Rubriche Serie TV

Shipping Bad: Santa Clarita Diet, The Flash, Taboo e Grey’s Anatomy

Shipping Bad

Questa settimana siamo un po’ in ritardo con la nostra rubrica shipper… o forse siamo perfettamente in tempo?! Quale giorno migliore per pubblicarla se non proprio quello di San Valentino? Che siate melmosi e soli come James Delaney  o affamati di cuori come Sheila, fatevi avanti, questo è il posto per voi!

Santa Clarita Diet

Cosa faresti se tua moglie ti chiedesse di uccidere qualcuno per soddisfare la sua insaziabile fame di carne umana? Se nella vita reale (e per fortuna) sarebbe molto difficile trovare un uomo in grado di rispondere, nella serialità televisiva il grande esperto in materia lo abbiamo già trovato. Si chiama Joel Hammond, fa l’agente immobiliare e abita a Santa Clarita insieme alla moglie Sheila e alla figlia adolescente Abby. I due coniugi sono la rappresentazione della coppia perfetta, condita da quell’umorismo disturbante che una situazione surreale, come quella raccontata da Santa Clarita Diet, può generare in contesto da comedy familiare a metà tra Modern Family e Desperate Housewives. Un amore che prova a superare l’abitudine e l’eccezione, in una grande metafora sul narcisismo moderno.

The Flash

Si sa che è buon costume mai lasciare dei personaggi senza intrallazzi amorosi per troppo tempo perché poi succedono brutte cose (leggasi gli shipper muoiono). E così, dopo averci fatto sognare durante le vacanze di Natale, è finalmente arrivato un punto di svolta per il caro Julian e la dolce Caitlin. Il giovane ragazzo infatti si è esposto per Caitlin quando la ragazza stava per farsi sopraffare da Killer Frost dicendole “Ehi sono sfigato tanto quanto te! Possiamo essere meno sfigati se stiamo assieme.” Eh niente, c’è un motivo se si dice mal comune mezzo gaudio. Problema risolto, ship decollata, aspettiamo un bacio.

Grey’s Anatomy

Forse Shonda avrà gridato in stile Ade “LO SO, lo so che lo sapete”, ma come ha detto Ben alla Bailey anche i muri l’avevano capito: DeLuca è cotto della Wilson. Del resto era da novembre che il buon Andrew cantava “Questione di sguardi” della Turci per l’ospedale lanciando delle occhiate alla ragazza così penetranti che potevano direttamente sostituirlo con la macchina per la TAC da quanto era efficiente. Questa cotta si è poi rivelata essere dietro la libertà di Karev, che nel frattempo si è limitato ad abbracciare Jo. Insomma la faccenda è piuttosto complicata. C’è Meredith da un lato che controlla Karev come un cane controlla il suo palo preferito, dall’altro DeLuca che sta in fissa con Jo e la Wilson che guarda il Trono di Spade come tutti noi single disperati. Come finirà la faccenda?

Taboo

Cercare del materiale shipper in Taboo è un po’ come sperare che James Delaney si lavi, lo so. In un telefilm in cui il protagonista grugnisce soltanto e i personaggi femminili fanno un po’ da tappezzeria c’è poco da rallegrarsi, ma gli shipper, si sa, vivono anche di briciole. Team Lorna o Team Zilpha? Secondo me la partita non si gioca neanche. Non tanto per motivi di incesto, ma più che altro perchè Zilpha occhi di pesce sembra aver un attimo smarrito il cervello ed è difficile che un rinnovarsi della relazione con il fratello possa portare una qualche serenità a qualcuno dei due. Team Lorna dunque? La nostra preferenza va a lei, ma James, a parte fare un po’ il galletto, non sembra volerci pensare troppo. Non ci sono quindi speranze? Dobbiamo tutti accontentarci di far parte del Team Melma?

Comments
To Top