Once Upon a Time

Once Upon a Time: Recensione dell’episodio 6.06 – Dark Waters

Once Upon a Time
Spoiler Tv

La parola “inedito” di certo non si addice a Once Upon a Time. Agli albori, questa serie pareva essere originale e intrigante perchè portava in tv qualcosa che fino a quel momento si era visto poco. Ma dopo poche puntate si sono cominciati a vedere i grossissimi difetti, le banalità, il buonismo eccessivo e i limiti di una trama che continua a non sfornare più nulla di nuovo, proponendo sempre gli stessi schemi, le stesse situazioni e tematiche.

Once Upon a Time I personaggi non sono mai riusciti ad uscire dalla “macchietta” rimanendo poco caratterizzati ed approfonditi. Dal primo episodio ad oggi, infatti, i personaggi non hanno subito quella che sarebbe una normale evoluzione, ma sono rimasti sempre uguali a se stessi. Ad eccezione di Regina che ha fatto molti passi avanti, ma la cui maturazione è stata buttata alle ortiche quando hanno separato la sua parte buona da quella cattiva. Dico questo perchè un personaggio (in questo caso Regina) che ha al suo interno entrambe le sfumature è molto più interessante di uno che ha solo una o l’altra caratteristica.

Ma se Regina è ancora un minimo combattuta sulle sue intenzioni e sulla sua personalità, la Evil Queen è lo stereotipo fatto personaggio. Addirittura in questo episodio torna ad allearsi con Tremotino perchè vuole, ancora, il cuore di Biancaneve. In pratica anziché avanzare siamo regrediti, vedendo davanti ai nostri occhi per la millesima volta lo stesso banale e fastidioso pattern.

Once Upon a TimeTutta la puntata, comunque, è buonismo esasperato e assieme a situazioni già viste. Ok, siamo sulla Abc/Disney, ma quando è troppo è troppo. Per rendere il tutto meno scontato, dovrebbero introdurre elementi più sfaccettati e non ridurre tutto a buono/cattivo come invece fanno costantemente. In questo episodio troviamo il capitano Nemo che vuole salvare chiunque da una vita alla ricerca di un’inutile vendetta, ma sono proprio i suoi marinai a ricercarla. Hook, infatti, rischia di morire a causa di suo fratello che casualmente si trova nel Nautilus e che poi, nel presente, si pente di tutto… e indovinate un po’? Si ravvede perdonando il fratello! E anche Nemo, in fin di vita, viene salvato.

Rimanendo in tema “viva i buoni”, sentire Snow e Belle parlare della gravidanza di quest’ultima e del rapporto che il bambino avrà con il padre, sa davvero troppo di candido e  insulso, mentre Emma, non si sa come, riesce con un breve dialogo a convincere Aladdin ad aiutare Jasmine ed Agrabah, quando il ragazzo era da tempo che si sottraeva a questo “dovere”. Emma ha sviluppato anche il potere del convincimento? Mah.

Once Upon a TimeInsomma, con Once Upon a Time siamo sempre alle solite. Ormai non si sa più cosa dire su questa serie perchè stupisce sempre di più in negativo. Se la serie fosse terminata vario tempo fa, forse non sarebbe neanche tutto da buttare, ma così, anche quel poco di decente che è stato fatto, cade inevitabilmente nel dimenticatoio.

Voto: 1/5

Nel frattempo non dimenticate di venirci a trovare sulla nostra pagina Facebook per scoprire tante altre novità su cinema e TV!

Comments
To Top