Cinema

Oscars 2018: Gary Oldman rende omaggio a Timothee Chalamet

gary oldman timothee chalamet

Domenica 4 marzo a Los Angeles si sono svolti i 90mi Academy Awards. La cerimonia degli Oscar di quest’anno, che ha visto trionfare Giullermo Del Toro con il suo La Forma dell’Acqua, è stata emozionante per diverse ragioni. Una delle tante è stata la candidatura in ben 4 categorie dell’italiano Chiamami col tuo nome. Che poi il realtà il film italiano non sia è un altro discorso. Tutti tifavamo per la pellicola di Luca Guadagnino, con protagonisti il giovanissimo Timothee Chalamet ed Armie Hammer. Entrambi gli attori erano presenti alla cerimonia ed il primo era anche tra i nominati come Miglior Attore Protagonista.

Questa edizione degli Oscar ha visto una lotta alquanto serrata in alcune categorie, tra cui nello specifico proprio quelle per Miglior Attore e Miglior Attrice Protagonista. Nella prima erano candidati, oltre all’Elio di Chiamami col tuo nome, anche Gary Oldman, Daniel Day-Lewis, Denzel Washington e Daniel Kaluuya. Gary Oldman, il Sirius Black di Harry Potter, era nominato per la sua magnifica interpretazione di Winston Churchill in L’ora più Buia. Ruolo che gli è valso il suo primo oscar, dal momento che è stato proprio lui a vincere.

LEGGI ANCHE: Oscar 2018 – La lista completa di tutti i vincitori, in testa Dunkirk e La forma dell’Acqua

La cosa davvero meravigliosa, tuttavia, è stato il riconoscimento di Gary Oldman verso il giovanissimo collega Timothee Chalamet. I due, infatti, sono stati fotografati in un momento di pausa durante la cerimonia nella platea del Dolby Theatre. Cosa si sono detti? E’ stato proprio Gary Oldman a rivelarlo alla stampa, pochi minuti più tardi.

Gary Oldman e la commovente lode al collega Timothee Chalamet

gary oldman timothee chalamet

Come da tradizione, dopo aver ricevuto il proprio Oscar, Gary Oldman ha incontrato fotografi e stampa per il tradizionale Q&A. In questa occasione si è lasciato andare ad una commovente lode al collega nominato, Timothee Chalamet. Ecco cosa ha detto:

“Una delle lezioni che ho appreso da John Hurt, che è venuto a mancare ormai, è stata quando non ero che un ragazzino. All’epoca andavo al cinema e vedevo Albert Finney e Tom Crawley e Alan Bates e Peter O’Toole. Erano tutti una sorta di eroi per me. Siamo tutti anelli in una catena. Sono veramente eccitato per Chalamet. E’ un ragazzo adorabile, e dico davvero: è solo un ragazzo ma è davvero affascinante. Incredibilmente talentuoso. Stasera gli ho ripetuto le parole di Arnold [Schwarzenegger], gli ho detto “Tu tornerai”. Probabilmente per me finisce qui. Lui invece ha tanti anni davanti a se.”

Parola davvero toccanti da parte dell’attore che abbiamo visto nei panni del Detective Gordon nella trilogia del Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan. Ma anche nei panni di Dracula nella pellicola omonima di Francis Ford Coppola.

LEGGI ANCHE: Chiamami col tuo nome – Tutte le cose che (probabilmente) non sapete del film 

Non abbiamo dubbi sul fatto che le parole di Gary Oldman non dimostrino altro se non un profondo rispetto per il collega e giovanissimo attore. Speriamo – anzi, ne siamo certi – che le parole dell’attore troveranno conferma e che la carriera del giovane Timothee Chalamet non potrà che essere costellata di successi.

Comments
To Top