fbpx
12 Monkeys

12 Monleys: Recensione dell’episodio 1.09 – Tomorrow

What about all that talk about screwing up future events? The space-time continuum? (Marty McFly)

12 Monkeys è una serie tv complessa, difficile e ben congegnata. Questi primi nove episodi mi hanno rapito con la loro costruzione molto ben curata e con la gestione, estremamente difficile di una narrazione che si sviluppa su diversi piani temporali ma questi sono ben correlati tra loro e, soprattutto, talmente interdipendenti da essere mutevoli e dinamici nel divenire, creando uno spaesamento sia nello spettatore sia nei protagonisti, tanto da cambiare chi sa più cose di altri da un punto all’altro della narrazione per via di questo sbalestrato continuum temporale che rende il passato di alcuni personaggi il futuro di altri e a volte inverte il suo stesso essere in base a determinate situazioni.

Tutta questa difficoltà ha sicuramente reso ostico questo telefilm per una larga fetta di pubblico, perché sicuramente non è una serie che si possa seguire con il cervello rilassato e senza doversi concentrare per concatenare gli eventi. Ritengo questa sia la ragione per i bassi ascolti americani ed anche per il relativo interesse e gradimento del pubblico nostrano, divenuto anch’esso una nicchia, ma, fortunatamente per noi pochi aficionados, SyFy una seconda stagione ce la regalerà.

Oltre ai punti sopra descritti, in questo episodio, viene ripresa e ampliata quella che, per me, era la tematica principale della scorsa puntata: il voler trovare una soluzione per il futuro o il rincorrere una soluzione nel passato. Pensare ai vivi o ai morti. Una dicotomia che si conclude in maniera cruenta e drammatica, ma importante, profonda e sicuramente vitale nel futuro della serie.

Ogni cosa io faccia, lei muore ogni volta

Andiamo con ordine: le diverse linee temporali. In Tomorrow ritorna l’ambientazione vista alla fine di Yesterday, ossia il 2017, anno in cui ormai l’epidemia è incurabile e come da sempre sapevamo, anno in cui Cassie sarebbe dovuta morire  ed anno in cui lei effettivamente muore. Ogni sforzo è vano finora, ogni scelta, ogni intervento non fa che portare al sempre scontato finale, la pestilenza vince e il genere umano perisce. La corsa contro il tempo è inutile e forse anche dannosa. 12 Monkeys 109dChi gioca con il passato, incasina il futuro e finisce per poter essere esso stesso causa del male che vuole evitare. Anche questo è un argomento complesso: Cole sta cercando di evitare una pestilenza, ma non sarà il suo cercare di evitarla, una causa scatenante di tutto quello che accadrà? Sono gli uomini del futuro ad aver creato questo stesso futuro, nella loro presunzione di giocare ad essere Divinità? Alcuni indizi sono stati seminati, o forse sono io che forzo questa ricostruzione, ma 12 Monkeys, fin qui, mi ha abituato a voler affrontare tematiche complesse, in modo complesso e questa potrebbe essere una di queste. Ma il circolo temporale, chiuso e che si ripete all’infinito (“li ho visti morire tutti, di nuovo“) può essere spezzato? La zoomata finale sull’orologio non rovinato è un indice di ciò: qualcosa è avvenuta nel futuro, qualcosa è avvenuta nel passato. Una piccola crepa ne continuum bloccato su se stesso? Interessante anche vedere come il dislocamento di questa trama di due anni più avanti abbia trasformato Cassandra in colei che sa più di Cole su quello che accadrà nel futuro del protagonista che è poi il passato della protagonista.

Jones è una madre, ma Ramse è un padre

Al finaco di quest’ambientazione nel passato proseguono gli eventi anche nel 2043, con alcuni flashback del 2041  (flashback utilizzati in questa serie in modo equilibrato e costruttivo, anche se lo smarmellamento delle luci nel 2041 non era così necessario). Nel “presente” della serie, si arriva allo scontro finale tra quelle due visioni di cui abbiamo parlato in apertura e capiamo che ogni uomo o donna che fideisticamente crede in qualcosa ed è spinto da motivazioni forti, può essere disposto a tutto per arrivare ai suoi scopi. Se per un momento si poteva pensare (ma nemmeno tanto in fondo) che costui fosse il Colonnello Foster, ci riconfermiamo che stiamo invece sempre parlando della Jones. La sua ossessione sono i morti e il voler cambiare il passato, mentre il colonnello voleva solo pensare ai vivi e al futuro e, seppur non sapremo mai se avesse una vera cura o meno, a parte quella per la mutazione del 2033, lui, a mio parere, era nel giusto. 12 Monkeys 109hI viaggi nel tempo sono IL danno, non la soluzione e sono sostenuti da idee insane basate, come tutte le idee insane, sui migliori propositi, anche se annebbiati dal dolore. Jones è una madre, ed è per questo che uccide Foster, per poter cancellare un esistenza che la vede sopravvivere a sua figlia. L’esistenza di tutti, anche di Ramse e di suo figlio. Perché Ramse ora è padre e cancellare il mondo in cui vive non sembra più una buona opzione come gli sembrava due anni prima, quando, nei flashback, fa si che Cole accetti la missione. La Jones avrà sconfitto Foster, ma Ramse ora ha preso il suo posto nel ricordarci che i vivi non possono essere sacrificati per i morti e che la cruenta scena dell’assalto non è che il perpetrarsi di altri orrori che avevamo già visto, come l’assalto delle 12 scimmie (ma saranno poi veramente loro le 12 scimmie? non credo) ai laboratori Goines.

12 Monkeys 109fPerché le dodici scimmie potrebbero essere l’ennesimo red harrings, così come nel film. La comparsa di Jennifer nel 2017 che, pazza come non mai, ma altrettanto brava, arringa quello che potrebbe essere il nucleo delle 12 scimmie, un organizzazione che non ha nulla a che fare col virus. Sarà così anche qui? Questo telefilm ci ha abituati ad essere spiazzati, quindi niente è così sicuro.

Lo scontro finale tra Cole e Ramse riassume e riunisce le due storyline e i due dubbi che ne derivano. Anche Cole ora pensa più ai morti che ai vivi, così come la Jones, che ci pare di capire, da qualche frase buttata lì nei flashback, abbia conosciuto in passato il Cole da lei, nel futuro, mandato indietro. Lo scontro è ripreso ma è cambiato e molto resta da vedere sia nel futuro che nel passato. Quello che posso io però ribadire è che questo episodio conferma la bontà e la complessità della serie, sia a livello narrativo che contenutistico, che la rende una delle migliori serie Sci-Fi degli ultimi anni.

Per tutte le informazioni e novità su 12 Mokeys vi consigliamo di passare per Mi nutro di serie tv

Comments
To Top