fbpx
Celebrità

10 attori di serie tv che meriterebbero il grande schermo

Questa settimana Nunzia e Maura hanno pensato di proporvi la classifica dei 10 attori di televisivi  che secondo noi di Telefilm Central meriterebbero una carriera cinematografica.
La scelta è stata ardua e dopo lunghe trattative abbiamo trovato la nostra Top Ten.
Ma siamo curiosi di sapere qual è la vostra! Abbiamo dimenticato qualcuno?
Scrivetecelo nei commenti!

Alexander Ludwig

vikings curiosità

Credits: History Channel

Una carriera iniziata con un ruolo minore nel primo film della saga Hunger Games, il vero picco della carriera di Alexander Ludwig è arrivato tuttavia con un ruolo televisivo. Dalla seconda stagione in poi è stato il figlio di Ragnar Lothbrok in Vikings, primogenito del futuro re di Kattegat e di Lagertha.

Sebbene non sia estraneo al grande schermo, è evidente che la serie tv di History Channel gli ha fornito quello che ancora gli mancava. Il prossimo passo? Un bel film da protagonista, magari con qualche collega canadese. Psst, Stephen Amell: hai impegni?

Justin Hartley

 

Tom Hughes

Jeremy Allen White

Joseph Morgan

La bravura di Joseph Morgan in The Vampire Diaries e l’affetto dei fan gli hanno fatto guadagnare una serie tv tutta sua. Ora che anche lo spin-off The Originals si è concluso, il futuro dell’attore dall’accento irresistibile ha centinaia di possibilità. Speriamo che arrivi un ruolo importante anche sul grande schermo, e speriamo che arrivi presto.

Bradley James

Bradley James curiosità

Grant Gustin

Tom Ellis

Patrick J. Adams

Tom Burke

 

 

10 – Ian Somerhalder

Dopo averci fatto piangere in Lost, in cui interpretava il superstite Boone Carlyle, Ian Somerhalder si è fatto conoscere ad un pubblico più giovane e maggiormente femminile, per l’interpretazione del vampiro Damon in The Vampire Diaries.
Il Damon di Mr. Somerhalder è sexy, carismatico, arrogante, cattivo. Ma non solo.
Ian interpreta benissimo anche i momenti in cui Damon è vulnerabile, quando toglie la maschera da bad guy e mostra la sua parte più umana, la sua capacità di amare.
Non a caso è uno dei candidati a ricoprire il ruolo del bellissimo Christian Grey, nel film tratto dal controverso bestseller 50 sfumature di grigio.
Scommettiamo che tutte le sue fan vorrebbero vedere i suoi magnifici occhi blu sul grande schermo.

09 – Gale Harold

Gale Harold ha un posto in un angolino nel cuore di tutti quelle persone che hanno visto Queer as Folk, come dimenticare Brian Kinney e la sua evoluzione nelle cinque stagione della bellissima serie di Russell T Davies?
Gale, ha anche avuto altri ruoli in serie tv di successo: Desperate Housewives, Hellcats, The secret Circle ma i più attenti lo ricorderanno anche come guest star in Grey’s Anatomy in un ruolo molto complesso.
Nonostante il suo discreto successo nel piccolo schermo e aver partecipato a qualche film indipendente, Gale però non è riuscito a sfondare nel grande schermo.
Come augurio che quest’opportunità arrivi presto, lo inseriamo al 9° posto della nostra classifica.

08 – Jensen Ackles

Meriterebbe anche oggi una vera opportunità sul grande schermo.
In Supernatural lo abbiamo visto per sette stagioni passare dalla recitazione più leggerà, divertente -come dimenticare questo momento- a momenti molto drammatici in cui abbiamo potuto constatare il talento di quest’attore.
Dopo aver interpretato il b movie My Bloody Valentine, uno dei primi film in 3D usciti, Jensen non ha avuto altre opportunità purtroppo.
Speriamo invece che arrivi un bel ruolo drammatico proprio nelle sue corde che lo faccia brillare anche al cinema.

07 – Matt Bomer

Fin dal primo episodio di White Collar, il pubblico è andato in visibilio per Neal Caffrey, il truffatore gentiluomo dai gusti raffinati.
Il merito è soprattutto di Matt Bomer, che è stato in grado di dare al personaggio quel tocco di classe che lo rende così attraente.
Abbiamo avuto modo apprezzare anche le sue doti canore in Glee, con le performances di Hungry Like the Wolf/Rio dei Duran Duran e Somebody That I Used to Know di Gotye.
E dopo averlo visto al cinema come miliardario insoddisfatto in In Time e come streapper in Magic Mike, non vediamo l’ora di vederlo affrontare un ruolo più impegnativo.

06 – Andrew Scott

“Every fairy tale needs a good old-fashioned villain”. Andrew Scott è il cattivissimo Moriarty versione XXI secolo nella mini-serie della BBC Sherlock. E come fa lui il villain, non lo fa nessuno.
Un po’ psicopatico, un po’ sexy, un po’ adorabile, il suo Moriarty è terrificante e al tempo stesso divertente.
Sappiamo che Mr. Scott è impegnato a teatro, ma a noi piacerebbe tanto vederlo al cinema, possibilmente ancora nel ruolo del cattivo.

 

05 – Rob James-Collier

E’ un attore britannico noto principalmente per il ruolo di Thomas Barrow.
Thomas non è un ruolo centrale in Downton Abbey ma quando gli è stata data la sceneggiatura giusta e i dialoghi Rob ha fatto faville con questo personaggio, dandogli uno spessore e una drammaticità che con il poco spazio a disposizione del personaggio non tutti sarebbe stati in grado di fare.
Per questo motivo, me meriterebbe una chance per farsi conoscere, oltretutto la faccia cinematografica non gli manca.

 

04 – Harry Lloyd

I veri fan di Harry lo ricordano come Will Scarlett della serie Robin Hood, ma a noi piace ricordarlo per gli sguardi da pazzo psicopatico e i gesti isterici di Viserys Targaryen
in Game of Thrones.
Impossibile dimenticarlo come il dolcissimo Herbert Pocket in Great Expectations, ma Mr. Lloyd meriterebbe già un Oscar per le magnifiche facce che ha fatto quando ha interpretato Jeremy Baines/Son of Mine in due episodi della quarta stagione di Doctor Who.
Giovane, carino, con un meraviglioso accento inglese, e soprattutto talentuoso.
Qualcuno se ne è già accorto e abbiamo potuto ammirarlo sul grande schermo in The Iron Lady, ma non ci basta: vogliamo più Harry al cinema!

03 – Peter Krause

C’è davvero bisogno di parlare del talento di quest’uomo?
La serie che l’ha lanciato, Six Feet Under, è uno dei migliori prodotti televisivi di sempre e il suo personaggio, Nate Fisher, tra quelli più ricordati dal pubblico.
Krause ci ha regalato un personaggio dalla mille sfaccettature e in continuo cambiamento per tutto l’arco della serie :da bad boy che si presenta ad una cena in famiglia sotto l’effetto di ecstasy a saggio uomo pronto ad affrontare la sua morte.
La mancata carriera cinematografica di Krause è un grande mistero, visto che anche dopo SFU ha dimostrato la sua bravura, prima avvocato dei potenti Darling in Dirty Sexy Money e oggi come Adam Braverman, meraviglioso marito e padre di un bambino affetto da Sindrome di Asperger in Parenthood.

02 – Evan Peters

Non è solo un bel faccino, anzi sostengo sia molto più bravo che bello.
Conosciuto per varie particine in serie tv di successo fin quando Ryan Murphy non ha deciso di dargli un ruolo centrale nella prima stagione di American Horror Story.
Un ruolo che è stato quasi il traino della serie su i maggiori social, soprattutto Tumblr. Evan è un talento naturale, spontaneo sempre in parte e credibile e mai, nonostante il suo ruolo non fosse facile, sopra le righe. Ora è impegnato con la seconda stagione antologica di American Horror Story: Asylum ma a noi piacerebbe vederlo al cinema, magari in un bel film indipendente con qualche attore di Hollywood a fare da traino alla pellicola.

01 – Aaron Paul

E’ la rivelazione degli ultimi anni.
Grazie al ruolo di Jesse Pinkman in Breaking Bad, che gli è valso ben due Emmy Award come miglior attore non protagonista in una serie drammatica, abbiamo avuto modo di scoprire le sue doti recitative.
Aaron è uno di quei talenti che non è facile incontrare, incanta con la sua espressività e con una recitazione naturale e spontanea.
Ha avuto dei ruoli al cinema ma per ora nulla che lo facesse sfondare veramente nel grande schermo, speriamo sia Smashed, il film che uscirà a breve e che lo vede protagonista al fianco di Mary Elizabeth Winstead la svolta definitiva alla sua carriera.
Sentiremo comunque, in qualsiasi caso, parlare di lui ancora per molto.

 

Menzioni speciali

È stato difficilissimo scegliere solo 10 attori, soprattutto perché ci siamo impegnati a scegliere solo chi ha avuto piccole parti al cinema, dovendo escludere attori a noi cari.
Così abbiamo deciso di inserire la categoria “menzioni speciali” per quegli attori che hanno già avuto la loro occasione e ne meriterebbero una seconda.
Siete d’accordo con le nostre scelte?

Jon Hamm

Il solo unico e ineguagliabile Don Draper. Non solo bello, ma soprattutto bravo non solo ad interpretare il mal di vivere e la perenne insoddisfazione del pubblicitario degli anni ’60, ma anche ruoli più comici. Vogliamo parlare delle sue apparizioni al Saturday Night Live o alla sua incursione in 30 Rock?
Mr. Hamm ha avuto qualche occasione di mostrarsi al grande pubblico, ma noi di Telefilm Central reclamiamo per lui un ruolo da protagonista!

John Noble

L’abbiamo visto sul grande schermo nei panni di Denethor nella trilogia de Il Signore degli Anelli, ma lo ricordiamo soprattutto come lo scienziato pazzo Walter Bishop nella serie sci-fi Fringe.
Walter Bishop è brillante, un po’ folle, spesso affamato e con una predilezione per l’LSD e John Noble sta ancora aspettando un Emmy per la sua impeccabile interpretazione.
Visto che Fringe sta per giungere alla sua conclusione, perché non dare a John un’altra chance sul grande schermo?

Michael C. Hall

Ha avuto due ruoli importantissimi nella sua carriera: David Fisher in Six Feet Under e Dexter Morgan in Dexter.
Nella sua filmografia compaiono quattro film e un cortometraggio per il momento, ma nonostante la visibilità ricevuta non ha mai sfondato veramente sul grande schermo e le carte per farlo certo non gli mancano.
Sarebbe bello vederlo in ruolo completamente diverso da quello conosciuto in Dexter e gli auguriamo che presto arrivi il suo momento.

Sebastian Stan

L’abbiamo inserito in questa menzione speciale perché ci piace qualsiasi cosa faccia. In realtà non avrebbe tanto bisogno di pubblicità, l’anno passato per Stan non è stato niente male.
Oltre a Captain America: The First Avenger al cinema è stato uno dei protagonisti di Political Animals su USA Network
Stan continua a passare dalla tv al cinema con naturalezza ma gli auguriamo, vista la sua bravura, di trovare presto la sua strada nel cinema di qualità.

*Le foto che corredano l’articolo non appartengono a Telefilm-central, ma provengono da una ricerca sui maggiori motori di ricerca:

Matt Bomer- richard phibbs
Andrew Scott – craig thomas
Aaroon Paul- carlos serrao
Evan Peters – Aleksandar Tomovic

Comments
To Top