fbpx
Da recuperare

Agents of SHIELD: 5 motivi per recuperare la serie tv Marvel

perchè guardare agents of shield

Proprio in questi giorni mentre gli Avengers stanno dominando il box office italiano e non solo, ci sembra opportuno dedicare questa rubrica allo spin-off televisivo del mondo dei supereroi: Agents of SHIELD. Eccovi 5 ragioni per recuperare le quasi due stagioni andate in onda fin’ora, in modo da far combaciare la linea temporale raccontata nel film con quella dello show targato ABC.

Partita in sordina, SHIELD (sigla che sta per Strategic Homeland Intervention, Enforcement and Logistics Division) ci ha messo un po’ a decollare, ma verso la fine della prima stagione è stata capace di regalarci alcuni dei migliori colpi di scena della scorsa annata televisiva. Va da sé che per riuscire a comprendere a pieno le infinite Easter Eggs e i continui riferimenti, è meglio avere una chiara conoscenza del mondo che gira attorno a tutti gli Avengers, ma soprattutto aver visto il primo film, dove compare e muore il protagonista della serie: l’agente Phil Coulson. Se cercate una serie non troppo impegnativa ma comunque ricca di storylines Agents of SHIELD è quello che fa per voi.

Phil Coulson vivo e vegeto, baby!

agents of shield

Credits: ABC

Sì, il suo personaggio è morto nel primo film dedicato agli Avengers, ma ora è vivo e vegeto ed è questo uno dei  motivi fondamentali che vi può spingere ad iniziare la serie. Interpretato da Clark Gregg, Coulson è prima di tutto un fan del mondo in cui si ritrova, ma è anche un capo capace di guidare una squadra (inizialmente) male assortita. Tra un segreto di Fury e l’altro cerca di dare il suo massimo all’organizzazione per cui lavora. Dice di essere stato a Thaiti, un posto magico che l’ha aiutato a tornare in vita…se volete trovare una domanda a questa risposta non vi resta che guardare la serie.

Personaggi complessi e interessanti

agents of shield

Credits: ABC

Se all’inizio sarete coinvolti principalmente da Coulson, in poco tempo vi appassionerete di più agli altri elementi della squadra: Fiz, Simmons, May, Ward e Skye. I primi due sono i cervelloni del gruppo e la loro mancanza di esperienza sul campo sarà uno dei motivi che farà pensare allo stesso Phil di avere di fronte a sé una squadra assortita maluccio. I due sono come una persona sola vivendo in simbiosi sin dai tempi dell’accademia, ma grazie alle loro capacità il gruppo avrà a disposizione ogni tipo di aggeggio elettronico per risolvere ogni tipo di situazione. May è la più enigmatica di tutti, ci vorranno un bel po’ di puntate per capire che tipo di personaggio è,

ma per ora accontentatevi di sapere che viene chiamata (contro il suo volere) “la Cavalleria”. Ward potrebbe sembrare il classico belloccio presente in ogni serie che si rispetti, ma con l’andare della prima stagione si rivela IL Personaggio a mio parere più interessante di tutto Agents of SHIELD. Skye, invece, viene reclutata da Coluson perché è un hacker informatica che pur non avendo alcun tipo di preparazione accademica è riuscita più volte ed entrare nei protettissimi sistemi dell’agenzia. Il suo ingresso in squadra all’inizio provocherà diversi dissapori, ma superata questa prima fase si può tranquillamente dire che da un certo punto in poi è lei la protagonista della serie, il suo passato e il suo futuro diventano il punto focale soprattutto nella seconda stagione.

Riferimenti e guest star della MCU

agents of shield

Credits: ABC

Non c’è molto da argomentare, Joss Whedon è una garanzia sotto ogni punto di vista e se non sapete di chi si tratta, la domanda sorge spontanea: dove avete vissuto per gli ultimi vent’anni? Joss ha ideato la serie, affidando la sceneggiatura al fratello Jed e alla moglie di quest’ultimo Maurissa Tancharoen.

Ship, ship ovunque

fitzsimmons

Credits: ABC

Se il pilot è ambientato dopo la battaglia di New York, di conseguenza anche gli altri film realizzati da quando la serie viene trasmessa, sono in qualche modo entrati a far parte dell’universo narrativo. Così se vi siete persi Thor: The Dark World e Captain America: The Winter Soldier vi invitiamo a recuperarli magari mentre siete arrivati nei momenti corrispondenti durante le stagioni. Le trame dei film influenzano moltissimo l’andamento di Agents of SHIELD trovandosi nella stessa linea temporale, soprattutto il secondo capitolo di Captain America, che da LA svolta decisiva alla narrazione. E proprio in vista del nuovo cross over con Age of Ultron, questa è una delle ragioni più appetibili. È tutto collegato.

Meravigliosi personaggi femminili

agents of shield

Credits: ABC

Legandosi alla ragione precedente, il fatto che l’universo narrativo sia tutto collegato permette con facilità l’inserimento di tanto in tanto di qualche personaggio legato al mondo Marvel cinematografico. Evitando di fare spoiler, si può anticipare la presenza nel pilot di Maria Hill (Cobie Smulders) e perché non sperare che qualcuno dei tanto acclamati Vendicatori faccia capolino prima o poi?;)

Comments
To Top