Big Bang Theory (The)

The Big Bang Theory: Recensione dell’episodio 9.05 – The Perspiration Implementation

The Big Bang Theory

Con la quinta puntata della sua nona stagione The Big Bang Theory affronta un tema ostico per i nerd: l’attività fisica. Tutta la storia nel complesso risulta poco divertente. Purtroppo bisogna dire che dopo così tante puntate prodotte è sempre difficile per una serie tv avere idee sempre nuove da sviluppare e, nonostante questo telefilm stia già da vario tempo portando avanti anche una piccola trama orizzontale ogni volta (cosa certamente interessante per chi segue le avventure dei sei amici dall’inizio), non sta riuscendo a creare situazioni che facciano ridere veramente.

The Big Bang TheoryCertamente ci strappa un sorriso, ma essendo una comedy dovrebbe fare di più. Quando mi approccio alla visione di una sua puntata e mentre la guardo trovo esilaranti pochi momenti a differenza delle sue prime stagioni in cui ridevo spesso, mi accorgo di continuare a seguirlo principalmente per affetto verso questi personaggi, per vedere come proseguono le loro trame e per le assurdità di Sheldon e non tanto per il suo presupposto principale: ridere.
Si deve sicuramente ammettere, però, che ultimamente gli autori si sono focalizzati molto sulla trama orizzontale e quindi ogni contesto, ambientazione e storia narrata è creata in funzione del mostrarci qualcosa della vita dei protagonisti. In questo modo, quindi, gli episodi non rimangono a sé stanti (ed in questo caso risulterebbero ancor meno interessanti e sarebbero davvero inutili ed in difetto), ma servono almeno ad uno scopo.

In particolare questa settimana Sheldon, Leonard, Howard e Raj vogliono cimentarsi nell’attività sportiva e scelgono quello che per varie ragioni rispetta i loro criteri per uno sport: la scherma. Il corso è tenuto da Barry Kripke che insegna ai ragazzi vari movimenti finché non scopre che Amy ha lasciato Sheldon e decide quindi di provarci con la ragazza. Sheldon è distrutto, a modo suo, dalla cosa e bevendo pochi sorsi di birra in un bar mette in atto uno dei suoi soliti comportamenti imbarazzanti da “ubriaco”, questa volta per provare ad approcciarsi ad altre ragazze.

The Big Bang TheoryNel frattempo Penny, Amy e Bernadette aiutano Stuart a capire perché nessuna ragazza entra nel negozio di fumetti. Conosciamo com’è il ragazzo, quindi, ciò che scoprono sui suoi strambi comportamenti strappa un sorriso, ma non stupisce nessuno, è solo un modo per sottolineare ancora di più le sue stranezze. Certamente, però, questa parte di episodio è stato utile per vedere maggiormente in “azione” il personaggio di Stuart che ormai si sa che fa parte della compagnia, ma che trovo ancora troppo poco presente. Lo stesso discorso vale per Emily che è la ragazza di Raj già da tempo, ma che si vede davvero poco spesso. Sarebbe ora di dare più spazio a questi due personaggi per rendere più credibile il loro legame e la loro vicinanza con gli altri personaggi.

Alla fine Amy rifiuta la proposta di Kripke ad una uscita insieme dopo aver ricevuto una foto di lui nudo (anche questo personaggio ha ovviamente le sue stranezze) e poi rimane stupita nel sapere che Sheldon, sotto suggerimento degli altri ragazzi, ha pensato di conoscere altre persone per tentare di voltare pagina. Forse lei non aveva mai preso in considerazione questa possibilità e non sembra contenta nello scoprire la notizia, come non lo era stato Sheldon nel sapere che Kripke era interessato a lei tanto da volerlo sfidare a duello. Ormai sono vari episodi che c’è questo stallo tra i due e credo che gli eventi di questa settimana possano portare a movimentare la cosa.

The Big Bang TheoryPrima di concludere ho un appunto da fare su Penny: il suo personaggio rimane sempre e comunque centrale visto l’importanza che ha, ma negli ultimi tempi ho l’impressione che faccia molto meno, come se a volte non sapessero cosa farle fare. Dà le battute agli altri personaggi certo, ma ho notato che molto più spesso vengono inquadrate le sue espressioni ed i suoi gesti, come se non sapessero cosa farle dire, ma si volesse comunque continuamente sottolineare la sua presenza.
Insomma, come detto un episodio che dal lato comico ha pochi elementi: strappa qualche sorriso, niente di più. Quindi va bene che almeno si porti avanti la trama orizzontale, ma si dovrebbe davvero far qualcosa in più per quanto riguarda l’ilarità. E visto che, arrivata al nono anno, raggiungere questo obiettivo non è facile, l’unica possibilità è tenerselo così e guardarlo soprattutto per i personaggi tenendo in considerazione che la chiusura non è nell’aria.

In attesa del prossimo episodio e delle prossime recensioni ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema

Comments
To Top