100 (The)

The 100: Le 6 maggiori differenze tra i libri e la serie tv

the 100

Vi siete mai chiesti quali fossero le differenze tra i libri e la serie di The 100? Ebbene ecco un breve, ma esauriente, resoconto delle differenze tra la serie di Jason Rothenberg ed i libri di Kass Morgan

Se avete avuto la brillante idea di guardare il pilot di The 100 è probabile che siate ancora immischiati fino al collo nelle vicende del gruppo di ragazzi catapultati sulla terra, alle prese non solo con i propri drammi adolescenziali ma, naturalmente, con un po’di Grounders pronti a ucciderli e qualche grosso imprevisto, sempre ben celato tra gli alberi e i cespugli. La verità è che lo show della CW brilla non solo per l’azione non-stop o per la costante scarica di adrenalina ma anche per le continue minacce sempre in agguato nella foresta. Molti sono a conoscenza del fatto che The 100 sia tratto da una serie di libri ma probabilmente meno saranno a conoscenza del fatto che libri e film hanno preso una direzione nettamente differente l’uno dall’altra.

Non pensate a Game of Thrones, non provate nemmeno a ripescare i libri per cercare di sapere cosa accadrà dopo. I libri e lo show sono totalmente diversi, tanto che perfino alcuni dei personaggio fondamentali non sono nemmeno citati nello show e altri sono stati appositamente creati per lo schermo e nei libri non esistono. Kass Morgan, l’autrice, ha spesso e volentieri ribadito come i cambi degli sceneggiatori le siano sempre piaciuti, ma viene da chiedersi se sia stato effettivamente un percorso saggio quello intrapreso da Rothenberg. Ecco allora le maggiori differenze tra libri e la serie TV che fa impazzire i fan di tutto il mondo.

the 1001.Clarke

Nei libri Clarke è uno dei quattro personaggi principali che racconta la storia dal suo punto di vista ed è uno degli adolescenti spediti sulla terra. Ha conoscenze mediche che risultano molto importanti una volta giunti sul Pianeta. Entrambi i suoi genitori erano scienziati e entrambi sono stati giustiziati mentre ancora nello spazio. Nello show, invece, Clarke ha ancora la madre, e infatti la relazione con quest’ultima è uno dei punti cruciali della sua storyline. Allo stesso tempo il suo ruolo è quello di leader e anche spietato. Nei libri, a differenza della serie tv, non è una ragazzina sprovveduta ma è accusata e arrestata per tradimento. Hai capito la Wanheda!

2. I personaggi mancanti
Se avete guardato lo show prima di leggere i libri sarete stati abbastanza delusi nello scoprire che Finn, Raven, Murphy, Charlotte, Jasper e persino Monty nei libri non esistono. Un po’ controversa la vicenda, soprattutto vista e considerata l’importanza di alcuni di questi personaggi – in particolare Finne e Raven – e la loro interazione con i protagonisti. Nei libri, viceversa, ci sono dei personaggi che lo show ha deciso di tralasciare. Glass è uno dei quattro protagonisti che racconta la storia dal proprio punto di vista e non viene spedita sulla terra, quindi grazie a lei scopriamo cosa accade sull’Arca e i problemi che iniziano per la mancanza di ossigeno. Altri personaggi mancanti sullo schermo sono Thalia (migliore amica di Clarke), Asher e Graham.

3. La storia di Wells

the100_202_3Forse non tutti ricorderanno Wells. E’ comprensibile, dal momento che nello show ci lascia piuttosto velocemente. Nei libri, al contrario, Wells è un personaggio importante e ha una relazione con Clarke quando arrivano sulla terra. La storia tra i due continua tra diversi tira e molla e Wells è effettivamente una figura di leader tra i 100, ruolo che nella serie è invece di Clarke. Inoltre è proprio Wells (non Octavia) ad avere poi una relazione con uno dei Grounders.

4. L’innocente

Nello show, Clarke e Octavia sono entrambe ingiustamente intrappolate e sono vittime di circostanze non dipendenti da nessuna delle due. Nei libri, come già detto in precedenza, Clarke è colpevole di tradimento.

Octavia, invece, ha un’esistenza ancor più triste di quella narrata nella serie. Infatti quest’ultima cresce chiusa in un armadio fino all’età di cinque anni e successivamente in un orfanotrofio della Colonia. Ha una serie di esperienze traumatiche che poi la porteranno a soffrire di PTSD e anche a sviluppare una dipendenza da pillole. Sarà infatti arrestata proprio perché scoperta a rubare delle pillole. Octavia ha solo 14 anni quando i cento arrivano sulla terra. Anche nei libri viene rapita dai Grounders ma, a differenza di quanto accaduto nella serie, non avrà nessun tipo di relazione sentimentale con nessuno di loro (Lincoln, lacrimuccia).

Twilight’s Last Gleaming5. Il potere di Bellamy

Shippers Bellarke, non perdete la speranza! Vi piacerà sapere, infatti, che nei libri c’è del tenero tra Bellamy e Clarke e, anzi, c’è un triangolo amoroso tra Wells, Clarke e Bellamy. Infatti, mentre ci sono degli alti e bassi nella relazione tra Clarke e Wells, Bellamy e Clarke si scambiano un bacio appassionato nei boschi mentre sono alla ricerca di Octavia. Nello show Bellamy all’inizio sembra un tipo molto duro e piuttosto spietato, che poi però diventa sempre più mansueto, anche se non perde mai il suo desiderio di proteggere quelli che ama. Nei libri la sua indole è molto più docile. Non ci resta che sperare che anche nella serie il momento Bellarke non sia poi così lontano!

6. I Grounders

Prima di tutto chiariamo un punto: nel libro non esistono i ‘Grounders’ bensì i ‘Earthborns’ (letteralmente, quelli nati sulla Terra). A differenza della serie non arrivano in scena prima della fine del primo libro. In realtà non c’è nemmeno una guerra tra i cento e i Grounders dal momento che quest’ultimi hanno sempre saputo dell’esistenza della ‘Gente del Cielo’. Ah, ok.

Comments
To Top