Path (The)

The Path: Recensione dell’episodio 1.04 – The Future

the path

Il quarto episodio di The Path continua seguendo lo schema dei precedenti, stringendo il fuoco di attenzione sui tre protagonisti e in particolare su Cal.
the pathMi tolgo subito dall’impaccio e confesso che a differenza dei miei colleghi che hanno recensito i primi episodi a me The Path sta piacendo, aggiungo però che io sono, da sempre, affascinata dai film, documentari e libri che narrano vicende riguardanti la religione. Se è vero come diceva Marx che la religione è l’oppio dei popoli, è anche vero che la sua presenza costante e in forme diverse nella società ci dimostra come l’uomo sia spaventato dall’ignoto e abbia bisogno di un appiglio ultraterreno, necessiti cioè di un percorso battuto da seguire, di una luce.

In The Path questo percorso è incarnato dal meyerismo, un movimento religioso del quale grazie al cielo non ci hanno fatto nessuno spiegone, ma ci stanno presentando pian piano seguendo le necessità narrative della trama.
Delle singolarità, come lo strumento datato che Sarah utilizza nella fase di “evangelizzazione” e per ritrovare la propria pace interiore, non ci dicono nulla. Strumento usato anche nel recupero delle pecorelle smarrite, come il figlio della coppia che fa prelevare il proprio ragazzo tossicodipendente nella speranza che i metodi del meyerismo lo aiutino a uscirne fuori.
L’essere umano, quando è fisicamente o psicologicamente debole, è certamente più malleabile, più soggetto a lasciarsi convincere da chi sembra avere la verità in tasca. In The Path ci viene offerto uno sguardo dall’interno del movimento: si parla di “medicina”, di salita di una scala e dei pioli che rappresentano la dottrina della stessa senza che la sceneggiatura esprima giudizi in merito.
A mio avviso l’aspetto vincente è proprio quello di offrirci il racconto senza estremizzare gli aspetti positivi o negativi. D’altronde tutte le religioni, i culti e i movimenti hanno contraddizioni interne, aspetti coercitivi, lati positivi e negativi dal momento stesso in cui si strutturano gerarchicamente.
the pathSembra chiaro dai racconti durante la festa dell’ascensione, quando una rappresentante dei primi adepti mostra di aver ricevuto il segno della luce sotto forma di scottatura visibile, che il movimento ai suoi esordi seguiva più uno stile di vita comunitario, tipico degli anni ’60/’70. Ne sono un’incarnazione i genitori di Sarah e la testimonianza di Hawk sul tipo di musica ascoltata dai ragazzi nel movimento.

Segreti e sotterfugi, come la gestione della storia di Miranda Clarke o della malattia del fondatore, a mio avviso non tingono la storia di giallo o di misterioso, ma, come dicevo prima, rappresentano l’altra faccia della medaglia di un culto religioso chiuso. È lo stesso detective che cerca di infiltrarsi per capire se Mary Cox sia stata vittima di un lavaggio del cervello, scopre che la ragazza è fuggita da una situazione disagiata e di sfruttamento. Non è forse una salvezza per Mary aver incontrato Cal nel quale vede il suo salvatore?
Proprio su Cal ci si concentra maggiormente quando si vuole porre l’accento il punto di rottura tra il Meyerismo anni ’70 e la versione più moderna e strutturata del 2016: Cal vuole fare il salto, insegue il potere che il movimento può offrirgli, ma non è ancora chiaro se sia veramente convinto dei precetti che lui stesso impartisce, come lo è invece Sarah, o se in verità sia più vicino a Eddie. Hugh Dancy nel rappresentare questo leader oscuro, carismatico e ambiguo è veramente perfetto, così come sono perfetti gli altri due attori protagonisti, Aaron Paul e Michelle Monaghan, entrambi molto in parte.

the pathUn episodio, come dicevo, in linea con i precedenti dove si aprono varie storyline aggiuntive che renderanno probabilmente la storia ancora più strutturata. Hawk che si avvicina alla sua compagna di scuola, comportandosi come un’adolescente normale e seguendo i suoi impulsi, e Eddie che accetta di controllare Cal, intraprendendo il cammino per la salita della scala di un altro gradino.
Non ci resta che attendere per capire come s’inserirà in tutto ciò la storia di Allison.

In attesa del prossimo episodio e delle prossime recensioni ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema.

1.04 - The Future
  • Interessante
Sending
User Review
3 (1 vote)
Comments
To Top