News

Sterling K. Brown costretto a finire il discorso di ringraziamento degli Emmys nel backstage

Sterling K. Brown

Domenica scorsa un nuovo tassello è stato aggiunto alla storia della televisione. Sterling K. Brown è stato infatti il primo afro-americano a vincere un Emmy come miglior attore protagonista. Il ruolo che gli è valsa la vittoria è stato quello di Randall per This Is Us, celeberrima serie del network NBC.

Malgrado ciò il suo discorso di ringraziamento è stato tagliato durante la diretta della CBS.

“Potete suonare. Potete suonare” ha detto alla Band degli Emmys. “Nessuno ha una musica così ad alto volume”.

Dopo che il suo microfono è stato spento l’attore ha provato a finire il suo discorso sopra gli applausi del Microsoft Theater. Tuttavia questo si è rivelato fallimentare.

Quando una volta nel backstage gli è stato chiesto da un reporter se avesse desiderato finire il suo discorso, l’attore di 41 anni non si è fatto attendere. “Sai cosa? Non mi dispiacerebbe finire. Grazie per avermelo chiesto” ha esordito Sterling K. Brown.

“Innanzitutto vorrei ringraziare i nostri sceneggiatori. Uno show non riceve sette nomination per la recitazione se la scrittura non è impeccabile e ben pensata. Gli sceneggiatori sono il sangue della nostra vita, per cui vorrei ringraziarvi di cuore. Il mio grazie va anche ai nostri produttori e regista, in particolare a John Requa, Glenn Ficarra e quel matto di Ken Olin. Grazie per la vostra amicizia e per averci guidato. Ma più di tutti vorrei ringraziare Dan Fogelman. Lui è il martello ebreo con cui è stata costruita la nostra casa. Lui mi fa piangere e ridere allo stesso tempo incuriosendomi su quello che sta per avvenire nel nostro show.”

LEGGI ANCHE: Emmy Awards 2017: vincono The Handmais Tale e Big Little Lies

Riferendosi sempre a Dan Fogelman Sterling K. Brown ha aggiunto “A modo suo non sta provando a rendere l’America nuovamente grande. Sta provando a renderla migliore di quanto non lo sia mai stata. E io lo ammiro per aver deciso di portarmi con sé durante questo viaggio. Vorrei ringraziare in oltre il mio manager Jennifer Wiley-Stockton, con cui collaboro da 17 anni. Abbiamo lavorato assieme per tantissimo tempo e sembra che siamo appena all’inizio. Non vedo l’ora di vedere cosa mi riserva il futuro.

“Il grazie più grande va a mia moglie – mi hanno spento il microfono prima che potessi ringraziare mia moglie, santo cielo! – Ryan Michelle Bathe, tu sei tutto per me. Tu rendi la mia vita degna di essere vissuta e mi hai dato le due cose più belle che il Signore potesse posare su questa terra: i miei figli. Andrew Jason Sterling Brown, Amari Michael Christian Brown, il vostro papà vi ama con la forza di mille soli. Ci vediamo lunedì dopo lavoro. Grazie”.

This Is Us torna in America martedì 26 settembre con le nuove puntate della seconda stagione.

Comments
To Top