Cinema

Your Name: Recensione del film di Makoto Shinkai

your name
imdb

Titolo: Your Name.

Genere: animazione, drammatico

Anno: 2016

Durata: 107 min

Regia: Makoto Shinkai

Sceneggiatura: Makoto Shinkai

Cast principale: Ryunosuke Kamiki,Mone Kamishiraishi, Masami Nagasawa,Etsuko Ichihara,Ryo Narita:

Autunno inoltrato, nell’aria il freddo pizzica il naso. Mentre aspetto che il tram arrivi, ad una donna vicino a me cadono delle arance da una borsa di carta, il marciapiede si riempie di globi arancioni che attirano l’attenzione di un bambino. Il piccolo ne rincorre uno ridendo, mentre la madre lancia un grido per la paura che una macchina lo investa. Guardo il cielo tra i tetti dei palazzi, è di un azzurro liquido e profondo che risalta ancora di più quando il tram esce dalla città e incontra il giallo degli alberi.

Ed ecco che nella mia testa le foglie e le arance iniziano a danzare in un meraviglioso valzer di colori caldi, allargandosi e stringendosi come gli stormi di uccelli nel cielo. Questo vuol dire essere romantici, fare del gesto piccolo e quotidiano un sogno di luce. Romantico non è colui che sogna di vivere in un castello con magici uccellini che cuciono vestiti, ma è chi è capace di vedere oltre la superficie delle relazioni, del giorno, dei volti, delle cose e creare storie protese verso un domani meraviglioso ma disperatamente irrealizzabile.

LEGGI ANCHE: 3 drama coreani da recuperare: Just Between Lovers, While you were Sleeping, I’m not a Robot

MAKOTO SHINKAI E IL ROMANTICISMO DELLA LUCE

Makoto Shinkai è in questo senso un romantico, le storie che racconta non sono mai complesse ma racchiudono un cuore terribilmente sensibile e molto spesso fin troppo attuale. La sua capacità di sceneggiare la luce creando immagini e situazioni che lasciano senza fiato è ben nota agli appassionati di animazione. Nel suo ultimo lavoro Il Giardino delle parole era stato capace di creare probabilmente la migliore pioggia mai vista su un grande schermo.

La maestria nel disegno e nella regia di Shinkai ne fanno secondo molti l’erede dello studio Ghibli ma a parere di chi scrive, l’animazione di questo artista è molto diversa e risente delle influenze della letteratura contemporanea giapponese, in particolare delle opere di Murakami ed è quindi definibile come più matura e concentrata sul mondo reale.

L’animazione è un genere che al di fuori del Giappone ha un destino difficile, molto spesso non viene compresa o resta schiacciata dall’etichetta “per bambini”, impedendole di allargare il suo bacino di pubblico. Makoto Shinkai potrebbe essere in tal uno dei registi e disegnatori capaci di contribuire al processo di affrancamento di questo genere, già partendo con il suo ultimo lungometraggio Your Name (Kimi no na wa) nelle sale dal 23 al 26 gennaio.

LEGGI ANCHE: La forma della voce: la recensione del film di Naoko Yamada

YOUR NAME: LA MERAVIGLIA DEL DESTINO

Campione di incassi in Giappone e ad oggi uno dei film di animazione con il miglior punteggio della critica cinematografica mondiale, Your Name approda in Italia per tre giorni. Sebbene la pellicola si presenti come una storia romantica (in gergo shojo) tra una ragazzo e una ragazza che senza un perché si ritrovano l’uno nel corpo dell’altro, Your Name è molto di più.

La bellezza delle ambientazioni che passano dall’urbano al campestre fa roteare lo spettatore in un turbinio di emozioni che vanno dalla gioia, al dubbio, alla tristezza fino a un dolce senso di speranza capace di sciogliere il cuore. Nonostante i personaggi non siano molto approfonditi ma risultino fin troppo spigolosi e delineati, la storia avanza piano piano e giunge alla fine trasportando come un treno a vapore lo spettatore da un semplice pretesto narrativo ad una toccante riflessione sul destino e sull’amore.

Nel film ritroviamo tutti i tempi cari a Shinkai esposti al meglio e qualche citazione alla letteratura occidentale (la citazione a Jane Eyre con il nastro rosso non credo sia messa lì a caso), e forse è per questo che il film nonostante apra la carriera di questo autore al mondo chiude in parte un capitolo nella sua produzione, quello dell’amore destinato a non accadere, delle anime gemelle, dei legami che vanno oltre il tempo, lo spazio, l’età e l’aspetto.

Scrollate dalle spalle i vostri preconcetti sull’animazione giapponese e andate al cinema, lasciate che un romantico vi racconti una storia semplice e fatevi cullare nella sorpresa e nella meraviglia delle illustrazioni di Shinkai, perché questo film fa bene al cuore.

Good Luck!

Your Name
  • Splendido
Sending
User Review
4.17 (12 votes)
Comments
To Top