Cinema

Love Actually 2: Primo trailer del sequel per il Red Nose Day

“…Quando sono state colpite le Torri Gemelle, per quanto ne so nessuna delle persone che stavano per morire ha telefonato per parlare di odio o vendetta, erano tutti messaggi d’amore. Io ho la strana sensazione che – se lo cerchi – l’amore davvero è dappertutto.

Non capita tutti i giorni di rivedere i personaggi a cui ci eravamo tanto affezionati. Incredibile ma vero, alcuni film non sono fatti per diventare saghe. Eppure qualche volta ritornano. E’ il caso del cast di Love Actually, uno dei film natalizi che più amiamo. Uno dei film che ha saputo, con una serie di storie divise ma unite, stregarci, emozionarci, farci ridere e farci piangere come pochi altri film sono stati in grado di fare – natalizi e non. In occasione del Red Nose Day, il cast della pellicola di Richard Curtis torna per un corto di dieci minuti. 

love actually

Qualche volta ritornano: Dieci minuti di Love Actually per scoprire che fine hanno fatto i protagonisti

Se avete già letto il nostro Le 50 cose che non sapevate di Love Actually allora probabilmente saprete che la pellicola non era inizialmente stata pensata come un film natalizio. Curtis è stato il primo ad essere sorpreso dall’accostamento di Love Actually con la festività. 

Come già accaduto con il cast di Game of Thrones (feat Coldplay) nel 2015 e con il cast di Downton Abbey qualche anno prima, anche stavolta un cast di tutto rispetto ha deciso di partecipare al video per il Red Nose Day. La manifestazione annuale raccoglie fondi che poi vengono devoluti alla cura e salvaguardia di bambini di tutto il mondo. Ben 25 paesi beneficiano dei fondi raccolti grazie all’iniziativa. 

Il trailer del “sequel” di Love Actually ci riporta ad una delle scene più famose (ebbene si) della storia del cinema. Chi non la ricorda? Andrew Lincoln, Keira Knightley, quei cartelloni e quella magnifica dichiarazione. Stavolta i cartelloni sono usati da tutti i membri del cast, che scherzano sul loro ritorno. Chi sarà invecchiato meglio? Alcuni saranno semplicemente cresciuti, in fondo, dato che non erano che bambini nel 2003. Riconosciamo tra gli altri Bill NightyKeira Knightley, Hugh Grant, Liam Neeson, Rowan Atkinson. Ci sono anche Lucia Moniz e Martine McCutcheon – sarà stata una brava First Lady inglese? Torna anche Thomas Brodie-Sangster con Heike Macatch e, naturalmente, Andrew Lincoln.

Non vediamo invece Emma Thompson. L’assenza dell’attrice è stata una scelta discussa con lo stesso Curtis. Nel film, infatti, la Thompson era la moglie del personaggio di Alan Rickman, venuto a mancare lo scorso anno. Riprendere in mano il ruolo senza di lui sarebbe stato troppo doloroso, probabilmente. Latitante anche Colin Firth: che la sua Aurelia sia andata avanti senza di lui? Lo scopriremo, e anche presto.

Il corto di circa 10 minuti verrà rilasciato oggi come sequenza del Red Nose coverage della BBC. Che dire? Non vediamo l’ora!

Comments
To Top