Attori, Registi, ecc.

The Walking Dead: Daryl e Carol di nuovo insieme, Norman Reedus parla dell’atteso incontro

The Walking Dead-Norman Reedus

Nella serie sugli zombie più amata i vari ingranaggi si stanno muovendo e due grandi personaggi si sono finalmente ritrovati.

Daryl ha trovato asilo politico nel Regno di Ezekiel e così ha rincontrato Carol dopo ben 12 puntate di lontananza.

Norman Reedus

 

 

Norman Reedus (Daryl) ha raccontato in un intervista con Vanity Fair quanto è stato emozionante ritrovarsi sul set con Melissa McBride(Carol) dopo quelli che gli sono sembrati, parole sue, 85 anni dall’ultima volta che avevano recitato insieme.

  • Come hai detto tu, sembrano passati alcuni decenni da quando Daryl e Carol sono stati sullo schermo insieme, anche se sono passati solo 12 episodi. Com’è stato il tuo primo giorno [di riprese] insieme a lei?

Ricordo di aver letto la sceneggiatura e di aver detto: “Sì! Final mente!”. Per l’intera stagione sono stato separato da tutti e finalmente li sto ritrovando. Ci sono alcuni attori di cui ho totale fiducia, con cui ho un ottimo rapporto e che conosco veramente bene. Melissa è una di queste. Noi possiamo lanciare una pietra attraverso la finestra e divertirci un sacco. È come quando si incontrano due bambini il primo giorno di scuola.

Non so nemmeno se quell’abbraccio era nella sceneggiatura. Nella nostra prima ripresa tutti stavamo piangendo. Chiunque sul set aspettava che questo accadesse. Noi lo aspettavamo molto più di chiunque altro nello show. Tutti pensavamo “finalmente”.

  • Perché Daryl decide di non dire a Carol che Glenn e Abraham sono morti?

    Daryl ha visto quanto lei è andata lontano per tutelare qualcosa nella sua stessa vita. Se perdi te stessa al 100%, questo diventa il punto della situazione. L’abbiamo vista andare via e tornare, uccidere e non uccidere. Lui l’ha vista andare via per questo e si tratta di un gesto molto altruista dirle che tutti stavano bene. Carol per lui significa molto più di qualsiasi altra persona, la sta proteggendo sia mentalmente che fisicamente.

    È pazzesco per me, io e Melissa siamo molto vicini. Noi ci conosciamo veramente bene e girare una scena come questa non può che diventare personale. La prima volta che abbiamo girato siamo scoppiati a piangere. Io e Andy [Lincon] abbiamo anche questo in comune, entrambi siamo passati attraverso queste cose per ben sette anni. Ci sono legami che sono reali. Io e lei abbiamo una reale connessione, così come ce l’avevamo anche io e Steven Yeun(Glenn).

  • Parlami del trauma che ha dovuto affrontare Daryl. 

    Daryl è il tipo che seppellisce queste cose dentro di sé e stringe i denti. Lui non mostra il suo cuore finché non incontra qualcuno a cui tiene. Carol è una di queste persone. È interessante osservare qualcuno che cerca di non piangere, lui cerca di non farlo per tutto il tempo. Ha sempre dovuto essere “il duro”. Ha dovuto nascondere questo [suo dolore]. Quando lui si imbatte in certe persone e tutto inizia a trapelare, diventa un diluvio. Melissa è una di queste persone, almeno per me.

  • Ma Daryl non è ancora tornato completamente nel gruppo.

    Si sta nascondendo, non può presentarsi ad Alexandria perché gli altri verrebbero uccisi. Negan in un certo senso voleva adottare Daryl, tenerlo vicino a sé, e ora distruggerà qualsiasi cosa per trovarlo. Il gruppo è finalmente riunito e si sta muovendo, ma lui non può raggiungerli.

  • Hai anche avuto un bel momento con Shiva la tigre. Stavi recitando con una pala da tennis o…?

    Qualche volta i nostri effetti speciali sono solo un ragazzo che tiene una testa di tigre e si rotola- facendo anche un piccolo ringhio. Fin da quando ho letto che ci sarebbe stata una tigre, io facevo pressione per girare con lei. È stato come: “Tu non vuoi darmi un cane, lasciami avere una scena con la tigre!” È stato grande.

Comments
To Top