May, Garrett e Fitz fanno irruzione in una sala computer dell’Hub e, durante un dialogo con Coulson, Garrett si tradisce rivelando di essere lui il vero Chiaroveggente nonché un agente dell’HYDRA XD .
    Nella battaglia che ne consegue l’uomo viene catturato, gli agenti dell’HYDRA uccisi e l’Hub recuperato.
    Skye si bacia con Ward che infine si offre di accompagnare la Hand (che di conseguenza non era lei il chiaroveggente ne tantomeno un agente dell’Hydra) e i suoi uomini alla Ghiacciaia per imprigionarvi Garrett, durante il tragitto Victoria gli offre la possibilità di uccidere Garrett-il chiaroveggente per rimediare all’errore commesso con Nash; Ward però, uccide la Hand e sui suoi agenti rivelandosi a sua volta un agente dell’HYDRA .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio