Cinema

Rousseau il Doganiere – Un Pittore nella Giungla: Su Sky Arte in prima visione il 22 Marzo

Rousseau il Doganiere - Un pittore nella Giungla

Rousseau il Doganiere – Un Pittore nella Giungla, un’indagine sull’artista noto per le sue giungle fantastiche e inconsapevole precursore dell’arte moderna, in prima visione su Sky Arte HD, giovedì 22 marzo alle 21.15.

Pittore francese nato nel 1844, si trasferì nella capitale nel 1868 dove inizia la sua carriera di artista. Tra le sue opere Paesaggio invernale con episodio bellico datato (1877), Passeggiata nella foresta (1886-1890), Io, ritratto-paesaggio (1890), Sorpresa! (Tigre nella giungla in tempesta) (1891), Zingara addormentata (1897), La Libertà invita gli artisti a partecipare al XXII Salon des Indépendants (1906) e Il sogno (1910 – anno in cui morì).

LEGGI ANCHE – Sky e Netflix fanno squadra per offrire un pacchetto di servizi combinati

Rousseau il Doganiere – Un Pittore nella Giungla su Sky Arte

Henry Rousseau è un artista noto al pubblico soprattutto per i suoi mondi esotici e le sue giungle misteriose e fantastiche, realizzate con uno stile semplice ma attento, ricco di particolari e poco rispettoso delle proporzioni. Deriso dalla critica impietosa fin dalle sue prime esposizioni nel XX secolo, Rousseau godette comunque della profonda ammirazione di molti grandi artisti, primo fra questi Pablo Picasso.

Il documentario Rousseau il Doganiere – Un pittore nella Giungla, in onda giovedì 22 marzo alle 21.15, in prima visione su Sky Arte HD (canale 120 e 400 di Sky),  vuole svelare il mistero del grande successo dell’artista autodidatta, considerato il pioniere dell’arte moderna.

Rousseau il Doganiere - Un pittore nella Giungla

LEGGI ANCHE – Here and Now: la nuova (im)perfetta famiglia di Alan Ball arriva su HBO e Sky

Rousseau godette di grande stima da parte di molti artisti tra cui Picasso, Apollinaire, Delaunay, Kandinsky, Ernst e de Chirico, che si sono ispirati al suo stile inconfondibile in cui l’astrazione, l’emergere inquietante del subconscio, il rifiuto del realismo e della prospettiva, ricordavano agli artisti contemporanei le origini stesse dell’arte.

Il film indaga la storia di quest’uomo che iniziò a dipingere all’età di quarant’anni senza alcuna preparazione accademica, influenzando i successivi movimenti artistici.

Fonte: Sky Arte HD

Comments
To Top