Attori, Registi, ecc.

The Vampire Diaries: Panel di Rick Cosnett alla Love&Blood ItaCon 3D.

Ricordate il cattivo dott. Wes Maxfield di The Vampire Diaries o l’irreprensibile poliziotto Eddie Thawne di The Flash? Bene, sappiate che nella vita reale, Rick è completamente diverso! Allegro e socievole, Rick Cosnett, entra ballando e cantando, sulle note di ‘I’ll be there for you’ (indimenticabile colonna sonora di Friends) sul palco della Convention Love&Blood ItaCon 3D di The Vampire Diaries e The Originals.

Non è il classico divo americano, compone diverse frasi in italiano (non le solite paroline per strappare l’applauso in sala) perché conosce discretamente la nostra lingua e vuole impararla meglio; accenna pure un’aria di un’opera lirica in italiano. Le fan lo adorano! Comprendiamo subito che è un panel differente dagli altri: intanto niente domande da parte del pubblico ma solo Rick che si confessa davanti ai fan, tramite il susseguirsi di foto sul maxi schermo, prese dal suo account Instragram, che mostrano uno squarcio della sua vita privata. La prima foto ritrae una rosa, quella preferita dalla nonna che non c’è più.

rick cosnett_tvd_the flashRisale a molto tempo fa la sua ultima bugia perché ha capito quanto possa ferire dirne una, oltre al fatto che diventa imbarazzante ricordarsi cosa si è detto. Alla morte di Robin Williams, pubblicò una foto di Aladdin che abbraccia il Genio (nel film di animazione il Genio fu doppiato da Williams, ndr).

Il più grande rimpianto di Rick è stato quello di non avere dato voce ad una donna anziana affetta da ictus che voleva mandare un saluto ai nipoti; pur avendo compreso quel messaggio, lui non ebbe la prontezza di recapitalo. Il peggior nemico di Rick è… Nina. L’attore scoppia a ridere, gaffe involontaria o semplice battuta?

L’attore 32 enne rifiuta, però, di rivelarci quale sia la migliore qualità fisica del suo corpo… perché non dice bugie. Urla e applausi si levano dal pubblico, che pare avere colto una certa allusione. Se fosse donna si chiamerebbe Kitty, come una gattina perché ha un animo felino. Scopriamo di più sui progetti lavorativi di Rick, quando ci parla di un corto a cui tiene molto, che è stato realizzato grazie alle donazioni ricevute, ammontando a circa 80 mila dollari (ben oltre la soglia programmata in origine).

Un sogno nel cassetto? Fare un film sugli anni ’80 perché è affascinato da quell’epoca. Una star con cui andrebbe a letto dovrebbe essere un mix tra Jim Carrey e Jennifer Lawrence (umorismo e bellezza insieme… niente male!).

rick cosnett_conventionIl sito che visita più di frequente è Wikipedia, perché lì prende tutte le informazioni che possano tornargli utili quando deve fare un’audizione. Del suo passato cancellerebbe il periodo della scuola, ma ammette che tutto ciò che ha fatto nel passato lo ha reso la persona che è adesso… quindi va bene così. Il pubblico applaude ed apprezza la sincerità con cui questo attore si è confidato, facendoci scoprire una parte di sé che diversamente non avremmo mai potuto conoscere.

Basta parlare di sé, Rick si alza dalla sedia ed invita le ragazze che avevano fatto con lui il Meet&Greet (un extra in cui max 15 persone hanno la possibilità di parlare con uno degli attori stando seduti allo stesso tavolo per mezz’ora, ndr) a salire sul palco, perché adesso si balla e si canta sulle note di Vivere (Dare to Live), cantata in italiano ed inglese da Andrea Bocelli e Laura Pausini, lasciandoci con il messaggio di vivere e godersi la vita, sempre! La solarità di questo attore è sorprendente e contagiosa. Bravo, Rick, ci sei proprio piaciuto!

Ci avviciniamo alla conclusione della Convention, rimane l’ultimo panel a cui assistere, quello forse più atteso… Ian e Paul ci aspettano! A più tardi!

Comments
To Top