Recensioni

True Blood – 5.04 We’ll Meet Again

La recensione di oggi riprende proprio dal dubbio di Nancy… Pam andrà o no a salvare la sua progenie? Siamo onesti, molti di noi tifano perché Pam non salvi Tara, ma ahimè ‘i sogni son desideri‘ come diceva una canzone della Disney. Ma veniamo alla puntata che non delude per nulla.

Finalmente i nostri due beniamini tornano a casa e devono capire dove si nasconda Russell, ma soprattutto chi li ha traditi. Eric affronta Pam per scoprire se sia stata lei a tradirlo, ma come fa notare Pam stessa (con affermazioni che ti fanno venire gli occhi a cuoricino), capiamo che non è colpa sua anche se non avevamo dubbi in merito.
Bill, dal canto suo, decide di mettere a soqquadro la casa per cercare una cimice che possa spiegare il disseppellimento di Russell, ma anche con l’aiuto di Jessica non trova nulla. Quindi la domanda resta la stessa: chi sarà stato?
Il ritorno di Eric significa comunque anche altro per Pam; significa infatti essere lasciate libere dal rapporto creatore-figlio, una delle scene migliori della puntata (per non dire della stagione). Vederli così uniti, piangere per il rompersi del legame, è stato davvero commovente!

Parliamo un po’ del resto dei personaggi e delle trame secondarie, giusto per dovere di cronaca:
–    Sam riceve la visita di due amici mutaforma che lo invitano a casa loro per tornare a correre nei boschi liberi e felici. Dopo un momento di titubanza Sam accetta, va a trovarli ma… li trova morti! Sono onesta, non mi interessa sapere chi sia stato, e cosa più importante spero che questa storyline prenda solo 5 minuti al max a puntata!
–    Patrick e Terry vanno alla ricerca dei loro commilitone e noi vediamo un flashback che ci racconta quello che è successo mentre erano in missione. Onestamente questa storia mi interessa ancor meno di quella di Sam!
–    Lo sceriffo Bellefleur e Jason vengono invitati dal giudice a una serata particolare; i due si ritroveranno infatti in una sorta di circolo burlesque/cirque du soleil popolato da fate! Una di queste è la cugina di Jason che cerca di metterlo in guardia su quello che i vampiri potrebbero fare a Sookie, e gli rivela che i genitori son stati uccisi dai vampiri e non in un incidente. Peccato che Jason si faccia buttare fuori dal club…
–    Roman e Salome riescono a far parlare Nora e farsi dire il nome del traditore, che sembrebbe proprio il bambino (insopportabile) cancelliere; quest’ultimo viene infatti ucciso per mano, o meglio dire ‘per paletto’, da Roman.

Per quanto riguardo Sookie, la donna capisce (finalmente!!!) che la odiano un po’ tutti e dopo essere sopravvissuta alla macchina posseduta (tutto merito di Lafayette), decide di darsi all’alcool e bere tanto. Ma la poverina viene interrotta da Alcide, che aveva appena detto ai genitori di Debbie che la loro figlia era morta. Alla fine i due si danno all’alcool e ci danno dentro. La scena del bacio viene vista anche da Eric e Bill, il quale era stato consigliato da Jessica di andare dalla povera Sookie che era tanto triste e sconsolata (certo con in casa sul divano con Alcide una può essere davvero triste?). La scena non li turba più di tanto, ma decidono che Sookie in realtà può tornare utile per trovare Russel.

Questa stagione mi piace molto, sarà il fatto che viene messa un po’ in disparte Sookie oppure perchè tutti dicono le cose come stanno su di lei e ogni volta questo è davvero un bel momento. Per ore le storyline secondarie non occupano troppo spazio durante la puntata dunque Tara vampiro è sopportabile, forse anche perchè è stata creata da Pam. Mi è molto piaciuto il fatto che abbiano raccontato come Pam sia diventata vampira e il suo rapporto con Eric. Mi piace, altresi, il contesto dell’Authority e dei riferimenti biblici e storici. Speriamo davvero che True Blood continui così!

To Top