Leftovers (The)

The Leftovers: Damon Lindelof parla della nuova sigla della terza stagione

Tra le tante domande che la prima puntata dell’ultima stagione di The Leftovers ha instillato nella mente di noi poveri spettatori c’è una, forse un po’ più triviale rispetto alle altre ma comunque importante. Perché, come è capitato in passato, la sigla dell’ultimo lavoro di Damon Lindelof ha un suo ruolo nell’economia della serie.

I primi titoli di apertura erano stati creati da yU+co, studio di design americano, e avevano come soggetto i dipinti della Cappella Sistina. L’intento era stato quello di “rappresentare una varietà di tipi umani e di emozioni – come lo stesso creatore Garson Yu aveva affermato – realizzando un atlante di varie sculture e dipinti rinascimentali e cercando di attivare una sorta di catarsi nello spettatore”. Il tutto era accompagnato dalle note di Jenerik Müziği.

Let The Mystery Be di Iris DeMent è stata invece il tema della sigla della seconda stagione, in cui una serie di immagini mostra la presenza/assenza di quel 2% della popolazione mondiale scomparso misteriosamente. 

LEGGI ANCHE: Tom Perrotta e Damon Lindelof parlano della terza ed ultima stagione

Cosa aspettarsi allora per questa stagione? Ben Travers di Indiewire lo ha chiesto allo stesso Lindelof, il quale ha ammesso di sentirsi un po’ sotto pressione (sopra il video dell’intervista).

“Le persone si aspettano qualcosa di diverso per la sigla della terza stagione, visti i precedenti. Posso dire che abbiamo fatto qualcosa di diverso, ma se funzionerà o meno, se piacerà o meno è un punto interrogativo. Abbiamo pensato alla sigla – ha continuato Lindelof – come ad un’apertura. Ogni episodio è diverso. C’è un episodio per Nora, uno per Kevin, uno per Laurie per cui abbiamo curato la sigla come un’apertura.”

Dobbiamo quindi supporre che la sigla della première sia il giro a cavallo di Kevin sulle note di Sign of The Judgement dei The Mcintosh County Shouters? O ci sono altre sorprese in serbo per noi? Non resta che attendere il prossimo episodio.

Fonte: Indiewire

Comments
To Top