Libri

Philip K. Dick: pozzo d’ispirazione per adattamenti cinematografici e televisivi. Ecco i 7 romanzi da non lasciarsi scappare!

Electric Dreams, tratto dai romanzi di Philip K. Dick

Con Electric Dreams, Philip K. Dick  si conferma un pozzo di ispirazione senza fondo per adattamenti cinematografici e televisivi.

Si tratta di una serie antologica basata sui suoi racconti brevi, composta da 10 episodi scritti da diversi sceneggiatori, in onda in questo periodo su Channel 4, con un cast di tutto rispetto ( per nominarne alcuni: Richard Madden, Holliday Grainger, Anna Paquin, Bryan Cranston, Janelle Monàe, Steve Buscemi e Vera Farmiga).

Uno dei motivi per cui Philip K. Dick abbia così risonanza è l’ attualità delle sue storie: i temi affrontati sono, infatti, quelli dell’avidità delle imprese, del controllo autoritario, dell’intelligenza artificiale, delle droghe e di come la tecnologia possa essere usata sia per elevare, che sottomettere individui e popolazioni.

La sua carriera è stata incredibilmente prolifica, arrivando a pubblicare 44 romanzi tra il 1950 e il 1982.

Ecco gli 8 romanzi di Philip K. Dick secondo i fan del genere  da cui bisognerebbe cominciare a leggere questo prolifico scrittore.

 

Ma gli androidi sognano pecore elettriche?

Blade Runner 2049

Forse il suo lavoro più noto, è legato a Blade Runner, sua trasposizione cinematografica; oltre a personaggi indimenticabili e domande sull’identità e malattie mentali, offre commenti spaventosamente rilevanti sulla mercificazione della vita umana in un’ era di meccanizzazione in crescita.

Scorrete lacrime, disse il poliziotto

Una storia d’amore, che comprende una pop star geneticamente modificata; presenta alcuni dei motivi chiave cari a Dick, come il distorcere della realtà, tecnologia, futuri socialmente distopici, in cui il governo impedisce le libertà personali, causando la diffusione di contrabbando e gruppi criminali clandestini.

La svastica sul sole

man in the high castle

Con una semplice premessa (cosa sarebbe successo se i nazisti e i loro alleati avessero vinto la seconda guerra mondiale?) è uno degli esempi più conosciuti e di successo di romanzi su universi alternativi, ed è spesso accreditato come iniziatore del genere; da questo libro è stata tratta la serie The Man In The High Castle; è stato ripubblicato anche con il titolo L’uomo nell’alto castello.

Un oscuro scrutare

Vincitore del British Science Fiction Award nel ’78, è alla base di A Scanner Darkly, film di Richard Linklater del 2006; ambientato in un futuro distopico, contraddistinto da ampio uso di droga e forte sorveglianza del governo, include una delle storie d’amore più strazianti raccontate da Dick.

Valis

In molti considerano la trilogia di Valis il non plus ultra dei lavori dello scrittore; caratterizzato dalla cristianità delle origini e mitologia romana, dalle esperienze spiritali dell’autore e dalla sua lotta con disturbi mentali, quest’opera è una delle più celebrate tra i capolavori della fantascienza del Ventesimo secolo.

Cronache del dopobomba

Si tratta di un racconto post-apocalittico, caratterizzato da umorismo nero, un inverno nucleare, animali modificati parlanti e una visione satirica dei dj radiofonici.

Le tre stimmate di Palmer Eldritch

Un viaggio filosofico capace di mettere in discussione, ma che riesce a rimanere ancorato all’aspetto umano anche grazie al suo humor e pathos.

Comments
To Top