fbpx
Attori, Registi, ecc.

50 sfumature di grigio: La chimica tra gli attori rischia di pregiudicare la pellicola più attesa del 2015

vs7nqzepaguk2odnz6g7

Le trasposizioni libro – schermo sono, da sempre, qualcosa di estremamente complesso e difficile, non soltanto per i telespettatori, che con sguardo critico potranno elencare le differenze tra la pagina scritta e la scena, ma anche per gli attori ed il regista, che dovranno sottostare alle aspettative altrui, spesso di dimensioni spropositate. E’ quello che è accaduto quando il libro 02-50-shades-h724da milioni di copie vendute, 50 Sfumature di Grigio, ha scelto come protagonisti della (presunta) trilogia cinematografica due attori quasi completamente sconosciuti. Ex cacciatore di Once Upon a Time e killer di The Fall lui, figlioccia di Antonio Banderas lei, fin da subito è stato evidente che qualcosa non andasse in questo improbabile accostamento. Il feeling fra due attori deve essere palese, o quantomeno evidente, perché ci sia una tenue speranza di interesse e simpatia da parte del pubblico: la chimica tra Shailene Woodley e Theo James, tra Nina Dobrev e Ian Somerholder, tra Jennifer Lawrence e Josh Hutcherson, oppure quella tra Robert Pattinson e (la particolarmente scontrosa) Kristen Stewart…. No, non avete letto male: Dakota Johnson e Jamie Dornan non sono nell’elenco. La colpa sta probabilmente nel carattere dei due attori, un po’ troppo introversi ed inesperti, che arrossiscono al solo sentir parlare di sesso. Difficile, considerato che si tratta di un film che del sesso, quello estremo per giunta, ne fa il pane quotidiano.

Chiunque pensi che girare una scena di sesso sia eccitante, per gli attori, si sbaglia. – afferma convinto Jamie 50 shades of grey1Dornan, il volto scelto per sostituire la prima scelta, Charlie Hunnam, come Christian Grey, il ricco miliardario con dei gusti particolarmente eccentrici in fatto di rapporti sentimentali – Si tratta di almeno dieci persone che ti stanno intorno, sistemando luci e camere, più un uomo che conosci appena che sta a pochi centimetri da te, mentre sei mezzo nudo. Magari è eccitante per qualcuno a cui piace essere guardato, ma non per me’.

Dakota Johnson la pensa praticamente allo stesso modo e, per una volta, i due attori trovano qualcosa su cui essere d’accordo. ‘Si trattava di scene che, oltre ad essere difficili da guardare, erano ancora più complesse ed emotivamente intense da girare. Non vorrei mai che uno degli amici di mio fratello mi vedesse, non vorrei neppure che la mia famiglia mi vedesse in questo film. In realtà, non voglio che nessuno lo veda… scherzo’. Ah si? Dornan ha confermato che, dopo le scene della ‘Stanza Rossa’, una volta tornato a casa dalla moglie e dal figlio, si faceva almeno due docce prima di toccarli: cosa c’era sul set, la peste bubbonica? Dakota era portatrice di vaiolo? La stessa mora ha ammesso di non essere a suo agio con le scene girate sul set, né di essere convinta 50 shades of grey2dell’interesse dei fan. ‘In tal caso, avremo un grosso problema!’, ha aggiunto ridendo.

Quello che il Press Tour del film sta, purtroppo, mostrando è quello che si temeva già da tempo: tra i due attori non c’è chimica e, ora più che mai, si vede. Una pellicola come 50 Sfumature di Grigio è difficile da girare già per due persone amiche o almeno conoscenti, figurarsi per due estranei che si guardano a malapena, distogliendo gli occhi imbarazzati. Il regista ha confermato, continuando a ribadirlo, che tra i due c’era feeling e c’era chimica e che, sullo schermo, la cosa si vede.

Che dire? La speranza è l’ultima a morire! Soprattutto se il protagonista, che dovrebbe far sognare migliaia di donne di tutto il mondo, paragona il successo del libro a quello di Hitler, aggiungendo che ‘non sempre quello che ha successo è qualcosa di positivo’. Traete le vostre conclusioni.

tumblr_nizzm0AuwB1s9qyxio2_500

Gif Source: http://tumblr.com and http://defamer.gawker.com/

Comments
To Top