90210

90210 – 3.08 “Mother Dearest”

E’ novembre, e per le serie televisive significa che bisogna rimboccarsi le maniche e mostrare agli spettatori e inserzionisti che spendono soldi su soldi per le pubblicità, che la serie vale qualcosa. E quindi via, novembre è il mese delle grandi ospitate (tipo Eliza Dushku in The Big Bang Theory, o Teri Hatcher in Smallville) e dei grandi colpi di scena. Sembra però, che gli sceneggiatori di 90210 se ne freghino altamente, dei November Sweeps. Scritta da Paul Sciarrotta, diretta da Oz Scott e seguita da 1.885.000 spettatori con il 5% nella fascia donne 18-34, la puntata offre sì interessanti spunti, ma comunque è ben lontana dalle aspettative che qualcuno potrebbe farsi in questo periodo dell’anno (televisivamente parlando).
Chiarito che a me la puntata è comunque piaciuta, capisco che in molti vorrebbero vedere di più di quello che la serie ci ha offerto in queste ultime due settimane: avrebbero potuto, ad esempio, sfruttare il fatto che gli articoli più letti sulla rete riguardo alla serie è la storyline gay, o anche approfondire il passato di Charlie e Liam. Niente di tutto questo, invece.
Mother Dearest non è uno dei cosidetti episodi “filler” (le puntate inutili) ma non è nemmeno una di quelle puntate che ti fa gridare al (e non prendete questa parola per quello che è) “capolavoro”, ma è comunque una puntata godibilissima.
L’episodio si apre con gli highlights della puntata per poi tornare a “un giorno prima” e mostrare che sembrava che alcune storie andassero a finire in una certa maniera, ma che in realtà abbiamo visto solo una parte degli avvenimenti. Meraviglioso anche il voiceover di Annie, roba da far invidia ai voiceover di Lucas in One Tree Hill o una qualsiasi Meredith Grey.
Regina indiscussa della puntata, è sempre la cara Naomi, che dopo essersi buttata alle spalle la faccenda di quel tizio che la violentò, torna a dare consigli fèscion a tutto e tutti.
Nella puntata scorsa, noi tutti eravamo convinti che Naomi e Oscar sarebbero finiti insieme. Sfortuna vuole che a Naomi inizia a stare simpatica Ivy da questa puntata. Le due, quindi, decidono di vendicarsi su Oscar e riescono a buttarlo nudo in piscina per la gioia degli ascolti. Da notare che l’amicizia sbocciata tra Naomi e Ives non è un punto a sfavore e, anzi, le due hanno insieme un enorme potenziale e potrebbero portare alla serie altre scene divertenti con le due (ho questo sogno inoltre che le due potrebbero picchiare Cannon quando tornerà, perchè io non ci credo che non lo vedremo più).
Ah, assenti anche in questa puntata, Teddy e Ian. Tra l’altro, vorrei far notare come gli sceneggiatori se la prendano con tutta calma a raccontare le storie, dando spazio a tutti i pers
onaggi senza forzare troppo le cose. E io, sinceramente, preferisco chiedermi in quale buco nero siano finiti i personaggi in alcune puntate piuttosto che vederli per 3 minuti dove il massimo che fanno è salutare il protagonista di turno. Questo per dire che apprezzo la lentezza nella narrazione dei fatti. E continuo a ribadire anche che Ian sarebbe un ottimo BFF per Naomi (Rebecca Sinclair, so che mi leggi, MAKE THAT HAPPEN.).
Tornando alla puntata, il punto più drammatico è senza dubbio -per me- la parte con Jen. La grande stronza della serie, colei che ci fa ridere e ci fa stare in ansia per i ricatti che riesce a mettere in atto, in questa puntata mostra il suo lato più vulnerabile, una Jen che non è all’altezza del suo compito di madre, con probabile depressione post-gravidanza, che scappa e lascia il bambino a Ryan e Naomi (ndr Sara Foster dallo scorso luglio è incinta nella realtà: il bambino dovrebbe nascere a breve! Congrats, Sara! Speriamo non lo vestirai come il piccolo Jacques! XD). Da notare inoltre come siano riusciti in sole 3 puntate a rendere utile il personaggio di Ryan: ci voleva poi molto? Anche no.
Nel frattempo, Navid e Silver si improvvisano investigatori per scoprire se il padre dello stallone persiano sa che alcune sue attrici sono minorenni o se ne è all’oscuro. La rinata Silver, quindi, si finge una neo attrice porno e vestita con un abito succinto e leopardato, scopre effettivamente che la Shirazi Corp. (piccola parentesi, vorrei far notare i titoli dei film porno quali -ad esempio- The Bone Supremacy) sa benissimo che le sue attrici sono minorenni e non c’è nessun problema ad ingaggiarle.
Navid va su tutte le furie, confronta il padre che gli dice, tra le tante cose, che è solo un ragazzino viziato che può permettersi ciò che ha per via del lavoro del padrone. Lo stallone decide quindi di spifferare tutto alla psicologa della scuola (in realtà non è così, ma ecco, arriviamo al dunque) che a sua volta lo spiffera alla preside (che al contrario di Harry, fa davvero la preside).
Parte importante della storyline dello stallone, comunque, non è questa: è l’avvicinamento tra lui e Silvah: come non mi è mai passata per la mente una possibile relazione tra i due non lo so, sulla carta comunque sono perfetti: entrambi intelligenti, un po’ nerd, un po’ outsider (ah, i bei tempi della prima stagione, quandoNavid era un verginello che Adrianna non si cagava di striscio e Silvah una che scriveva stronzate sul suo blog e si metteva le ciglia finte stile Alex di Arancia Meccanica) e anche un bel po’ carini. Io sono da sempre un sostenitore della coppia Navianna, ma ecco, se lui mollasse lei non sarebbe un gran problema.
Adrianna dalla dubbia moralità, tuttavia, continua la sua strada verso il successo. Alla presentazione di non si sa bene che roba sulla carriera della nostra eroina di Beverly Hills, Victor decide che Ade deve andarci con Gioggionas (interpretato da Joe Jonas, ovviamente) per far credere alla stampa che stanno insieme e le solite trovate pubblicitarie. Ma quando Adrianna capisce che inizia ad essere famosa, ecco che il coltello dalla parte del manico lo ha finalmente lei, e come solo un personaggio egocentrico, drogato dalla fama (e non solo, ah, Ade sniffatrice, ci manchi.) può fare, ecco che è Victor che passa dalla parte del ricattato. E Adrianna fa pure la tirchia e darà solo il 5% dei guadagni a Victor, quando solitamente prendono il 10%. E vai così, Ade, che ci piaci tanto. Continua questo tuo cammino verso il successo,

allontana (involontariamente) Navid in modo che lui possa stare con Silvah!

Di contorno alla puntata, i Wilson. Annie e Dixan, nelle loro migliori perfomance (lei che apre la bocca più del solito e più delle pornodive che lavorano per il padre dello stallone persiano e lui shirtless che fa vomitare mezzo mondo), scoprono che il padre ha una relazione con una nuova donna, e sconvolti tornano a casa a piangere e a raccontarlo alla mamma. Tutto qui. Poi davvero, c’è una bellissima scena finale madre-figlia dove Shenae mi ha un po’ spiazzato (forse perchè sta zitta e non le viene rischiesto molto), ma ecco, è proprio bella.
Puntata non molto esaltante, ma non per questo i fatti da raccontare mancano. Ora siamo solo in attesa di avere l’episodio con protagonisti Teddy e Ian che, a quanto pare, sarà quello di settimana prossima (anche se il trailer della CW, stupendo come al solito, ci mostra Debbie che SPOILER ALERT si bacia con Ryan e –ABORRRRRRRRO!!!– Annie che si denuda).
Come al solito, 90210 si mantiene su livelli buoni e la solita storia.
Comments
To Top