Celebrità

Ma Come ti Vesti?: Emmy Awards 2016 – Red Carpet Edition

ma come ti vesti

Buongiorno madame e messeri! Vi siamo mancate? Non vi preoccupate, la vostra sete di cattiverie e fashion sarà subito soddisfatta perché, grazie alla cerimonia degli Emmys, Cate&Katia riemergono dal letargo estivo per tornare a commentare con voi gli outfit dei beniamini del piccolo schermo agli Emmy 2016.

jimmy kimmelQuest’anno la parola vincente sul red carpet è “minimal”. Infatti quasi tutte le star si sono limitate a scegliere abiti da sera monocromatici, senza trasparenze o spacchi vertiginosi. Anche il make-up, eccetto qualche caso particolare, è risultato sempre molto naturale e le acconciature sono risultate praticamente inesistenti. Era da anni che non vedevamo sul red carpet una così grande quantità di chiome lunghe e fluenti.

A noi questa scelta sobria ma chic è piaciuta molto perché in generale sono risultati pochi gli strafalcioni fashion visti. A differenza di altre edizioni quest’anno è stato difficile decidere i vestiti più belli a causa proprio di un alto livello di eleganza.

Ma a qualcuno tocca pur assegnare la fascia dei vincitori quindi, eccoci!

Tra le meglio vestite non si può non citare la “regina” di Bollywood che ormai da qualche mese è anche la regista di Hollywood grazie alla serie Quantino. Priyanka Chopra – oltre a flirtare spudoratamente con Tom Hiddleston e aggiustargli il farfallino – ha sfoggiato un meraviglioso abito rosso di Jason Wu che, a parimerito con Kristen Bell, è decisamente l’outfit più bello della serata.

emmyAl secondo posto dopo la star di Quantino, il red carpet degli Emmy è stato generoso con Kristen Bell e Michelle Dockery. Veronica Mars e Lady Mary Crawley hanno brillato in, rispettivamente, un abito floreale di Zuhair Murad e un ondeggiante Oscar de la Renta.

Una bellezza delicata anni ‘20 ha invece premiato Kirsten Dunst, che non ha portato a casa un premio effettivo ma solo uno dalla critica dell’eleganza, con il suo abito nero Givenchy di Riccardo Tisci Haute Couture.

Brillante nel suo abito dorato Claire Danes, con un pezzo di Schiaparelli Haute Couture, si è sicuramente aggiudicata un posto nella top five dei meglio vestiti.

Ultimo ma non meno importante Rami Malek, che ha sfoggiato un completo Christian Dior poco prima di vincere il premio come Outstanding Lead Actor in a Drama Series. Beh, che dire? La giacca bianca gli ha portato fortuna!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Intendiamoci, non abbiamo perso il nostro tocco velenoso e certo non possiamo privarvi del piacere di condividere insieme qualche commento tagliente sugli outfit delle star agli Emmy, quindi ecco a voi i peggio vestiti della cerimonia degli Emmy 2016.

Laura Carmichael che dire? Sicuramente la peggiore, non solo per l’abbinamento cromatico lilla-giallo limone ma anche per la scelta della gonna in tulle abbinata ad un corpetto rigido e sagomato che la fa apparire più abbondante e tozza di quello che è, sicuramente non approvata da Lady Violet.

emmyMandy Moore è una donna meravigliosa, piena di talento e che riesce in tantissimi ambiti (recitazione, canto e da poco la coreografia) ma forse chi la veste non la conosce abbastanza. Un abito color senape, senza scollatura e con dettagli fru-fru, che lo fanno apparire economico e non adatto ad una cerimonia serale, per non parlare della trasparenza finale che fa molto “bancarella”.

Amanda Peet era indecisa quella sera, non sapeva se optare per un completo pantalone o per un abito, alla fine ha scelto una via di mezzo: un abito che sembra aver cucito insieme una blusa ed una lunga gonna a tubo. La scelta è sbagliata, non le dona e il contrasto del giallo con il rosso fuoco del rossetto è fastidioso, per non parlare della profonda scollatura che contrasta con la severità della gonna: sopra disco music sotto walzer viennese.

Hugh Laurie non ama i red carpet, lo sappiamo. Ogni volta che è presente sembra sempre che sia stato fino ad un attimo prima a fare altro ed anche questa sera non fa eccezione. Il completo è stropicciato, non stirato e forse di una taglia più grande, non ha rifiniture ed è accessoriato da un misero papillon. Ma noi a Hugh perdoniamo tutto per il grande artista che è e per la sua totale indifferenza verso eventi di questo genere: l’attitudine prima di tutto.

Sarah Hayland ha fatto una scelta coraggiosa quella dei pataloni, che è sempre aprezzata perché difficilmente si vedono sul red carpet e perché se si sanno abbinare donano raffinatezza e eleganza. Ma non è questo il caso, l’abito la fa sembrare ancora più minuta e il contrasto nero- bianco non va bene per la gran-sera, se i pantaloni fossero stati chiari allora sarebbe potuto essere una bella variante di smoking femminile, ma così sembra che stia andando ad una intervista da Fallon.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Menzioni speciali: Best ensemble – Il trio di Stranger Things

Best couple on red carpet – Claire Danes e Hugh Dancy

Comments
To Top