News Serie TV

The Good Fight: nella stagione 2 si parlerà del tentativo di Impeachment di Trump

The Good Fight

I fan più accaniti di The Good Wife e del suo spin-off The Good Fight sanno quanto ai King piaccia utilizzare i propri show per parlare di attualità e stuzzicare la politica. Del resto in un’America colpita dal cataclisma Trump ogni persona con un minimo di visibilità non si lascia sfuggire l’occasione di dire la propria sul presidente aranciato e giustamente le serie tv non potevano essere da meno.

The Good Fight esplorerà infatti il tentativo da parte dei Democratici di mettere in stato d’accusa il Presidente Trump dopo le elezioni di metà mandato. Tuttavia questa mossa politica non servirà a fare da cornice allo show ma pare avrà delle conseguenze dirette sui nostri protagonisti. Lo studio Reddick, Boseman e Kolstad sarà infatti coinvolto in prima linea in questa impresa.

In un’anticipazione della settima puntata della seconda stagione dal titolo “Shameless” (spudorato in Italiano) Robert King ha dichiarato: “Faremo una satira del partito Democratico, impegnato ad affilare le zanne nel tentativo di ribaltare la Casa Bianca e determinare l’impeachment del Presidente. Vogliono infatti trovare degli alleati e quindi riottenere la maggioranza entro Novembre. Per arrivare a ciò intervisteranno diversi studi di avvocati pin modo da capire quale è il migliore per seguire un caso di impeachment”.

LEGGI ANCHE: The Good Fight, nuovi ingressi ed uscite per la seconda stagione

THE GOOD FIGHT: LA POLITICA AL MICROSCOPIO

Utilizzare uno studio afro-americano sarebbe un’opzione molto interessante per il Partito Democratico. “Si tratta di una vera e propria satira dei Democratici che tentano di mettere in stato d’accusa il Presidente in carica. E’ come se i Repubblicani fossero stati alle costole di Obama. La domanda è quindi: Se volessi mettere in pratica il 25esimo emendamento, come lo faresti?”

Tuttavia lo sceneggiatore ha imparato a sue spese durante la scrittura dell’episodio che la messa in pratica di un impeachment è molto complessa. “Dopo tutto il 25esimo emendamento non è una possibilità poi così sensata.”

King ha inoltre tenuto a dichiarare che la puntata non è una lettera di apprezzamento ai Democratici. Infatti questa manovra di messa in stato d’accusa non sarà rappresentata sotto una buona luce. “Il ritorno del personaggio interpretato da Audra McDonald farà si che il tentativo di prosecuzione sarà tanto spudorato quanto spudorato viene ritenuto essere Trump. Mi sembrava un modo interessante di rappresentare in modo colorito la motivazione dei Democratici nel tentativo di ribaltare il Presidente”.

“Sarà interessante vedere come cambierà l’opinione e il punto di vista degllo spettatore. Quando Trump colpisce basso, i democratici saranno ancora più meschini, colpendo più in basso. Per chi tiferete alla fine?”

Il ritorno della seconda stagione di The Good Fight è previsto per il 4 Marzo sul servizio streaming CBS All Access.

Fonte: TV LINE

 

Comments
To Top