Celebrità

Sterling K. Brown parla di adozione e del ritorno di This Is Us dopo lo hiatus invernale

This is us - Sterling K. Brown
Galleria

Gli ultimi tre episodi di This Is Us andati in onda nel 2017 sono stati quelli dedicati ai tre fratelli Pearson e Sterling K. Brown ne parla in una lunga intervista.

Il primo, Number One, ci ha parlato dei problemi di dipendenza di Kevin mentre il secondo, Number Two, ci ha mostrato l’aborto di Kate. Entrambe queste puntate hanno virato troppo sul dramma abbandonando il racconto semplice e leggero che fin qui aveva caratterizzato la serie. E’ con il terzo episodio dedicato a Randall (Sterling K. Brown) Number Three, che This Is Us ha ritrovato un po’ se stessa incanalandosi nuovamente in una narrazione più realistica e naturale: Beth ( Susan Kelechi Watson) e Randall ( Sterling K. Brown) accettano di lasciare tornare con sua mamma la ragazza che avevano preso in affidamento e parlano della possibilità di accogliere un nuovo ragazzino. Dei tre fratelli Randall è certamente quello che ne esce meglio dando una maggiore idea di stabilità.

Ora ci sarà una pausa e This Is Us tornerà sui teleschermi americani il 9 gennaio 2018 dopo lo hiatus invernale lungo poco più di un mese. Nel frattempo Sterling K. Brown ha parlato con The Hollywood Reporter degli ultimi episodi andati in onda e di cosa aspettarci dalla serie quando tornerà nel 2018.

Nella prima stagione, Randall(Sterling K. Brown) ha avuto un crollo emotivo e sembrava essere il fratello più fragile. Ma in questa serie di episodi, sembra il più stabile.

Sterling K. Brown:[…] Stavo parlando con Mandy della natura della relazione in passato tra Randall e i suoi genitori. Lui è adottato, ma è anche afro-americano e si sente sempre un po’ fuori dalle cose, ma i suoi genitori fanno davvero in modo di dargli l’attenzione di cui ha bisogno. C’è Kate che tiene le audizioni per Berklee lontane da Rebecca, e poi c’è Kevin, che è molto sicuro di se stesso fino a che non gli viene inflitto questo devastante colpo al ginocchio, ma Randall è, nel tempo, un fattore stabilizzante. Suo padre conta su di lui per andare ad Harvard. I feedback che Randall gli lancia non sono di indolenza, ma sono del tipo: “Beh, forse voglio andare a Howard invece di Harvard”, ed è qualcosa a cui Jack e Rebecca devono adattarsi come genitori. È costantemente alla ricerca di dove si inserisce nel grande puzzle della vita. Lo sta facendo tuttora come genitore affidatario, e non è in crisi, ma sicuramente sta ancora cercando il lato di questo argomento a cui appartiene.

Sterling K. Brown

Gli ci è voluto un po’ per arrivare alla decisione di non opporsi al ricongiungimento tra la figlia adottiva, Deja (Lyric Ross), e la sua madre naturale.

Ha empatia per sua madre e suo padre che lo hanno accolto e ha empatia per William, che lo ha lasciato andare. È in grado di comprendere entrambi i lati di questa equazione e alla fine è in grado di rispettare il desiderio di Shauna di ricongiungersi con sua figlia. Non è una cosa facile da fare per lui, ma è la cosa giusta perché chi è lui per mettersi tra un genitore e sua figlia? Quando ha una conversazione con William, quest’ultimo dice: “Chi sono io per entrare in questa famiglia e romperla in questo particolare momento?” È pensieroso. Si sveglia quando Shauna compare nel suo cortile, è frustrato, è infastidito, vuole impulsivamente proteggere i suoi figli – Deja è uno dei suoi figli – ma poi, una volta in grado di respirare e fare un passo indietro, cerca di fare la cosa giusta. L’unica cosa che posso sempre dire su Randall è che lui, davvero, cerca di fare la cosa giusta.

Nell’episodio, l’adolescente Randall visita la Howard University e sembra trovare un posto a cui appartiene per la prima volta. Cosa significa questo per Randall in tutte le epoche della sua vita?

[…] Quando sono andato a Howard ho sentito due cose. Mi sentivo, wow, che sensazione incredibile non essere la minoranza e sapere che probabilmente c’erano tanti bambini che provenivano da scuole prevalentemente bianche come me, quindi non era una situazione in cui dovevo piacere a qualcuno, beh forse non piacerò a nessuno. Quello che amo di Randall e quello che facciamo io, Niles e Lonnie [i due attori che interpretano il giovane Randall] è che non dobbiamo piacere per forza. Dico spesso cose banali, ma è evidente che è ancora radicato nella sua cultura. La sua vita, sua moglie, la sua esperienza lo hanno portato ad una conoscenza della sua gente e un orgoglio per le persone di colore. Penso che sia qualcosa che il giovane Randall sta scoprendo e stare in quel campus potrebbe essere stato uno dei primi modi per vivere quell’esperienza di orgoglio per la sua cultura.

LEGGI ANCHE: Justin Hartley di This Is Us è convolato a nozze

Cosa puoi dire del continuo tentativo di Randall e Beth di adottare o prendere in affidamento un bambino?

C’è qualcuno all’orizzonte. Sappiamo che sono aperti alla possibilità di avere un altro figlio nelle loro vite, e Randall, in particolare, è desideroso di avere un ragazzo solo perché è circondato da estrogeni e un po’ di testosterone non ferisce mai nessuno.

Randall e Kevin hanno avuto una relazione difficile, ma Kevin ha aiutato Randall col suo esaurimento. Randall sarà in grado di aiutare Kevin con il suo problema?

Quando torneremo dalla pausa, ci occuperemo di qualcosa di molto diretto a questa domanda. È stata una relazione su e giù. Mi sento come se ora fossero stati su un terreno solido, ma il fatto che Kevin sia entrato in casa sua ubriaco nel bel mezzo della giornata poi è uscito senza essere consapevole che la figlia di Randall era in macchina… E’ quando scherzi con i figli delle persone che la maggior parte della gentilezza tende ad uscire dalla finestra, e vedremo Randall che cerca di combattere per mantenere una specie di gentilezza verso suo fratello. E ‘stata una cosa profondamente sconvolgente e come genitore di due figli dico: “non scherzare con i miei figli.” Puoi dire e fare molte cose per me, ma quando si tratta dei miei figli e della loro sicurezza, questa è una pillola dura da ingoiare. Quindi ci sarà qualcosa su cui lavorare.

this is us Sterling K. Brown

Sterling K. Brown e Susan Kelechi Watson

Che mi dici della relazione tra Randall e Kate?

Sono stato ansioso e ho parlato con gli scrittori dell’esplorazione della loro relazione nei giorni nostri, perché vediamo frammenti della loro interazione nel passato e chiaramente si amano. Kate si è stabilita sulla costa occidentale, Randall su quella orientale e hanno avuto l’opportunità di incontrarsi fugacemente. La prima vera scena che abbiamo avuto è stata quando abbiamo condiviso un momento riguardante il nostro dolore per la perdita di nostro padre e la perdita di William. Voglio vedere di più. Sento che c’è qualcosa da esplorare. Il fatto che lei chiami Kevin per dirgli della gravidanza e per dirgli dell’aborto, ma non chiama Randall immediatamente, credo che possa sottintendere che per lei prima ci sia Kevin poi mamma e poi Randall. Essendo adottato, mi sento un po’ fuori dalla relazione dei gemelli e penso che questo sia terreno fertile da esplorare nella seconda metà della stagione.

La prima stagione ha mostrato un forte legame tra Randall e William, ma questo episodio ha avuto una scena in cui il giovane Randall si è avvicinato a Jack quando ha parlato della sua esperienza in Vietnam. Cosa puoi dire di questo momento di relazione tra Randall e Jack?

Amo quel momento. L’idea che Jack fosse in grado di capire cosa significasse essere un outsider in virtù dell’essere un veterano era potente. Voglio dire, non è esattamente una situazione analoga, ma dice, “Vai avanti e indietro tra l’adattarti ed il non adattarti e questo è un ballo. Ecco cos’è la vita, trovare il tuo posto e perderlo e riprovare ancora e ancora.” […] Ora essendo lui il pesce fuor d’acqua si sente come se suo figlio si vergognasse di lui e Randall invece pensava, “Papà, questa è l’ultima cosa che potrebbe mai essere vera. Posso essere un po’ ombroso, ma è solo perché, come ogni altro ragazzino, non voglio essere nei paraggi degli anziani.” Poi ha aperto la porta a questa meravigliosa conversazione, dove Randall dice: “Il modo in cui ti senti è… come mi sento io la maggior parte del tempo.” Apprezzo molto lo spettacolo e l’esplorazione di questa relazione davvero unica di un ragazzo nero cresciuto da questi genitori bianchi e del modo in cui imparano a vicenda e imparano la razza l’uno dall’altro. Nessuno presume di essere l’autorità su nulla, ma c’è uno scavo reciproco di ciò che il tutto significa. Adoro la stanza degli scrittori. Adoro il livello di dettaglio e attenzione che hanno messo dietro ogni singola parola. […]

LEGGI ANCHE: West Wing: Aaron Sorkin Sterling K Brown di This Is Us per il reboot

Ovviamente Randall e Beth continueranno la loro adozione in futuro, ma cos’altro puoi dirci riguardo agli episodi imminenti?

In questo momento stiamo girando l’episodio 2.14, il nostro episodio del Super Bowl ed è altamente confidenziale. Siamo stati incaricati come cast di portare i nostri copioni sul set e di non lasciarli fuori dalla nostra vista. È scritto da Dan Fogelman. È il miglior episodio della stagione. Non vedo l’ora che tutti lo vedano, perché è probabilmente uno dei pezzi per la televisione più cinematografici che abbia mai letto. Penso che Dan Fogelman abbia scritto un film di un’ora per la NBC e penso che vincerà qualcosa per questo.

 

Comments
To Top