fbpx
Recensioni Serie Tv

10 teorie su cosa ha causato il flash forward in FlashForward

Perché il mondo ha avuto un blackout di 2 minuti e 17 secondi? Com’è possibile che quasi tutti sul pianeta abbiano percepito quel tempo come un frammento delle loro vite in avanti di sei mesi nel futuro?

Traduzione dell’articolo di Michael A. Burstein apparso su SciFi Wire.

 

Gli agenti dell’FBI Mark Benford (Joseph Fiennes) e Demetri Noh (John Cho) son o  stati assegnati al caso  perché Benford ha visto se stesso lavorare al caso nel futuro, e hanno già iniziato a sviluppare teorie riguardanti la causa del flash-forward. Ma i fans dello show televisivo sono già più avanti di loro. (Infatti, prima ancora della messa in onda del secondo episodio, c’era già un blog dedicato a queste teorie). 

Qui ci sono alcune delle teorie più interessanti che abbiamo visto.  

(Attenzione! Seguono spoilers).

Qual è la teoria? Nel romanzo del 1999 di Robert J. Sawyer sul quale si basa la serie, il flash-forward è causato dall’attivazione del Grande Collisore di Adroni del CERN precisamente allo stesso momento in cui arriva uno scoppio di neutrini dai resti della Supernova 1987A.

Quant’è probabile? Mentre la causa del flash-forward è buona per un romanzo avvincente, è improbabile che lo sia nello show televisivo. Ad un metalivello, i produttori dello show non creeranno un mistero e non lo faranno proseguire solo per deludere gli spettatori con la rivelazione finale che è tutto proprio come nel libro. Inoltre, nel libro la causa è conosciuta quasi fin dall’inizio; lo show televisivo sembra trasformare la causa nel maggiore enigma da godersi per gli spettatori. E poi, nel libro il flash-forward avviene avanti nel tempo di 21 anni, contro gli scarsi sei mesi dello show. E nello stesso show, abbiamo già visto quella misteriosa figura camminare intorno allo stadio di baseball a Detroit. Presumibilmente la sua esistenza sta a significare che il flash-forward era un evento pianificato e non accidentale. Parlando di questo…


Qual è la teoria? Il Sospetto Zero, la figura misteriosa vista correre intorno allo stadio di baseball a Detroit durante i blackout, sta dietro ai flash-forward.

 

Quant’è probabile? Dato che il Sospetto Zero non sembrava confuso o in panico riguardo la sua situazione, è molto probabile che sapeva cosa stava per succedere già da prima o faceva parte di una cospirazione per causare il flash-forward in primo luogo. D’altro canto, se sapeva cosa sarebbe accaduto, perché si trovava nello stadio permettendo che le telecamere della sicurezza lo riprendessero? È così ovvio che fa parte di una cospirazione che forse è solo un astuto sviamento. Ma se è parte di una cospirazione, denotata dalla scoperta della chiamata col cellulare, ciò ci guida ad un’altra possibilità…


Qual è la teoria? L’agente FBI Demetri Noh fa parte della cospirazione che ha creato il flash-forward. Ricordatevi che quando Mark si è svegliato, Demetri era già fuori dalla macchina. Forse era cosciente e stava correndo in giro, come il Sospetto Zero a Detroit. La sua dichiarazione di non aver visto nulla durante il blackout è vera, ma semplicemente perché non ha perso conoscenza.

 

Quant’è probabile? Hmmm. Mentre questo porterebbe ad uno stravolgimento astuto lungo la via, fa comunque sorgere la domanda di cosa potrebbe possibilmente compiere Demetri su un’autostrada di Los Angeles per 2 minuti e 17 secondi. Lo stesso attore, John Cho, ha bocciato l’idea, dicendo a SCI FI Wire in un’intervista, “Ho sentito che la gente pensa che io possa essere un ideatore malvagio dietro a tutto questo. Sarebbe confusionario se ci fosse uno sviluppo successivo del genere“. E dato l’episodio di ieri notte, sembra esserci una prova obiettiva che Demetri sia davvero destin ato a morire prima del 29 aprile. A meno che, come suggerisce Josh Lasser, il governo possa simulare la morte di Demetri per fregare i cattivi. Forse Demetri sta ancora mentendo riguardo a qualcosa, comunque; potrebbe avere visto qualcosa del futuro che non vuole rivelare.


Qual è la teoria? Se c’è una cospirazione, qual è la sua motivazione? Marat Gaziev, blogger, suggerisce che i cospiratori stanno cercando di evitare un futuro cataclismatico per la razza umana. Secondo la sua teoria, la cospirazione creerà altri flash-forward che ci porteranno più avanti nel futuro, mostrando alla razza umana l’autodistruzione che avverrà se non cambiamo i nostri comportamenti.

 

Quant’è probabile? È difficile da valutare così presto. Comunque, Gaziev guadagna prestigio per essere uno dei pochi bloggers là fuori che ha tirato fuori una valida motivazione umana per innescare i disastri su scala mondiale che sono seguiti ai blackout. I bisogni di molti – cioè, dell’intera umanità – sicuramente superano in valore i bisogni dei pochi che sono dovuti morire per far sopravvivere la razza umana.



Qual è la teoria? Dall’altro lato, il blog Feeling Listless presume che la cospirazione non abbia realmente mostrato il futuro alla gente, ma ha piuttosto creato un’allucinazione di massa di un possibile  futuro per far sì che la gente segua un particolare sentiero per qualche ragione sconosciuta.  

 

Quant’è probabile? Dato l’ammontare di conoscenza riguardo a ogni singola persona sulla Terra che  tutto ciò dovrebbe richiedere, non sarebbe stato molto più semplice spedire la gente nel futuro e basta? Possiamo probabilmente non dare credito alla teoria dell’allucinazione.


 

Qual è la teoria? Il flash-forward è in qualche modo connesso all’esplosione avvenuta nel finale della quinta stagione di Lost, “The Incident”. La prova di questo è un cartellone pubblicitario della Oceanic Airlines che vanta “Record di perfetta sicurezza”. Dato che Jack e Juliet speravano che l’esplosione di una bomba nucleare sull’isola avrebbe cambiato la storia ed evitato lo schianto del loro volo in primo luogo, la pubblicità attesta che avevano ragione.

Quant’è probabile? I paragoni con Lost sono stati inevitabili, specialmente ora che Lost ha esplicitamente abbracciato il viaggio nel tempo come parte di sè fin dal suo inizio. Ma teniamo a mente che gli show sono gestiti da due diversi team creativi, e gli attori di Lost stanno già interpretando personaggi interamente nuovi in FlashForward: Sonya Walger (Penny in Lost e Olivia in FlashForward) e Dominic Monaghan (Charlie in Lost e Simon in FlashForward). Quindi è più probabile che i produttori di FlashForward si stiano solo divertendo con i fans – e forse sperano di emulare il successo di Lost.


Qual è la teoria? Scaramouch sul sito Yes But No But Yes suggerisce che lo show è il racconto dell’Apocalisse cristiana. Le persone che non hanno visto il loro futuro quando hanno perso conoscenza saranno portate nel Rapimento, e gli altri verranno lasciati indietro (come si dice) per combattere l’Anticristo.

 

Quant’è probabile? Um, qui stiamo parlando di mainstream Hollywood. Mentre le fiction sul Rapimento possono andare bene per il pubblico cristiano, è difficile immaginare gli show runners dirigersi in quella rotta – almeno, non in modo esplicito. Anche se l’agente FBI Stanford Wedeck ne ha portato la possibilità nell’episodio della scorsa sera…


Qual è la teoria? Il flash-forward non ci ha mostrato un quadro del futuro reale, ma piuttosto di una realtà alternati va. (Proposta da D-Roc, un amministratore di WeFlashForward).

 

Quant’è probabile? Se i flash-forward portano le persone a compiere azioni per annullare le loro visioni, allora sì, diventerebbero automaticamente parte di una realtà alternativa. Ma ancora, questo non spiega perché il flash-forward è successo in primo luogo.


Qual è la teoria? Il flash-forward è durato 2 minuti e 17 secondi, o 137 secondi in totale. Dunque, il flash-forward è connesso con la costante di struttura fine, un numero oscuro ma importante conosciuto nella meccanica quantistica per rappresentare la forza dell’elettromagnetismo ed equivale a 1/137. (Questa connessione è stata suggerita da Trish e Rob Macgregor nel loro blog Synchronicity).

 

Quant’è probabile? Se i flash-forward fossero basati su qualche tipo di fenomeno fisico moderno, non sarebbe una forzatura dire che la sua durata era predeterminata e inviolabile. E l’anticipazione dell’episodio della prossima settimana rivela che il numero 137 è significativo. Eppure, la durata del flash-forward impallidisce in confronto al fatto primo della sua esistenza. 


 

Qual è la teoria? È colpa del canguro.     

Quant’è probabile? Piuttosto improbabile, non direste? I canguri non hanno nemmeno i pollici opponibili. Eppure, non sorprendetevi di vedere il tema del canguro ricorrere per tutta la stagione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio