0Altre serie tv

Relic Hunter: 12 cose che (forse) non sapevate della serie tv

relic hunter

Se siete da sempre appassionati di storia (come me) e se da piccolo sognavate di diventare degli archeologi alla Indiana Jones (come me), allora avrete sicuramente visto Relic Hunter. La serie, che in questo periodo potete rivedere su Paramount Channel, racconta le avventure di Syndey Fox. La docente di storia (Tia Carrere), episodio dopo episodio, da la caccia ad artefatti perduti. Dall’antico Egitto ai Maya, dalla Francia pre-rivoluzione all’Antica Roma, lei e il suo assistente Nigel (Christien Anholt) ritrovano questi artefatti. Spesso dopo aver sconfitto qualche archeologo rivale o qualche mafioso in cerca di soldi facili. Più semplicemente, dopo aver affrontato il cattivo dell’episodio.

Sono certa che ci siano pochi appassionati come me che ricordino la serie tv. I più, probabilmente, la archiviano come un momento “imbarazzante” della serialità degli anni 2000. Ma la verità è che Relic Hunter, pur non contando su effetti speciali stratosferici o un budget eccessivo, ha fatto il suo dovere. Ha appassionato e intrattenuto per tre lunghe stagioni. Ecco allora qualche piccolo insight che, forse, vi interesserà della serie.

relic hunter

1 – Relic Hunter è andata in onda dal 1999 al 2002 per tre stagioni complete da 22 episodi. Dopo l’ordine iniziale da 66 episodi la serie tv non è stata rinnovata per una quarta stagione.

2 – I protagonisti Syndey Fox (Tia Carrere) e Nigel Bailey (Christien Anholt) sono gli unici due personaggi ad apparire in tutti e 66 gli episodi. L’assistente Claudia (Lindy Booth) è stata un regular per le prime due stagioni. Nella terza è stata sostituita da Karen (Tanka Reichert). Malgrado Karen fosse più competente di Claudia nel suo lavoro, aveva la brutta abitudine di farsi rapire.

3 – Lindy Booth è apparsa come guest star in diverse serie tv tra cui The 4400, CSI: NY, Ghost Whisperere, Warehouse 13, Republic of Doyle  e Supernatural. Dal 2014 è uno dei protagonisti della serie tv The Librarians, nel ruolo di Cassandra. La serie tv, spin-off dei film televisivi omonimi, è attualmente alla sua terza stagione. Le prime due stagioni vengono trasmesse anch’esse su Paramount Channel.

4 – Malgrado Sydney e Nigel viaggino molto, la serie tv è principalmente stata girata a Toronto. Gli interni del Trinity College sono stati girati al campus St. George dell’università di Toronto.

5 – La serie tv è andata in onda in almeno 38 paesi in tutto il mondo. In Italia è stata trasmessa per la prima volta da Italia 1 il 25 giugno 2001.

relic hunter hugh dancy

6 – La doppiatrice di Tia Carrere, Laura Boccanera, è la stessa che ha doppiato Jodie Foster in molti dei suoi film. Ha anche doppiato Kate Walsh in Grey’s Anatomy e Private Practice ma anche Helena Bonham Carter nella saga di Harry Potter. Il doppiatore di Nigel, Christian Iansante, ha invece prestato la propria voce a Bradley Cooper in buona parte dei suoi film e al decimo dottore, David Tennat, in Doctor Who.

7 – Il produttore esecutivo della serie tv, Jay Firestone, è attualmente il produttore della serie tv sci-fi Dark Matter. E’ stato, in passato, impegnato in serie tv quali La Regina di Spade e Lost Girl, con Anna Silk.

8 – Relic Hunter è stata ispirata da entrambi Tomb Raider (videogioco) e dai film di Indiana Jones. La seconda e la terza stagione della serie tv sono andate in onda lo stesso anno in cui è uscito il film con Angelina Jolie, Lara Croft: Tomb Raider. L’idea era, infatti, di creare una serie tv con un leader donna e un assistente uomo (inverso, quindi, di come accadeva nei film di Indiana Jones). I produttori speravano di cogliere così l’attenzione del pubblico.

9 – L’episodio 2.10 intitolato “Lost Contact” è dedicato alla memoria di Chris Lamon. Lo stuntman è infatti morto in un incidente sul set del film Ferite Mortali (2001).

relic hunter

10 – La serie tv ha contato diverte comparse e guest star che sono poi diventate famose. Tra le altre sono sicuramente importanti alcuni nomi tra questi. Hugh Dancy, meglio conosciuto per il suo ruolo nella serie tv Hannibal. Jonathan Aris, attore britannico che ha recitato sia in Sherlock (Philip Anderson) e The Night Manager. Thomas Kretschmann, più recentemente visto in Avengers: Age of Ultron come Barone Wolfgang con Strucker. Senza dimenticare infine Katheryn Winnick, che conosciamo come Lagertha in Vikings.

11 – Il vero nome dell’attrice protagonista Tia Carrere è in realtà Althea Rae Duhinio Janairo. La bellezza esotica dell’attrice deriva da un mix intricato di nazionalità: ha infatti origini filippine, cinesi, spagnole e e hawaiane.

12 – Non molti sanno che agli esordi della sua carriera, la futura Syndey Fox rifiutò un ruolo nella celebre serie tv Baywatch. Non fu un problema, tuttavia, dal momento che non le impedì di apparire sulla cover del celebre Playboy.

Comments
To Top