fbpx
CinemaNews CinemaRecensioni Cinema

The Lady in the Van: la recensione in anteprima del film con Maggie Smith

Un’anziana ed eccentrica senzatetto, che vive in furgone parcheggiato a turno davanti alle villette di un quartiere residenziale di Londra, si stabilisce nel vialetto dell’abitazione del commediografo Alan Bennett che approfitta della situazione per prendere spunto per una nuova opera.lady in the van 1

The lady in the van è l’ennesima trasposizione cinematografica di una commedia di Bennet da parte di Nicholas Hytner. In questo caso siamo davanti ad una storia autobiografica vissuta dal commediografo per oltre quindici anni. Il risultato è una classica commedia britannica con momenti di humour misurato e momenti di riflessione dando vita ad un film asciutto, snello e gradevole adatto ad un vasto pubblico che difficilmente rimarrà deluso dalla visione.

Degna di nota l’ottima prova di Maggie Smith che ritrova il ruolo di Miss Shepherd dopo oltre di quindici anni dalla messa in scena di The Lady in the van al Queen’s Theatre nel 1999. Si nota la sua familiarità con il ruolo, dovuta anche allo sceneggiato radiofonico da lei interpretato per la BBC nel 2009. Nei panni di Miss Shepherd riesce ad essere credibile ed ironica dando tridimensionalità al personaggio. Un po’ deludente l’interazione fra il l’anziana senzatetto e Alan Bennet, comunque ben interpretato da Alex Jennigs. Il loro rapporto non sembra troppo credibile ed è difficile ricordare scene di impatto in cui i due interagiscono sulla scena.

alt="The lady in the van"
The Lady in the Van

L’evoluzione dei personaggi purtroppo è quasi inesistente e la storia di Miss Shepherd, turbata da un grave trauma giovanile, sembra solo un pretesto per dare inizio alla narrazione aggiungendo ben poco al rapporto con il commediografo.

Interessante il non mostrare la storia in sé ma la trasposizione letteraria scritta da Bennet che si può permettere qualche divagazione e piccola licenza poetica. Bennet viene rappresentato nella duplice veste di protagonista della storia autobiografica e di narratore della storia stessa, due ruoli ben distinti e diversi che si interrogano, seppur marginalmente, sul ruolo dell’autore in quanto tale.

Scopri tutte le recensioni dei film in uscita nelle sale italiane sulla nostra pagina Facebook

The Lady in the Van
  • Gradevole
Sending
User Review
0 (0 votes)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button