Libri

Shadow and Bone: La saga di Leigh Bardugo diventerà una serie tv Netflix

shadow and bone serie tv netflix

Quindi si, avremo una serie tv di Shadow and Bone e del mondo di Ravka.

Mentre ci accingiamo a salutare Game of Thrones – la cui ottava stagione segnerà la fine di una saga fantasy amata da milioni di telespettatori – le case di produzione iniziano a testare il terreno per possibili “sostituti”. In pole position, ovviamente, c’è la HBO, che ha recentemente aumentato l’hype per lo spin-off con l’annuncio di un cast sempre più completo. Ma anche Netflix non è da meno, con un annuncio che arriva freschissimo da Deadline.

Il sito ha infatti pubblicato l’annuncio – confermato a distanza di pochissimo dalla stessa autrice – che Netflix adatterà le saghe (si, plurale) ambientate nel mondo dei Grisha dell’autrice Leigh Bardugo.

La saga di Leigh Bardugo: di cosa si tratta?

Le saghe di Leigh Bardugo sono ancora parzialmente inedite in Italia, cosa che potrebbe spiegare l’ignoranza di alcuni sul tema trattato al loro interno. Solo il primo libro della prima saga – tradotto con il titolo Tenebre e Ghiaccio da PIEMME – è infatti disponibile nel paese nostrano.Shadow and Bone sono seguiti il secondo e terzo volume, Siege and Storm Ruin and Rising, pubblicati nel 2013 e 2014 rispettivamente.

shadow and bone serie tv netflix alina

LEGGI ANCHE: Throne of Glass – La saga di Sarah J. Maas diventerà una serie tv

Nella trilogia di Shadow and Bone ci troviamo a Ravka, un mondo fantastico che prende spunto dai freddi climi e affascinanti tradizioni della Russia imperiale. O quasi. La popolazione è divisa tra persone che hanno dei poteri (Grisha) e semplici esseri umani. I Grisha possono essere affini ai vari elementi, e si allenano in una scuola esclusiva ed elitaria per poi entrare nell’esercito del paese, che sta combattendo da anni con i propri vicini.

Alina, un’orfana, nasconde i propri poteri per non separarsi dal suo amico d’infanzia, Mal. Ma, quando i suoi poteri vengono a galla durante una battaglia, si rivela una dei Grisha più potenti della storia di Ravka. Un potere, il suo, che attrae amici e nemici, incluso il capo di tutti i Grisha: il misterioso Darkling.

Six of Crows – due libri sul seguito della prima trilogia

Netflix ha acquistato i diritti anche dei due libri che hanno fatto seguito alla prima trilogia di Shadow and Bone. Si tratta di Six of Crows Croocked Kingdom. A differenza della storia di Alina, in cui la storia segue le vicende dei grandi giocatori sulla scacchiera del potere, i due libri, pubblicati nel 2015 e 2016, seguono un gruppo di fuorilegge. No, niente Robin Hood, tranquilli.

shadow and bone serie tv netflix six of crows

Kaz, Inej, Wylan, Nina, Matthias e Jesper sono una banda talmente affiata e interessante da renderli quasi una dipendenza. Gli eventi di Six of Crows sono ambientati diversi anni dopo la fine della saga di Alina. Ci sono più armi che poteri, in questo caso, in un’ambientazione che fa l’occhiolino a Peaky Blinders, senza abbandonare le pellicce della Ravka invernale.

Come sarà la serie tv Shadow and Bone di Netflix

Per adesso non ci sono molte informazioni sulla serie tv Shadow and Bone di Netflix. Sappiamo soltanto che si tratta di una serie tv di otto episodi e che Leigh Bardugo farà parte del team creativo. È sempre un bene quando l’autore/autrice può dire la propria riguardo allo sviluppo di un adattamento. A sviluppare la serie tv saranno Eric Heisserer, lo sceneggiatore del mega successo Bird Box, e Shawn Levy, uno dei produttori esecutivi di Stranger Things. 

LEGGI ANCHE: Bird Box – Non vedere per vederci meglio. Recensione del film Netflix

Heisserer sarà, quindi, sceneggiatore e showrunner del progetto, con Levy e la Bardugo come produttori esecutivi. Nel progetto anche Pouya Shahbazian come produttrice esecutiva – già nota per il suo lavoro alla saga cinematografica di Divergent. 

shadow and bone serie tv netflix alina

Se sviluppata bene la serie tv non dovrebbe avere problemi ad avere successo. Ci sono forze del bene e del male, ci sono santi e demoni, ci sono ceffi, assassini e ladri. C’è tutto quello che può rendere una saga, letteraria o televisiva, un successo. Non a caso, la saga di Leigh Bardugo è stata tradotta in 38 lingue in tutto il mondo e ha venduto, nella sola lingua inglese, più di 2,5 milioni di copie.

Cosa potrebbe andare storto?

Come per ogni adattamento di una saga letteraria, bisogna considerare i pro e i contro di un adattamento. Di certo le premesse per una serie tv avvincente, fresca, nuova ci sono tutte. Il fatto che sia Netflix a produrre la serie tv di Shadow and Bone fa ben sperare che non si trasformi in un teen-drama alla The CW, ma il rischio c’è senz’altro.

A questo va a sommarsi il fatto che parliamo di soli 8 episodi. I libri della trilogia iniziale sono pieni di dettagli, sfumature, dialoghi, avventure. Il numero degli episodi potrebbe essere insufficiente (a meno che non siano di un’ora o più) per tradurre il mondo dei Grisha su schermo.

Per non parlare di Six of Crows: la duologia ambientata in un mondo post-Shadow and Bone è ancor più complessa. La speranza è che Netflix abbia in cantiere l’idea di più stagioni in cui spalmare gli eventi di tutti i libri. Perchè una storia parallela sarebbe veramente confusionaria e, ripeto, eccessivamente densa.

La cosa che senz’altro Netflix deve azzeccare è il casting. I personaggi dei libri – alcuni più di altri (si, parlo proprio di Kaz e del Darkling) – sono creature talmente complesse e magnetiche da rendere quasi impossibile immaginarne una personificazione. Quindi, se un cast deve essere scelto, deve essere scelto con criterio. E non ho altro da dire su questa faccenda.

Comments
To Top