Crown (The)

The Crown: Netflix promette sei stagioni

The Crown

Ted Sarandos, capo contenuti di Netflix, cavalca il successo di The Crown con un annuncio tutt’altro che inatteso.

Lo show ha debuttato lo scorso 4 novembre, incontrando immediatamente il favore di critica e pubblico. Con un cast di tutto rispetto che conta Claire Foy,  Matt Smith, John Lithgow e Eileen Atkins, solo per citarne alcuni, e una produzione da 156 milioni di dollari alle spalle, The Crown non ha deluso le aspettative. Netflix ha puntato subito molto su questa serie che va a solleticare la curiosità di royalist della prima ora e un pubblico meno di nicchia di quello che si pensi.

the crown

Parlando a un panel per la nonprofit Visionary Women lo scorso 17 novembre, Sarandos si dimostrava fiducioso di poter investire nella serie per almeno altre sei stagioni:

“Siamo ora in produzione con la seconda serie” dichiara, “Ripercorreremo la vita della Regina Elisabetta da quando aveva 29 anni a, presumibilmente, i giorni nostri”.

“L’idea è di mostrare tutto in sei decenni, in sei stagioni forse, e far durare lo show dagli otto ai dieci anni”

Un impegno non da poco. La prima serie di The Crown, ad opera dall’autore di The Queen, Peter Morgan, è uno sguardo indiscreto sui primi anni di regno della Regina Elisabetta, in un’Inghilterra post bellica ancora legatissima al “salvatore della patria” Winston Churchill. Con le delicate vicende storiche si incrociano quelle private della famiglia reale, che continuano a scatenare una morbosa curiosità nei sudditti (e non) anche ai giorni nostri.

Ai creatori dello show, l’unica opinione che resta da conoscere è ovviamente quella di Sua Altezza Reale, che all’alba dei suoi 90 anni resta una delle figure più popolari e inaccessibili del pianeta.

Royalists, siete pronti per altre sei stagioni di The Crown? Per rifletterci meglio, non perdete la nostra recensione della prima qui.

 

Comments
To Top