0Altre serie tv

Quantum Leap – In viaggio nel tempo: alla comic con di Los Angeles si parla del film dedicato

Quantum Leap

Se sentite la mancanza degli anni ’80 e dei telefilm che hanno reso indimenticabili quegli anni, ecco una notizia che vi farà sicuramente piacere. Alla Comic Con di Los Angeles Donald Bellisario, ideatore della serie tv Quantum Leap – In viaggio nel tempo, e l’ex protagonista Scott Bakula hanno partecipato a un panel rilasciando qualche interessante curiosità sullo show che li ha resi celebri e molto amati negli anni ’80.

“Ho appena finito di scrivere un pezzo per Quantum Leap” ha dichiarato Donald Bellisario. “Non so cosa succederà, ma l’ho scritto. Ho iniziato a scrivere la sceneggiatura e ho lasciato che mi portasse dove voleva portarmi. Sono ancora emozionato e divertito proprio come lo è il pubblico. Ho ripensato a Scott e Dean, ho pensato a un reboot e da lì sono partito“.

“It all started when a time travel experiment I was conducting went… a little ca-ca”

Prodotta alla fine degli anni ’80 dalla NBC e composta da cinque stagioni, Quantum Leap – In viaggio nel tempo è una serie tv di fantascienza incentrata su Samuel Beckett (Scott Bakula), uno scienziato che dopo aver attivato un acceleratore temporale ancora incompleto, viene sbalzato nello spazio e nel tempo. Questi viaggi temporali gli permettono di vestire i panni di persone diverse che è chiamato a sostituire temporaneamente di episodio in episodio. Ad aiutarlo nei viaggi temporali e nelle missioni c’è il contrammiraglio Albert “Al” Calavicci (Dean Stockwell) che riesce ad essere in continuo contatto celebrare con il dottore attraverso la “Camera delle Immagini”, un luogo in cui il mondo viene proiettato olograficamente attraverso gli occhi del viaggiatore del tempo.

LEGGI ANCHE: The Blair Witch Project: in arrivo una serie tv ispirata al film horror cult

L’episodio finale della serie tv non è stato mai accolto positivamente dai fan perchè il dottore Samuel Beckett non riesce a far ritorno nel presente come tutti si aspettavano. Al contrario l’uomo decide di aiutare l’amico e collega Al che gli è stato vicino nei viaggi temporali, tornando indietro nel 1970, presentandosi alla prima moglie dell’amico e convincendola ad aspettare il marito disperso in Vietnam. Con questo gesto, Sam riesce a cambiare il futuro di Al e ad assicurargli una vita felice con la moglie e le loro tre figlie. Per lui non resta però che continuare a viaggiare nel tempo in un ciclo infinito senza via di uscita.

“È stato un grande episodio. Gli ultimi episodi sono sempre controversi” ha raccontato Scott Bakula durante il panel. “Dico sempre agli scrittori ‘Se volete cogliere una sfida, piuttosto che scrivere solo un’ora di televisione, scrivete un’ora di televisione che tutti possano ricordare’. Scrivete qualcosa che possa tornare prima o poi, qualcosa che possa prima o poi diventare un film, che potenzialmente possa diventare una pellicola in futuro. E rendere felici tutti…”

“Sono stato molto orgoglioso di quell’episodio” ha aggiunto poi Donald Bellisario. “Lo erano tutti”.

Comments
To Top