News

Stranger Things: le 5 domande che ci ha lasciato la seconda stagione

Stranger Things

Cari amici sappiamo tutti in che condizione vi trovate tutt’ora. Con buona probabilità se state leggendo questo articolo rientrate all’interno di due papabili categorie: quelli che si sono sparati Stranger Things durante il weekend del suo rilascio o quelli che stanno utilizzando il ponte dei morti in modo veramente proficuo. In ogni caso sappiate che vi voglio bene e capisco il vostro disagio.

Per quanto la seconda stagione di Stranger Things sia stata semplicemente deliziosa e molto più esplosiva della prima questo non vuol dire che ci abbia lasciati senza interrogativi. Arrivati alla fine infatti non abbiamo colto un verso senso di chiusura ed inevitabilmente molte sono le domande che ci tartasseranno nell’anno a venire nell’attesa di ricevere i nuovi episodi.

Vediamo assieme quali sono le 5 domande rimaste in sospeso dopo la conclusione della seconda stagione di Stranger Things

1. DOV’E’ IL DOTTOR BRENNER?

Il grande cattivone della prima stagione si è limitato ad una semplice comparsa in questo ciclo di episodi. E se vogliamo essere pignoli non si è trattata nemmeno di una visita in carne ed ossa quanto di un’apparizione. Eight ha infatti manipolato la mente di Eleven facendo vedere alla ragazza il tanto menzionato Papa solo con lo scopo di soggiogarla al suo volere. Al di là del significato che l’apparizione ha rappresentato per la protagonista dobbiamo cercare di capire cosa voglia dire la presenza del Dr. Brenner per lo spettatore. E’ realmente sopravvissuto allo scontro col Demogorgon? Se si, dove si trova adesso? Una cosa è certa, non chiami un attore del calibro di Matthew Modine per un semplice cameo. Ragazzi prepariamoci perché ci sono buone probabilità che rivedremo il dottor Brenner in futuro e sicuramente le sue intenzioni non saranno benevoli.

2. JOYCE E HOPPER DIVENTERANNO UNA COPPIA?

Questo paragrafo viene dedicato agli shippatori folli. E’ vero, siamo ancora tutti in lutto per la morte di Bob, del resto lui e Joyce formavano una coppia semplicemente adorabile ma sappiamo tutti quale è l’endgame di Stranger Things. La chimica tra i personaggi di Joyce e Hopper è palese fin dall’inizio della serie e il fatto che i due si trovino sempre coinvolti al centro dell’azione rende un loro avvicinamento inevitabile. Sicuramente bisogna fare i complimenti agli autori della serie per non aver affrettato l’inizio della loro relazione con il rischio di rovinarlo. Sappiate però che noi shippatori siamo qua e stiamo aspettando.

LEGGI ANCHE: Stranger Things 2 e il binge watching perfetto – Recensione seconda stagione

3. DOVE SONO GLI ALTRI “FRATELLI” DI ELEVEN?

Una delle puntate più interessanti della seconda stagione di Stranger Things è stata “The Lost Sister”. Per quanto da molti sia stato additato come episodio filler e quindi riempitivo ai fini della trama ha invece permesso di aprire moltissime strade allo show. Non solo infatti ha garantito un solido sviluppo del personaggio di Eleven ma ci ha fatto capire che come lei esistono altri adolescenti con poteri paranormali provenienti dai laboratori di Hawkins.

Difficile a dirsi quale sia lo stato delle altre cavie: che siano ancora ai laboratori, semplicemente morte oppure in fuga non ci è dato saperlo. Tuttavia pare ci sia la volontà di approfondire questo aspetto della trama di Stranger Things. Il produttore esecutivo Dan Cohens ha infatti rivelato: “I fratelli Duffers hanno voluto realizzare questo episodio fin dagli inizi della serie. Penso sia un’ottima occasione per espandere i nostri orizzonti narrativi al di fuori della cittadina di Hawkins”. Pare non servano ulteriori conferme per dire che questa strada verrà battute nelle stagioni future.

4. BILL e MRS. WHEELER, UNA LOVE STORY PROIBITA IN ARRIVO?

Tutti quanti abbiamo assistito al risveglio ovarico di Mrs. Wheeler dopo l’incontro con il focoso adolescente. Per quanto la loro interazione possa sembrare una semplice gag il fatto che sia stata ripresa in più frangenti rende lo sviluppo di una loro sotto trama decisamente più concreto.

Dacre Montgomery, l’interprete di Billy, si è così espresso: “Sarei felice di sviluppare questa storia e penso la asseconderei”. Cara Buono, interprete di Mamma Wheeler, ha invece detto: “Penso si sia messo in moto qualcosa all’interno di Mrs. Wheeler. Spero le venga voglia di scoprire cosa l’aspetta al di fuori dell’ambiente domestico dato che non lo lascia se non in rare occasioni tra cui i funerali. Chissà se Billy fa il servizio a domicilio.”

LEGGI ANCHE: Lucca Comics & Games, parlano i ragazzi di Stranger Things

5. LA CONNESSIONE TRA WILL E IL SOTTOSOPRA E’ REALMENTE TERMINATA?

Pare che questa domanda non riesca ad abbandonarci. Il finale della prima stagione ci portava infatti a chiederci quale fosse il legame tra Will e l’Upside Down. Dopo averlo esplorato nel secondo ciclo narrativo arrivati alla fine non riusciamo però ad essere convinti che il ragazzo abbia chiuso la porta con lo strano universo parallelo. Bisogna anche considerare che finora Stranger Things si è dimostrato uno show intelligente che ha saputo mescolare molto bene le carte in tavola per cui riproporre una trama principale che vede nuovamente Will in pericolo sarebbe ripetitivo e pericoloso per lo show. Ma mai dire mai.

In realtà le domande che potremmo farci sono ancora diverse, ma questo sono sicuramente le più frizzanti ed interessanti in circolazione. Se vi va, fateci sapere cosa ne pensate proponendo altri dubbi o perplessità che vi sono nati dopo la visione della seconda stagione.

Comments
To Top