Netflix

Netflix: quali sono le serie che potrebbero essere cancellate?

netflix disney

Dopo le polemiche per la cancellazione di Sense8, è forse giunta l’ora di riconsiderare Netflix, fino ad ora visto da tutti noi come il paradiso della serialità.

Proprio nelle scorse settimane un altro show era stato cancellato dalla piattaforma, ovvero The Get Down. Per quanto i fans di queste due serie possano non accettare la sorte toccata ai loro show preferiti, Netflix si difende dicendo che si tratta di una decisione basata sul contenimento dei costi: ogni puntata di The Get Down costava più di un milione di dollari, così come la produzione di Sense8, serie girata in diverse locations in giro per il mondo.

Il fatto che i due show in questione avessero il loro punto forte nella diversità del cast, sta spingendo molti a non  considerare più Netflix come quel luogo di libertà creativa che ci è stato presentato fino ad ora. Tra le altre serie cancellate ci sono anche Bloodline, Marco Polo, Lilyhammer ed Hemlock Grove. Quali saranno i prossimi show della piattaforma ai quali dovremo dire addio? Ecco una lista delle serie maggiormente in pericolo.

Flaked

Flaked

 Il dramedy con Will Arnett ambientato a Venice (California), è appena tornato con una seconda stagione nonostante le recensioni negative della prima ed uno scarso successo a livello di pubblico. Essendo però una produzione poco costosa, non è da escludere che Netflix possa considerare di dargli una terza stagione.

Marseille

Marseille

 La serie francese è riuscita ad ottenere una seconda stagione, ma vista la poco attenzione che lo show ha generato in Francia e le pessime recensioni ricevute, potrebbe essere a rischio cancellazione.

girlboss

Girlboss

 La serie di Sophia Amoruso non è ancora stata confermata per una seconda stagione e le ragioni possono essere molteplici: le pessime recensioni ricevute ed il fatto che possa essere andata persa nell’ondata di show rilasciati questa primavera, potrebbero aver messo in pericolo la serie. Qui, la recensione.

LEGGI ANCHE: Girlboss: 5 cose da sapere su Sophia Amoruso

Real Rob

real rob

 L’avete mai sentita nominare? Ecco appunto. La sit-com di Rob Schenider non ha avuto un particolare successo, pertanto Netflix potrebbe non rinnovarla.

house of cards

House of Cards

 Calma. Non vi stiamo dicendo che la serie potrebbe essere cancellata, ma conclusa. Per quanto tempo ancora le vicende di Frank Underwood possono continuare senza rischiare di diventare troppo assurde? Prima di “perdere lo smalto” forse è il caso di fermarsi qui. Il creatore Beau Wilimon ha abbandonato la serie dopo la quarta stagione, inoltre il costo della produzione è piuttosto elevato (Kevin Spacey guadagna mezzo milione a puntata, mentre – indovinate un po’? – Robin Wright molto meno). Con una sesta stagione già nei piani di Netflix, c’è da chiedersi se forse non sia il caso di concludere la storia che ha reso il Presidente Underwood uno dei personaggi simbolo della cultura pop di questi anni.

LEGGI ANCHE: House of Cards: Un romanzo di formazione dello spettatore. Recensione quinta stagione

Comments
To Top