Netflix

Sense8: 8 domande sul finale di serie

Sense8

Il finale di stagione di Sense8 ha lasciato i fan con un gran numero di domande e oggi 8 giugno 2018, il gran finale è stata rilasciato da Netflix.

AVVISO: QUESTO ARTICOLO CONTIENE SPOILER SUL FINALE DELLA SECONDA STAGIONE DI SENSE8

Per vedere la seconda stagione di Sense8 avevamo atteso 2 anni, la maggior parte dei fan (me inclusa) è riuscita a vederli tutti nel giro di 2 giorni, la cosa ha dell’ironia. Sì perché ci siamo ritrovati nuovamente in attesa e questa volta senza la certezza di un rinnovo.

LEGGI ANCHE: un cuore che ha ripreso a battere. Recensione dell’episodio 2.02

La decisione di rinnovare Sense8 per una seconda stagione ha richiesto solo pochi mesi, mentre per la terza le cose sono andate in modo molto diverso. La serie, che è un prodotto delle sorelle Wachowski e J. Michael Straczynski, richiede mesi e mesi in giro per il mondo per via delle complesse riprese.

Sense 8 la cancellazione e poi il rinnovo

Se pensiamo alla seconda stagione, parecchio tempo è stato speso girando in almeno dodici location diverse, in quattro diversi continenti. Coordinare tutti gli attori e la troupe non deve essere uno scherzo. Inoltre, molte delle scene, vista la natura stessa dello show, includono tutti gli attori principali nelle diverse location. Questo di certo non facilita le cose. Senza contare tutto il tempo necessario per l’editing in post-production.

Un altro problema, almeno stando ad una fonte anonima, sarebbe stato anche quello di riuscire a tenere così tanti attori nel cast regolare. Per come stavano le cose alla fine della seconda stagione, ce ne sono almeno 15. Sembrerebbe che molti contratti siano in fase di scadenza. Netflix era indecisa se negoziarne di nuovi.

LEGGI ANCHE: Alfonso Herrera: le 10 cose che non sapete sull’attore di  The Exorcist

Un altro elemento abbastanza problematico è il costo non indifferente della serie. Da un lato, ricordiamo la dichiarazione del presidente Netflix. Ad uno dei panel precedenti addirittura la prima stagione, ha detto infatti che “Da un punto di vista di budget e tempo di esecuzione, è tanto grande, se non più grande, dei film [delle Wachowski]. Questa potrebbe essere parte dell’attrattiva per Netflix. Allo stesso tempo, non sappiamo fino a che punto la compagnia sarà disposta a coprire questi costi. Possiamo solo sperare che il successo della serie sia un buon incentivo.

Tutte queste ragioni, avevano portate ad una scelta inattesa: cancellare la serie TV!  La reazione dei fan di Sense8 lasciata con un finale aperto, è stata anch’essa inaspettata, per alcuni giorni non si è parlato d’altro sui social. Reazione anche da parte del cast che ha portato Netflix a tornare sui suoi passi

Ora ci siamo, abbiamo il nostro finale, che a detta di Jamie Clayton sarà epico. La seconda stagione ha lasciato moltissimi spunti di discussione e interrogativi aperti.

LEGGI ANCHE: Quando l’imperfezione diventa amabile – Recensione seconda stagione

Facciamo un recap degli eventi: Sun (Doona Bae) ha finalmente affrontato suo fratello. Dopo un epico inseguimento abbiamo però visto che non è riuscita a ucciderlo (qualcosa mi dice che sarà una decisione di cui dovrà pagare le conseguenze). Lila (Valeria Bilello) ha consegnato Wolfgang (Max Riemelt) a Whispers (Terrence Mann). Per salvarlo, il cluster più Amanita (Freema Agyeman) è volato a Londra. Dopo essersi infiltrati all’interno della sede BPO di Londra, hanno rapito Whispers e Jonas (Naveen Andrews) e sono fuggiti.

Si capisce bene che un finale del genere non può che lasciare i fan in trepidazione di conoscere ciò che succederà da ora in poi. Quello che è certo è che avremo tempo per speculazioni e ipotesi di ogni tipo.

Di seguito riportiamo 8 questioni che il finale ha lasciato aperte per il futuro.

IN CHE MODO AVER RAPITO WHISPERS E JONAS AIUTERÀ  IL CLUSTER A RIAVERE INDIETRO WOLFGANG?

L’ipotesi più sensata punterebbe verso un possibile scambio. Questo significherebbe che il cluster dovrà negoziare con chiunque sia al di sopra di Whispers all’interno di BPO. Sappiamo molto poco di loro, ma possiamo sicuramente ipotizzare che sia gente pericolosa, almeno tanto quanto, se non di più, di Whispers.

HERNANDO E DANI CONOSCONO LA VERITÀ SUI “SENSATES” ADESSO?

Come tutti i membri del cluster, Lito (Miguel Ángel Silvestre) ha piantato tutto in asso ed è volato a Londra. Nell’ultima scena in cui lo abbiamo visto ad Hollywood con Hernando (Alfonso Herrera) e Dani (Eréndira Ibarra) aveva detto che avrebbe spiegato loro tutto quanto. Lo ha fatto davvero? Questo significa che i due conoscono la verità adesso?

LEGGI ANCHE: Miguel Ángel Silvestre: le 10 cose che non sapete sull’attore

IL CLUSTER SI RITROVERÀ A SACRIFICARE LA PROPRIA VITA PROFESSIONALE?

Finora le interazioni tra i “sensates” sono state per lo più psichiche, con l’eccezione di Riley (Tuppence Middleton) e Will (Brian J. Smith). Adesso però le cose sono cambiate e il cluster è intervenuto di persona per salvare un membro del gruppo. La situazione che stanno vivendo interferisce sempre più con la loro vita quotidiana. Pensiamo a Capheus (Toby Onwumere), che è partito nel bel mezzo della sua campagna elettorale. O Lito, che ha appena firmato un contratto per un film hollywoodiano. Ritorneranno indietro dopo il salvataggio di Wolfgang, oppure le loro vite saranno irrimediabilmente compromesse?

COSA NASCONDE RAJAN DI PRECISO?

Finora Rajan (Purab Kohli), marito di Kala (Tina Desai), non aveva attirato particolarmente l’attenzione nello schema generale delle cose. Adesso però sembra che nasconda qualcosa. Lo abbiamo visto comportarsi in modo strano verso la fine della stagione. Rajan è sempre apparso come un brav’uomo e ha dichiarato che sta collaborando con la polizia per un’indagine di corruzione. Ma c’è davvero da fidarsi a questo punto?

LEGGI ANCHE: Jamie Clayton: le 10 cose che non sapete sull’attrice 

E JONAS? FA PARTE DEI BUONI O DEI CATTIVI?

All’inizio pensavamo che fosse morto, poi è tornato, ma qualcosa è diverso in lui. A quanto pare ha fatto un accordo con BPO perché lo lasciassero andare. Ma sta davvero lavorando per loro? Oppure nasconde un suo piano personale?

CHI È DAVVERO PUCK?

Puck è apparso quasi innocuo all’inizio. Abbiamo però scoperto che è un “sensate” a sua volta e che è connesso con più di 300 altri “sensates”. Sembra che il suo interesse primario sia provarci con Riley, ma sospettiamo che il suo scopo a lungo termine sarà diverso. Chi è davvero? E qual è il suo obiettivo?

I “SENSATES” POSSONO COMUNICARE TRA DI LORO?

Con tutto quello che è successo nel finale, il fatto che per la prima volta il cluster si sia incontrato in carne e ossa è passato un po’ in sordina. Ma alcune domande sorgono comunque spontanee. Durante la connessione psichica, non ci sono problemi di lingua e i “sensates” si capiscono senza problemi. Ma come funziona adesso che sono insieme fisicamente, specialmente se prendono le pillole per bloccare la connessione tra le loro menti? Possono comprendersi a vicenda? Si potrebbe ipotizzare che parlino tutti inglese, ma non abbiamo nessuna conferma di questo fatto.

LEGGI ANCHE: lo show è necessario nell’America di Trump, dichiara il cast

PERCHÈ BPO HA RAPITO WOLFGANG?

La risposta più facile è probabilmente anche quella che non vogliamo sentire. Ossia, per scovare gli altri “sensates” e ucciderli, o portarli dalla loro parte. D’altronde Whispers sembra già aver identificato Kala. Non sappiamo tuttavia se l’organizzazione abbia altri obiettivi.

La puntata finale di Sense8 è disponibile su Netflix. 

Comments
To Top